Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 3 ore fa S. Irene vergine

Date rapide

Oggi: 18 settembre

Ieri: 17 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Al Consiglio Regionale Scrivi Nino SavastanoGiffoni si fa in quattroAl Consiglio Regionale Scrivi Nino Savastano

Lira TV

Al Consiglio Regionale Scrivi Nino SavastanoGiffoni si fa in quattroAl Consiglio Regionale Scrivi Nino Savastano

Tu sei qui: CronacaChe scuola sarà?

Cronaca

Che scuola sarà?

Scritto da (admin), lunedì 25 maggio 2020 14:15:02

Ultimo aggiornamento lunedì 25 maggio 2020 14:15:02

La chiusura prolungata delle scuole è una ferita per tutto il paese, dichiarano in una nota congiunta i sindacati di categoria - Nonostante l’impegno profuso dai docenti con grande senso civico, il ricorso obbligato ed esclusivo alla didattica a distanza si rivela una condizione innaturale, nella quale si accentuano squilibri e disuguaglianze e viene meno la dimensione indispensabile delle relazioni sociali dirette, essenziali e fondative di una comunità educante. Riaprire le scuole non è operazione semplice in presenza delle regole e dei vincoli imposti dalla necessità di prevenire i rischi di contagio, alla cui scrupolosa osservanza è chiamata una platea vastissima di soggetti, ma che soprattutto richiedono opportune soluzioni organizzative e il supporto di adeguate risorse economiche e professionali. È doveroso garantire la massima tutela della salute al personale scolastico, ad alunne e alunni, alle loro famiglie e di riflesso all’intera collettività. Per reggere l’impegno richiesto dal rispetto delle misure anticontagio e dai conseguenti adattamenti di tipo organizzativo, dovendosi comunque prevedere una consistente riduzione degli affollamenti nelle aule, rivedendo profondamente le consuete modalità operative, sarà comunque necessario far leva su una forte sinergia fra scuola, famiglie, territorio, anche attraverso accordi con i livelli istituzionali e convenzioni con enti, associazioni e con gli enti locali per ampliare gli spazi della didattica in presenza anche fuori dai tradizionali edifici scolastici. Servono ingenti e immediati investimenti sulle strutture e sul personale perché vi siano: spazi adeguati e sicuri, anche in termini di presidi sanitari stabili; potenziamento delle risorse professionali: più docenti per gestire gruppi classe meno affollati, più collaboratori per le accresciute esigenze di pulizia, igiene, vigilanza; risorse per la formazione di tutto il personale; stabilità del lavoro per garantire la continuità didattica e un’efficace gestione degli uffici di segreteria; insegnanti specializzati per agire efficacemente su disabilità e fragilità educativa; efficace supporto alle innovazioni metodologico-didattiche aggiornando e rinnovando i processi amministrativi e gestionali. Ancora più che negli anni precedenti, insomma, si pone l’esigenza di assicurare un ordinato avvio dell’anno scolastico: ciò significa avere al 1° di settembre tutto il personale docente, ATA e dirigente pronto ad assumere servizio in modo certo e stabile. La precarietà del lavoro ha raggiunto nel tempo dimensioni troppo estese, che le difficoltà del momento rendono del tutto insostenibili.

rank:

Cronaca

Cronaca

Roccadaspide: preso da raptus, distrugge sala pronto soccorso Ospedale

Tutto è accaduto in pochi minuti, ieri sera, davanti al personale sanitario dell'Ospedale di Roccadaspide e ad altri pazienti rimasti attoniti. Un ragazzo di 33 anni, appena sceso da un'ambulanza che lo aveva portato al pronto soccorso per accertamenti, in preda ad un raptus e a forte agitazione ha dato...

Cronaca

Covid, tra Regione e ragione

In Campania, ieri, altri 195 positivi, di cui 21 casi di rientro dalle vacanze o connessi ad essi, su un totale di 8473 tamponi. 3 i deceduti, 82 i guariti. Dato in linea con quanto accade un po' in tutto il Paese, chiamato a fare i conti con la lenta ma progressiva risalita della curva del contagio...

Cronaca

Colliano: sequestrate piante di cannabis

I Carabinieri Forestali di Colliano hanno scoperto una piantagione di cannabis in località "Piano di Nocelle". Oltre 210 le piante di cannabis alte tra il metro e il metro e mezzo e quindi quasi in stato ottimale di maturazione. Dei due proprietari del fondo, entrambi da Colliano, uno è già noto alle...

Cronaca

Rione Petrosino, al via il collegamento con via Magnone

Rientrano nel bando delle periferie i lavori di realizzazione del collegamento viario tra il rione Petrosino-via Fratelli Magnone. Alla presenza del sindaco Vincenzo Napoli, del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e dell'assessore alla Mobilità Mimmo De Maio. La strada collegherà il Rione...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi