Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Flavio martire

Date rapide

Oggi: 7 maggio

Ieri: 6 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaBotti di Capodanno sparati a Salerno nonostante i divieti

Cronaca

Fuochi d'artificio dalla zona orientale al centro della città

Botti di Capodanno sparati a Salerno nonostante i divieti

Numerosi gli interventi dei Vigili del Fuoco

Scritto da (Alessandro Ferro), venerdì 1 gennaio 2021 13:23:57

Ultimo aggiornamento venerdì 1 gennaio 2021 13:24:24

Salerno illuminata dai fuochi d'artificio, dal centro alla zona orientale. A mezzanotte parte il consueto rito del 31 dicembre, come un anno qualsiasi, come se nulla fosse successo in questo maledetto 2020 che ci siamo appena lasciati alle spalle. E soprattutto nonostante l'ordinanza del Comune di Salerno che vieta di sparare i botti fino al 7 gennaio.

È comprensibile il desiderio di trovare un momento di svago dopo un lungo periodo condizionato dal coronavirus e in vista di un altro periodo, non certo breve, prima del ritorno alla normalità. Ma sinceramente quest'anno abbiamo difficoltà a trovare spunti per festeggiare. Senza dimenticare che, oltre all'ordinanza comunale di divieto, alle 22 c'era il coprifuoco e di certo uscire per accendere mortaretti o petardi non può essere considerato un valido motivo.

Inoltre gli articoli pirotecnici sono pericolosi e il divieto di utilizzarli scaturisce anche dalla necessità di non sovraffollare i presidi sanitari in piena emergenza-covid. A nulla sono serviti gli appelli a non sparare i fuochi, anche per rispetto di chi ha paura e degli animali, oltre che dell'ambiente perché i botti inquinano. Niente da fare, ha prevalso l'egoismo di molti di sparare comunque i botti. Non sono mancati i feriti e gli interventi dei Vigili del Fuoco, come spiegato nel corso di Buongiorno Lira dal capo reparto Michele Sica.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

"Orgoglio campano" così si esprime sulla campagna vaccinale Vincenzo De Luca

"Parla di una campagna di vaccinazione straordinaria", di "orgoglio campano", Vincenzo De Luca durante la consueta diretta del venerdì. In prima battuta il presidente rivendica con orgoglio quelli che, ad oggi, sono i dati delle vaccinazioni in Campania: "Abbiamo superato le 2 milioni di somministrazioni,...

Cronaca

Scende al 4% l’indice di positività al Covid 19 in Campania

Scende al 4% l'indice di positività al Covid 19 in Regione Campania. L'unità di crisi ha diramato il bollettino quotidiano sui contagi in cui si legge che nelle ultime ventiquattro ore sono stati 1.382 i nuovi positivi su 18.779 tamponi molecolari. I guariti nel frattempo sono saliti di 2.177 unità mentre...

Cronaca

La Campania resta gialla

L'Italia diventa sempre più gialla e nessuna regione è più rossa: la Val d'Aosta, l'unica ancora a rischio alto, infatti, diventa arancione. Verso un cambio di colore anche per Calabria, Puglia e Basilicata che passano dall'arancione al giallo. Incerta ancora la situazione per la Sardegna. Le decisioni,...

Cronaca

Smart Card, vaccinati e sicuri

Con l'ordinanza, viene demandata all'Unità di Crisi regionale la predisposizione, di concerto con le associazioni di categoria rappresentative degli operatori economici, dei protocolli attuativi/integrativi delle Linee guida approvate il 28 aprile scorso, prevedendo regole certe di prevenzione, proporzionate...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi