Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 14 ore fa S. Giacomo apostolo

Date rapide

Oggi: 25 luglio

Ieri: 24 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaFonderie Pisano, sfida agli enti: noi pronti per la delocalizzazione, e voi?

Cronaca

Dopo l'esito (in primo grado) della causa la proprietà si muove e chiede un incontro fattivo

Fonderie Pisano, sfida agli enti: noi pronti per la delocalizzazione, e voi?

La base di partenza la vittoria della causa proposta dal Comune di Buccino

Scritto da (Francesca Salemme), mercoledì 18 novembre 2020 17:19:16

Ultimo aggiornamento mercoledì 18 novembre 2020 17:19:16

In una lettera indirizzata alle istituzioni regionali e cittadine tra cui ilpresidente De Luca, il Presidente della Provincia e i Sindaci di Salerno e Buccino, la proprietà delle Fonderie Pisano sottolinea ancora una volta la propria volontà a delocalizzare il sito di Fratte.

Di più, lancia il guanto di sfida alle istituzioni, comunali, provinciali e regionali, sulla necessità della delocalizzazione: "Negli ultimi anni - scrive il presidente Guido Pisano - la nostra azienda ha subito un attacco mediatico attraverso il quale è stata accusata di essere l'unica fonte d'inquinamento della Valle dell'Irno... Nei giorni scorsi si è concluso il giudizio sulle accuse formulate contro di noi in seguito a una indagine che ha preso il via nel 2016, e la nostra azienda è stata assolta da tutti i capi di imputazione perché il fatto non sussiste, riscontrando l'assenza di qualsiasi tipologia di reato di inquinamento di aria ed acqua, appurando il pieno rispetto di tutte le norme, e sanzionando la non corretta gestione di una parte dei rifiutinon pericolosi".

 

"La nostra azienda è presente nella zona - prosegue Pisano - da oltre centosessanta anni, e dopo tutti gli accertamenti compiuti, potremmo continuare a fare attività industriale e apportare ricchezza e valore aggiunto lì dove si trova a operare; ma, invece, intende avviare un programma che prevede una nuova localizzazione del sito... La nostra attuale collocazione è in una area industriale che negli anni ha visto espellere tutti i siti produttivi per, poi, essere invasa da insediamenti residenziali, qualche volta anche in maniera non conforme alle disposizioni legislative".

Pisano ricorda che da tempo la proprietà ha posto al centro dell'attenzione la necessità di procedere verso una nuova localizzazione dello stabilimento di Fratte, vincendo - innanzi al Tar - la causa proposta dal Comune di Buccino.

 

Il punto sul quale discutere ora, aggiunge, è "il nuovo stabilimento da noi progettato con la massima attenzione agli aspetti ambientali e produttivi" e, nel rivendicare la posizione (e la prontezza) dell'azienda, domanda: "siamo pronti e disponibili - tutti insieme - ad affrontare questa nuova e grande, non più rinviabile, sfida?".

La lettera si conclude quindi con la richiesta di un incontro nel corso del quale illustrare il progetto nei minimi dettagli, con particolare riferimento agli aspetti tecnici e alle ricadute economiche e occupazionali. "Da parte nostra sarà approfondito, ovviamente, - chiosa Pisano - ogni tipo di influenza sugli equilibri del contesto ambientale nel quale la struttura produttiva andrà a inserirsi".

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Crescent: una storia lunga quattordici anni

Ispirato a quello settecentesco di Bath, il Crescent di Salerno, l'emiciclo di cemento ideato dall'architetto catalano Ricardo Bofill, prese forma nel 2007, con le prime delibere della giunta comunale dell'epoca. L'opera, articolata in sei settori con abitazioni, uffici, locali commerciali e box auto...

Cronaca

Cresce ancora il numero dei ricoveri in Campania per il Covid: +5

Cresce per il secondo giorno consecutivo il numero dei ricoveri in Campania per il Covid: al +9 di ieri si somma oggi un +5, con le degenze ordinarie che si attestano a 189. Cala invece lievemente l'occupazione delle terapie intensive (-1), a quota 11. Nel bollettino odierno dell'unità di crisi si segnalano...

Cronaca

"Processo Crescent", De Luca assolto anche in appello

Assoluzione anche in appello per Vincenzo De Luca e per tutti gli imputati del processo Crescent. La sentenza è stata pronunciata oggi dalla Corte d'Appello di Salerno. In questo secondo grado di giudizio la Procura aveva chiesto la condanna dell'ex sindaco di Salerno ad 1 anno e 6 mesi (come per il...

Cronaca

Rissa e lesioni: blitz dei carabinieri nel Salernitano, 11 minori nei guai

Un provvedimento esemplare perché il fenomeno delle risse sta diventando sempre più inquietante e pericoloso: lo dice con chiarezza Patrizia Imperato, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni Salerno, illustrando i dettagli dell'operazione che alle prime luci dell'alba, ha visto...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi