Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 4 ore fa S. Vittore martire

Date rapide

Oggi: 8 maggio

Ieri: 7 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaBellandi dice no alle Messe nei Cimiteri nei giorni 1 e 2 novembre

Cronaca

È una di quelle decisioni che non si prendono a cuor leggero

Bellandi dice no alle Messe nei Cimiteri nei giorni 1 e 2 novembre

Bellandi cita «la situazione di grave emergenza sociale

Scritto da (Andrea Siano), mercoledì 28 ottobre 2020 11:24:40

Ultimo aggiornamento mercoledì 28 ottobre 2020 11:24:40

È una di quelle decisioni che non si prendono a cuor leggero. L'arcivescovo di Salerno, Mons. Andrea Bellandi, lo scrive nel decreto con cui vieta le celebrazioni eucaristiche al chiuso o all'aperto nei cimiteri e nelle cappelle private per i giorni di Ognissanti e del 2 novembre, quando si ricordano i defunti. Bellandi cita «la situazione di grave emergenza sociale dovuta alla diffusione del Covid» ed i «motivi precauzionali» che lo hanno spinto ad adottare questa decisione «non senza sofferenza»

Le decisioni

Ma cosa stabilisce il decreto dell'Arcivescovo metropolita di Salerno-Campagna-Acerno? Innanzitutto, che «non vengano svolte in quei giorni celebrazioni eucaristiche - in Cappelle, o all'aperto - all'interno o immediatamente all'esterno dei cimiteri, siano essi comunali o di proprietà delle Confraternite. Rimane ovviamente confermato il divieto di celebrazioni in cappelle private».

«Se possibile- prosegue Bellandi- il 2 novembre siano celebrate Messe nelle Chiese parrocchiali e Rettorie, analogamente come nei giorni festivi» e «si ricordi ai fedeli la possibilità, accordata quest'anno dalla Penitenzieria apostolica, di ricevere l'Indulgenza plenaria - alle condizioni stabilite - non soltanto nei singoli giorni dal 1° all'8 novembre, ma anche in altri giorni dello stesso mese fino al suo termine».

«Qualora le condizioni logistiche lo permettano, in accordo con le autorità civili ed evitando assembramenti, è consentito un rito di benedizione all'interno dei cimiteri. E l'Arcivescovo celebrerà il 2 novembre alle ore 18.00 - in forma privata e a porte chiuse - una Santa Messa al cimitero comunale di Salerno, ricordando tutti i defunti».

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

"Orgoglio campano" così si esprime sulla campagna vaccinale Vincenzo De Luca

"Parla di una campagna di vaccinazione straordinaria", di "orgoglio campano", Vincenzo De Luca durante la consueta diretta del venerdì. In prima battuta il presidente rivendica con orgoglio quelli che, ad oggi, sono i dati delle vaccinazioni in Campania: "Abbiamo superato le 2 milioni di somministrazioni,...

Cronaca

Scende al 4% l’indice di positività al Covid 19 in Campania

Scende al 4% l'indice di positività al Covid 19 in Regione Campania. L'unità di crisi ha diramato il bollettino quotidiano sui contagi in cui si legge che nelle ultime ventiquattro ore sono stati 1.382 i nuovi positivi su 18.779 tamponi molecolari. I guariti nel frattempo sono saliti di 2.177 unità mentre...

Cronaca

La Campania resta gialla

L'Italia diventa sempre più gialla e nessuna regione è più rossa: la Val d'Aosta, l'unica ancora a rischio alto, infatti, diventa arancione. Verso un cambio di colore anche per Calabria, Puglia e Basilicata che passano dall'arancione al giallo. Incerta ancora la situazione per la Sardegna. Le decisioni,...

Cronaca

Smart Card, vaccinati e sicuri

Con l'ordinanza, viene demandata all'Unità di Crisi regionale la predisposizione, di concerto con le associazioni di categoria rappresentative degli operatori economici, dei protocolli attuativi/integrativi delle Linee guida approvate il 28 aprile scorso, prevedendo regole certe di prevenzione, proporzionate...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi