Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 9 minuti fa S. Giovanni Maria Vianney

Date rapide

Oggi: 4 agosto

Ieri: 3 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaCovid e Scuola: Regione Campania pensa a nuova ordinanza

Cronaca

Il problema non è firmare un’ordinanza sulla scuola ma non farsela bocciare

Covid e Scuola: Regione Campania pensa a nuova ordinanza

Preoccupa il livello dei contagi

Scritto da (Andrea Siano), giovedì 4 febbraio 2021 08:50:49

Ultimo aggiornamento giovedì 4 febbraio 2021 08:50:49

Il problema non è firmare un'ordinanza sulla scuola ma non farsela bocciare dai prevedibili ricorsi al Tar. Preoccupa il livello dei contagi nella scuola e la Regione Campania sta pensando ad una sospensione temporanea della presenza in aula.

Vincenzo De Luca avrebbe in animo di firmare una nuova ordinanza sulla scuola. Secondo quanto anticipato dal quotidiano Il Mattino, il presidente della giunta regionale della Campania aspetterà l'esito del vertice dell'Unità di Crisi già in programma domani. Poi, se i dati sono quelli che si profilano - ovvero casi di contagi ben oltre la soglia del 10% in alcune scuole - allora si sospenderà la didattica in presenza almeno per le scuole superiori; anche se c'è chi fa trapelare la possibilità di una decisione ancora più drastica, di ripresa della dad anche alle elementari e alle medie.

Il problema non è firmare un'ordinanza, semmai trovare la formula o il modo per neutralizzare l'eventuale contrattacco dei ricorsi al Tar. Già una volta il tribunale amministrativo regionale ha bocciato la decisione politica, fondata sull'andamento dei contagi, di tenere gli alunni in didattica a distanza. Questa volta la Regione non vuole correre il rischio di firmare un atto e trovarselo invalidato il giorno dopo. Ecco perché, una volta analizzata la curva epidemiologica ed acquisito il parere degli esperti dell'unità di crisi, il presidente De Luca studierà una strategia precisa e magari modulare: si potrebbe cominciare con una sospensione temporanea della presenza per le sole scuole superiori, per poi valutare di volta in volta cosa fare per gli altri ordini di istruzione. L'altra via, quella più radicale, prevede uno stop di una-due settimane per riportare i contagi legati alla scuola ad una soglia più accettabile. Basti un dato: attualmente, in alcuni territori i positivi sfiorano il 12% dei testati e molti di questi finiscono nelle scuole, creando la possibilità teorica di una moltiplicazione esponenziale dell'infezione, sebbene le scuole stiano facendo autentici miracoli per garantire la sicurezza e gli studenti - soprattutto i più piccoli - si comportino addirittura meglio dei compagni più grandi. L'obiettivo è riportare il livello di contagio ad 5%, non oltre, e stare tutti più tranquilli nel mese del picco influenzale e della terza ondata.

I comitati per la scuola in presenza già annunciano contromosse ed è per questo che se ordinanza dovrà essere, dovrà assumere la forma precisa di un provvedimento a forte base scientifica, inoppugnabile e con garanzie di ogni diritto in gioco.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

La droga dei terroristi passava per il porto di Salerno

La droga dell'Isis, proveniente dalla Siria, transitava per il porto di Salerno per poi ripartire per il Medio Oriente: il traffico internazionale di stupefacenti è stato ricostruito dalla Guardia di Finanza a partire dal maxisequestro dello scorso anno, fino ad arrivare all'arresto di ieri di Amato,...

Cronaca

Green pass all’interno dei ristoranti, cosa cambia per i gestori

Si parla tanto in queste ore del green pass. Da dopodomani, venerdì 6 agosto, i cittadini dovranno fare i conti con l'obbligo di mostrare il certificato verde in alcune situazioni. Di conseguenza cambia, ad esempio, l'organizzazione all'interno dei locali delle attività di ristorazione. I ristoratori...

Cronaca

Vaccini in tour, buona la prima a Camerota

Buona la prima per il tour dei vaccini: nella tappa iniziale di Marina di Camerota, dalle 18 alle 2 di notte, sono state somministrate ben 1200 dosi. Grazie all'iniziativa della Regione Campania, in collaborazione con l'Asl di Salerno e l'Anci, la postazione mobile ieri ha cominciato il suo viaggio dal...

Cronaca

Green pass: si va verso obbligo per docenti e Ata

Da settembre green pass obbligatorio per docenti e personale Ata, ma non per gli studenti: sono queste le ultime indiscrezioni in merito al decreto Covid per la scuola, al varo domani. Il governo è al lavoro per limare il testo che sarà al centro della cabina di regia, poi sottoposto alle Regioni ed...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi