Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 minuti fa S. Marco solitario

Date rapide

Oggi: 24 ottobre

Ieri: 23 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaDia confisca beni per due milioni a imprenditore vicino al clan Zullo

Cronaca

Dia confisca beni per due milioni a imprenditore vicino al clan Zullo

Scritto da (admin), lunedì 22 giugno 2020 06:04:00

Ultimo aggiornamento lunedì 22 giugno 2020 06:21:27

Il provvedimento di confisca è stato emesso dalla Sezione Riesame e delle Misure di Prevenzione del Tribunale di Salerno. A chiederlo, il direttore della Direzione Investigativa Antimafia, sulla scorta di un’indagine che ha messo a fuoco i rapporti tra Antonio Di Marino, panificatore 29enne di Cava de’ Tirreni ed il clan egemone nell’area metelliana che fa capo a Dante Zullo. Sono stati gli uomini della DIA di Salerno ad eseguire la confisca di due aziende di panificazione e di numerosi rapporti finanziari, per un valore complessivo stimato in oltre 2 milioni di euro, tutti riconducibili a Di Marino. Nel 2018, l’imprenditore cavese era stato colpito da un provvedimento di custodia cautelare in carcere- eseguito nell’ambito dell’operazione "Hyppocampus"- su disposizione del GIP del Tribunale di Salerno. Insieme a lui, dietro le sbarre finirono altri 13 indagati, ritenuti responsabili di estorsione, usura e trasferimento di valori: reati commessi con l’aggravante del metodo mafioso. Nello specifico, a Di Marino venne contestata l’appartenenza all’organizzazione criminale di Dante Zullo, tant’è che con il provvedimento di oggi non si dispone solo la confisca ma si applica a suo carico anche la misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, con obbligo di soggiorno nel Comune di residenza per almeno 4 anni.

rank:

Cronaca

Cronaca

Sedimenti fangosi nel Tusciano, sequestrato un impianto di calcestruzzo

L'ennesimo caso di smaltimento illecito dei rifiuti è stato scoperto dalla Guardia di Finanza di Salerno. Nel mirino dei Finanzieri, stavolta, una nota società di produzione di calcestruzzo di Battipaglia, al confine con il territorio di Pontecagnano I militari della 1a Compagnia, durante un controllo,...

Cronaca

Divisi alla meta

L'auspicio è che si possa giungere "divisi alla meta". Seppur divisi, ma alla meta, cioè al superamento di un'emergenza sanitaria che - se nella prima ondata, tutto sommato, ha risparmiato la Campania - in questo successivo tsunami di contagi fa registrare progressive impennate a dir poco preoccupanti:...

Cronaca

De Luca: “Per l’Italia deciderà il governo, per la Campania faremo quello che riteniamo giusto"

La Campania verso il lockdown: ad annunciarlo, nel corso della consueta diretta facebook del venerdì, è stato il presidente della Regione Vincenzo De Luca che ha parlato di una "chiusura totale", fatta eccezione per le attività essenziali. Una decisione che il governatore ha accompagnato con la richiesta...

Cronaca

Dati Campania: 2.280 nuovi contagi

I numeri dell'epidemia li aveva anticipati il governatore Vincenzo De Luca nella consueta diretta del venerdì. L'Unità di Crisi regionale non ha fatto altro che certificare il quadro allarmante esposto dal presidente: 2.180 tamponi positivi sui 15.801 effettuati. Si tratta del numero più alto da quando...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi