Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Damiano vescovo di Pavia

Date rapide

Oggi: 12 aprile

Ieri: 11 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaAssunzioni fittizie e indennità Inps, 41 denunce

Cronaca

Indagine Guardia di Finanza

Assunzioni fittizie e indennità Inps, 41 denunce

Tra i principali indagati c’è anche un consulente del lavoro salernitano

Scritto da (Anna Sarno), sabato 10 ottobre 2020 16:33:14

Ultimo aggiornamento sabato 10 ottobre 2020 16:33:14

Assumevano persone residenti tra Vicenza, Padova, Treviso e Salerno, per poi licenziarli quasi subito, in modo tale da creare "artificiosamente" i presupposti per beneficiare delle indennità di disoccupazione e/o maternità.

Sono 41 le persone denunciate dalla Guardia di Finanza per truffa aggravata in seguito ad assunzioni fittizie e indebite indennità Inps e per questo destinatarie del sequestro di beni per 277.066,93 euro.

Tra i tre principali indagati c'è anche un consulente del lavoro salernitano. Tutti e tre sono legati da rapporti di convivenza, parentela e/o conoscenza con alcuni dei percettori degli emolumenti avuti dall'Inps.

 

I finanzieri hanno scoperto che una ditta edile aveva costruito un meccanismo fraudolento basato sull'assunzione fittizia di. E' stato poi accertato che la ditta era inattiva dal 2013 e che il numero di lavoratori assunti e l'inquadramento a loro riservato era assolutamente incoerente rispetto alla natura dell'impresa, (43 assunti come "addetti alla contabilità generale" ed "impiegati d'archivio" a fronte della totale assenza di documentazione contabile).

Nei conti corrente intestati all'azienda e ai tre ideatori dello schema fraudolento non c'erano movimenti riconducibili al pagamento delle retribuzioni dei dipendenti.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Contagi e decessi, il Covid fa ancora paura nel salernitano

Quattrodecessi e 381positivi nelle ultime 24 ore. La provincia di Salerno continua a pagare un prezzo alto al Covid. A Baronissi si registra un'altra vittima, dopo la donna scomparsa l'altro ieri. Primo lutto a Pertosa, a perdere la vita un uomo ottantenne che era ricoverato all'ospedale di Polla dove...

Cronaca

Incontro al Mef a Roma, presenti anche i commercianti salernitani

Una serie di proposte nell'ambito del Decreto Imprese per superare le problematiche evidenziate da tempo. Sono quelle che i rappresentanti di piccoliimprenditori mettono sul tavolo del Ministerodell'Economiae delle Finanze. Oggi incontroaRoma con il sottosegretario Claudio Durigon di varie associazioni...

Cronaca

Elezioni Salerno: 'Oltre' punta su Michele Tedesco

I consiglieri comunali del gruppo "Oltre", Antonio D'Alessio, Leonardo Gallo, Corrado Naddeo, Nico Mazzeo, Donato Pessolano e Giuseppe Ventura, dopo essere fuoriusciti dalla maggioranza, hanno individuato nell'avvocato Michele Tedesco il candidato sindaco per le prossime amministrative a Salerno. "Michele...

Cronaca

Vaccinazioni, troppi fragili ancora in coda: è necessario incremento di dosi

Il sistema di vaccinazioni non può reggere ancora a lungo senza la materia prima e, a quattro mesi, dall'inizio delle somministrazioni, non è accettabile che ci siano ancora così tanti pazienti fragili in attesa della prima dose. Con le scorte a disposizione si sta sicuramente facendo quel che si può,...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi