Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 12 ore fa S. Vittorio martire

Date rapide

Oggi: 21 maggio

Ieri: 20 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaCovid, due anni fa le immagini simbolo della “nostra” pandemia

Cronaca

Due anni fa le scioccanti immagini di Bergamo sono diventate il simbolo della tragedia scatenata dal virus in Italia

Covid, due anni fa le immagini simbolo della “nostra” pandemia

In questa data, il 18 marzo, si celebrano le vittime del Covid, mentre due anni dopo quella data ci ritroviamo di fronte ad un altro dramma

Scritto da (Francesca De Simone), venerdì 18 marzo 2022 11:47:47

Ultimo aggiornamento venerdì 18 marzo 2022 12:06:25

Due anni fa la tragedia del Covid entrava nel vivo: il numero dei morti iniziava a salire vertiginosamente, il coronavirus attaccava le nostre vite, le stravolgeva.

Era il 18 marzo del 2020 quando cominciarono a circolare le immagini diventate simbolo della pandemia in Italia, la colonna di mezzi dell'esercito che la sera del 17 trasferiva le bare dei cittadini di Bergamo fuori regione, perché in Lombardia non c'era più posto nei crematori. Settanta veicoli militari in fila. Il primo di 45 viaggi, con quelle ottanta bare che sarebbero diventate tremila.

Ancora oggi è difficile guardare quelle immagini senza sentire lo stomaco che si chiude e gli occhi che bruciano, perché quelle immagini cristallizzano la nostra sofferenza. L'inizio della fine è tutto racchiuso in quelle sequenze. Bergamo è stata la prima città a cadere sotto i colpi del fuoco del virus. Due anni dopo restano le macerie. La ripresa è faticosa: ovunque si cerca di mettere ancora assieme i cocci.

Il Covid ha portato morte e divisioni. Da questo dramma dovevamo uscirne migliori. Ne siamo usciti, forse, solo esausti, sfiniti, stremati. Ed è così che ci ritroviamo a vivere un'altra tragedia. Dai veicoli militari di Bergamo, ai mezzi russi che invadono e attaccano l'Ucraina. Da una guerra all'altra: la pioggia di bombe, la fuga di chi è costretto a scappare a causa di un conflitto assurdo. Vaccini e green pass lasciano il posto ad altre armi, quelle che nessuno dovrebbe mai usare.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Piano traffico Arechi, messi a punto i dettagli

Sono in via di definizione gli ultimi dettagli per il piano traffico in occasione della partita tra Salernitana e Udinese in programma domenica sera all'Arechi: si lavora per evitare problemi e disagi, alla luce dei numeri da record che si registreranno in occasione della partita che vale un'intera stagione....

Cronaca

Coldiretti, fine settimana dedicato alle famiglie al Mercato Coperto San Paolo di Fuorigrotta

Sarà un fine settimana all'insegna dell'Economia Circolare quello in programma domani e domenica al Mercato Coperto San Paolo di Campagna Amica e Coldiretti a Fuorigrotta. Il Circular Tour nei mercati Campagna Amica, è un evento nazionale promosso dalla collaborazione tra Coldiretti ed Eni, con l'obiettivo...

Cronaca

All’arrembaggio delle Vie del mare

Gite scolastiche, stranieri, la ripartenza del turismo è evidente anche un giovedì mattina al porto turistico Dopo un biennio complesso, il 2022 2022 si presenta come l'anno della ripresa per tutto il mondo del turismo. La rimozione di una serie di divieti, il ritorno ad una quasi normalità prepandemica...

Cronaca

Biglietti in fumo per Salernitana-Udinese

Biglietti esauriti per Salernitana-Udinese, anzi no. Tutti venduti i tagliandi messi a disposizione finora ma ce ne saranno altri. Una città intera, con la sua provincia, in questi giorni non parla d'altro che dei granata e di questa appassionante corsa verso la salvezza in serie A. Tutti vorrebbero...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera Amalfitana