Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 12 ore fa S. Claudio martire

Date rapide

Oggi: 7 luglio

Ieri: 6 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaDroga e cellulari nel carcere a Fuorni. Stangata per i capi: 30 condanne

Cronaca

Droga e cellulari nel carcere a Fuorni. Stangata per i capi: 30 condanne

Scritto da (Anna Sarno), martedì 11 gennaio 2022 17:57:58

Ultimo aggiornamento martedì 11 gennaio 2022 17:57:58

Sono 30 gli imputati, tra i quali anche una guardia penitenziaria, accusata di aver fatto da tramite con l'esterno per far entrare in carcere droga e telefoni cellulari, condannata a 3 anni e 4 mesi di reclusione. Due i gruppi criminali che gestivano lo spaccio di droga e che introducevano illegalmente cellulari in carcere: uno faceva riferimento capo Luigi Albergatore, condannato ad una pena di 15 anni e 6 mesi; l'altro al nocerino Michele Cuomo condannato a 17 anni e 8 mesi. Le sentenze del processo "Prison break" confermano le ricostruzioni fatte dalla Procura Antimafia sul sistema criminale con base nel carcere di Fuorni e nei territori di Salerno e Nocera Inferiore. Oltre 190 gli anni di carcere ottenuti dall'Antimafia e decisi dal gup, con rito abbreviato ieri mattina, per i componenti di due gruppi .Michele Cuomo, vertice dell'organizzazione, aveva costituito in collaborazione con i suoi sodali, anche all'interno della Casa Circondariale di Salerno, una piazza di spaccio introducendo all'interno droga e telefoni cellulari funzionali all'espletamento di questa attività.Il modus operandi del traffico di stupefacenti era articolato con vere e proprie "piazze di spaccio" all'interno della struttura carceraria, con addetti alla detenzione della droga all'interno di intercapedini e armadietti nelle celle, altri addetti all'introduzione all'interno del carcere tramite parenti o affini che venivano per le visite periodiche e nascondevano i cellulari e la droga nelle parti intime ed infine una struttura articolata esterna di pagamenti tramite Postepay che venivano ricaricate dall'esterno e servivano per pagare l'acquisto di stupefacente nel carcere. L'acquisto dei cellulari aveva raggiunto le dimensioni di un vero e proprio mercato, infatti bastava ordinare la marca ed il modello per riceverlo dai visitatori e pagarlo attraverso bonifici alle Postepay dedicate. L'utilizzo dei cellulari avveniva attraverso sim intestate a soggetti irreperibili e quasi sempre extracomunitari ed erano usati sia per conversazioni personali con parenti all'esterno del carcere che con i fiancheggiatori utilizzati per le ricariche Postepay e per impartire direttive e ordini agli affiliati al clan.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Saggese Tozzi: «Cautela, usate le mascherine»

La variante portoghese della Omicron fa risalire l'incidenza dei nuovi positivi rispetto al numero di tamponi eseguiti oltre il 30% nel salernitano, ovvero sopra la media nazionale, e col timore che ci siano diversi casi non dichiarati, visto che un numero crescente di persone ricorre al "fai da te"....

Cronaca

Intitolata a Nilde Iotti la Villa comunale di Filetta

Un simbolo, un esempio da seguire, Nilde Iotti è stata una donna forte, coraggiosa e tenace, la prima a ricoprire la terza più alta carica dello Stato come Presidente della Camera dei Deputati: a lei è intitolata ora la Villa Comunale di Filetta, su iniziativa del Comune di San Cipriano Picentino e della...

Cronaca

Interrogatori di garanzia dopo il blitz, gli Stellato muti davanti al gip

Hanno fatto scena muta davanti al gip Indinnimeo gli indagati ritenuti appartenenti al gruppo capeggiato da Giuseppe Stellato, alias Papacchione, nel corso dei primi interrogatori di garanzia in carcere ieri mattina. Non è emerso nulla di nuovo sulla droga, le armi, le estorsioni, al centro dell'inchiesta...

Cronaca

Lite a Mercatello, 19enne accoltellato ancora in prognosi riservata

Ha dovuto subire due interventi chirurgici ed è ancora in prognosi riservata il diciannovenne accoltellato in via Leucosia a Mercatello l'altra sera: i medici hanno bloccato le emorragie, a seguito dei colpi ricevuti dal ragazzo alla nuca e al fianco sinistro. Cinque coltellate in tutto che gli avevano...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera Amalfitana