Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 56 minuti fa S. Paolo eremita

Date rapide

Oggi: 15 gennaio

Ieri: 14 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaDroga ad Acerno, il gruppo e “l’intesa” con Persico

Cronaca

Droga ad Acerno, il gruppo e “l’intesa” con Persico

Scritto da (admin), sabato 20 giugno 2020 08:27:11

Ultimo aggiornamento sabato 20 giugno 2020 08:27:11

Sgominato, all’alba di ieri, dai carabinieri, il clan capeggiato da Sabato Di Lascio ed Alfredo Cuozzo, che da Acerno spacciava droga nel salernitano e nell’avellinese. Un gruppo che riusciva a muoversi senza difficoltà grazie ad una intesa trovata con Ciro Persico, finito, invece, nell’inchiesta Prestigio, conclusa la scorsa settimana. E’ stata la pace siglata con Ciro Persico, referente dello storico gruppo delinquenziale del centro storico di Salerno, a consentire all’organizzazione capeggiata da Cuozzo e Di Lascio di far girare droga nel salernitano e nell’avellinese e fare affari con un fatturato stimato in circa100 mila euro al mese. «Zio» Ciro, finito nel blitz anti-droga della scorsa settimana, da avversario era diventato sostenitore del gruppo. Le ventisei persone arrestate, ieri mattina, dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Salerno, a conclusione dell’indagine condotta dalla Direzione Distrettuale Antimafia, erano parte del sistema che da Acerno riforniva numerose piazze di spaccio. Sotto inchiesta sono finiti anche i titolari di agenzie telefoniche ed automobilistiche. L’organizzazione, attraverso l’utilizzo di documenti smarriti oppure falsamente riprodotti, attivava sim telefoniche intestate a persone fittizie per eludere le intercettazioni. Stessa cosa succedeva con le auto utilizzate per il trasporto della droga dopo aver creato un doppio fondo. Le vetture, provenienti dall’Olanda, venivano immatricolate in Italia e poi intestate fittiziamente a persone ignare. A tre degli arrestati viene contestato anche il reato di detenzione e porto abusivo di una pistola semiautomatica "Tanfoglio", due dei quali l'avrebbero portata illegalmente in un luogo pubblico di Acerno, esplodendo, di notte, alcuni colpi di pistola verso un cavallo di proprietà di un altro spacciatore per convincerlo a desistere da attività di spaccio concorrenziali.

rank:

Cronaca

Cronaca

Si perdono due bambine, ritrovate a Mercato S.Severino

Sono state ritrovate a Mercato San Severino e stanno bene le due bambine di 9 e 10 anni che erano scomparse intorno alle 13 di oggi in centro a Salerno. A ritrovarle i Carabinieri della compagnia del capoluogo, che le hanno rintracciate all'interno del centro commerciale Plaza gallery a Mercato San Severino....

Cronaca

La Campania resta gialla insieme ad altri 5 territori

Tre, dodici e sei. Sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, il ministro della Salute, Roberto Speranza, firmerà nelle prossime ore una nuova ordinanza che andrà in vigore a partire da domenica 17 gennaio. Sono tre i territori che passano in zona rossa: sono la provincia autonoma...

Cronaca

Scuola, dubbio in Campania sul ritorno delle altre classi

Mentre i genitori si dividono tra favorevoli e contrari alla didattica a distanza, resta da capire se lunedì torneranno in classe gli alunni di terza, quarta e quinta elementare in Campania. A livello nazionale le scuole dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado sono già aperte. La Regione...

Cronaca

Ristoratori aperti di sera, flash mob di protesta

Locali aperti di sera anche se le norme prevedono la chiusura alle 18. All'interno, però, solo i proprietari e i dipendenti. I gestori salernitani di ristoranti, pizzerie, bar e pub scelgono un'azione dimostrativa per mettere in evidenza che, nel loro settore, è possibile stare aperti e garantire la...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi