Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 12 ore fa S. Claudio martire

Date rapide

Oggi: 7 luglio

Ieri: 6 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaAnche Fratelli d'Italia chiede la sospensione di Enrico Coscioni dall'Agenas

Cronaca

"Sorprende il silenzio assordante della Conferenza Stato Regioni che lo ha nominato"

Anche Fratelli d'Italia chiede la sospensione di Enrico Coscioni dall'Agenas

Edmondo Cirielli auspica l’applicazione della legge Severino

Scritto da (Francesca Salemme), sabato 25 settembre 2021 13:01:26

Ultimo aggiornamento sabato 25 settembre 2021 13:01:26

"La legge Severino dovrebbe essere applicata per il caso di Enrico Coscioni".

A chiederlo, in una nota, è il deputato e Coordinatore della Direzione Nazionale di Fratelli d'Italia Edmondo Cirielli, a seguito della condanna dell'attuale presidente dell'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) a due anni di reclusione (pena sospesa) per violenza privata tentata e continuata, aggravata dall'abuso di potere.

"La Conferenza Stato Regioni, che l'8 ottobre 2020 diede il via libera alla nomina del fedelissimo del governatore della Campania De Luca, prenda atto della sentenza emessa dalla Corte d'Appello di Napoli e provveda a sospendere dall'incarico il dottore Coscioni. Sorprende e non poco, a distanza di tre giorni dall'emissione della sentenza, il silenzio assordante proprio della Conferenza Stato Regioni, mentre il governatore De Luca si è trincerato dietro ad un 'non cambia nulla'. E, invece, cambia tutto perché questa legge dovrebbe riguardare proprio casi come questo".

"A questo punto - conclude Cirielli - auspico che il ministro della Sanità Roberto Speranza e il ministro della Giustizia Marta Cartabia si interessino della vicenda ed intervengano con lo strumento giuridico più idoneo affinché il posto di presidente dell'Agenas possa essere assegnato a una figura di alto profilo su cui non vi sia alcuna ombra. A questo proposito interpellerò l'Autorità Nazionale Anticorruzione".

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Saggese Tozzi: «Cautela, usate le mascherine»

La variante portoghese della Omicron fa risalire l'incidenza dei nuovi positivi rispetto al numero di tamponi eseguiti oltre il 30% nel salernitano, ovvero sopra la media nazionale, e col timore che ci siano diversi casi non dichiarati, visto che un numero crescente di persone ricorre al "fai da te"....

Cronaca

Intitolata a Nilde Iotti la Villa comunale di Filetta

Un simbolo, un esempio da seguire, Nilde Iotti è stata una donna forte, coraggiosa e tenace, la prima a ricoprire la terza più alta carica dello Stato come Presidente della Camera dei Deputati: a lei è intitolata ora la Villa Comunale di Filetta, su iniziativa del Comune di San Cipriano Picentino e della...

Cronaca

Interrogatori di garanzia dopo il blitz, gli Stellato muti davanti al gip

Hanno fatto scena muta davanti al gip Indinnimeo gli indagati ritenuti appartenenti al gruppo capeggiato da Giuseppe Stellato, alias Papacchione, nel corso dei primi interrogatori di garanzia in carcere ieri mattina. Non è emerso nulla di nuovo sulla droga, le armi, le estorsioni, al centro dell'inchiesta...

Cronaca

Lite a Mercatello, 19enne accoltellato ancora in prognosi riservata

Ha dovuto subire due interventi chirurgici ed è ancora in prognosi riservata il diciannovenne accoltellato in via Leucosia a Mercatello l'altra sera: i medici hanno bloccato le emorragie, a seguito dei colpi ricevuti dal ragazzo alla nuca e al fianco sinistro. Cinque coltellate in tutto che gli avevano...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera Amalfitana