Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 17 ore fa S. Ignazio d'Antiochia

Date rapide

Oggi: 17 ottobre

Ieri: 16 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaCoprifuoco alle 23, i ristoratori iniziano a “respirare"

Cronaca

Arriva una prima boccata d’ossigeno per i ristoratori che hanno più tempo a disposizione per i turni serali

Coprifuoco alle 23, i ristoratori iniziano a “respirare"

Scatta ora il conto alla rovescia anche per le attività al chiuso

Scritto da (Francesca De Simone), mercoledì 19 maggio 2021 11:43:55

Ultimo aggiornamento mercoledì 19 maggio 2021 11:44:41

Verso la normalità, a piccoli passi: scatta il coprifuoco alle 23 e per i ristoratori arriva una piccolissima boccata d'ossigeno. Non è ancora tempo di tirare il classico sospiro di sollievo ma, quantomeno, si inizia a vedere la luce alla fine del tunnel.

L'ora in più consente, soprattutto nei fine settimana, in cui ci sono maggiori prenotazioni, di poter organizzare i tavoli in maniera tale da poter stabilire doppi turni per la cena, con l'obiettivo di incrementare gli incassi, dopo mesi di agonia. Ovviamente, la situazione è destinata a migliorare ulteriormente il mese prossimo, quando il coprifuoco verrà prima allungato alle 24, il 7 giugno, poi sarà del tutto abolito, il 21.

A beneficiare ora della boccata d'ossigeno con l'orario attuale, però, sono solo le attività di ristorazione che hanno a disposizione degli spazi all'aperto. Per gli altri, quelli che possono servire solo all'interno, il calvario avrà fine tra dodici giorni. Per loro infatti è scattato il countdown per la riapertura, fissata per il primo giugno. Solo allora sarà possibile, in base anche all'ultimo decreto, servire nei locali al chiuso. Chi, dunque, non ha nessuna possibilità di avere uno sfogo all'esterno dovrà restare in apnea ancora per qualche giorno.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Piazza della Libertà, nuovo atto vandalico

Non c'è pace per Piazza della Libertà. La nuova meta dello struscio dei salernitani e dei turisti, che si godono l'ottobrata, lasciandosi incantare dal panorama della passeggiata fronte mare con Stazione Marittima e Costiera Amalfitana da un lato e costa cilentana dall'altro a far da cornice a selfie...

Cronaca

Vento, ancora in corso le operazioni di messa in sicurezza in città

Il forte vento degli scorsi giorni è passato ed è il momento di fare la conta dei danni. In città a causa delle violente folate registratesi nelle scorse 48 ore si sono verificati notevoli disagi. Pannelli per l'affissione dei manifesti elettorali divelti, pali abbattuti, rami ed interi tronchi d'albero...

Cronaca

Aumento di vaccinazioni per avere il green pass

Più di 28mila somministrazioni nella sola giornata di giovedì in Campania. Alla vigilia dell'obbligo del green pass sui luoghi di lavoro, c'è stata una corsa al vaccino nella nostra regione ma l'incremento si registra già da inizio ottobre. Anche tra i più restii c'è chi si è convinto a sottoporsi al...

Cronaca

Ricci su green pass: “non si scherza sulla pelle dei lavoratori”

La posizione della Cgil sull'obbligo del green pass è chiara. "Non si può scaricare questa problematica solo sul sindacato e sui lavoratori" dice Nicola Ricci, segretario generale della Cgil Campania. Le parti sociali durante il periodo più duro della pandemia hanno sottoscritto i protocolli per favorire...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi