Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 9 ore fa S. Pacifico da S. Severino

Date rapide

Oggi: 24 settembre

Ieri: 23 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Lira TV

Tu sei qui: CronacaFurto di auto dell’Asl: ipotesi truffe per coronavirus; stare attenti in ogni caso

Cronaca

Furto di auto dell’Asl: ipotesi truffe per coronavirus; stare attenti in ogni caso

Scritto da (admin), mercoledì 26 febbraio 2020 12:09:40

Ultimo aggiornamento mercoledì 26 febbraio 2020 12:09:40

Vale oggi ancor di più l’indicazione data dal Governo e dalle autorità sanitarie a stare attenti a possibili speculatori, se non veri e propri truffatori, che potrebbero approfittare dell’emergenza coronavirus per pensare a raggiri o a veri e propri furti. E’ confermata la notizia del furto di un paio di mezzi dell’Asl di Salerno- due fiat Panda in particolare- che ha fatto scattare un campanello d’allarme ulteriore, in aggiunta alle segnalazioni e alle denunce di routine. Anche se pare strano che malintenzionati possano usare mezzi con livrea dell’Asl e targa regolare per commettere reati, la situazione prevede cautela ed attenzione da parte di tutti, anziani in primis. Le vetture sono state rubate in tempi diversi (la prima dieci giorni fa, la seconda ieri) e in due dipartimenti differenti (veterinari, in particolare). Sembra difficile individuare connessioni con chi sta cercando di approfittare dell’emergenza coronavirus, ma l’appello a tutti è a stare comunque in campana. Sono tanti i casi segnalati in tutta Italia di persone che bussano alla porta dicendo di dover effettuare accertamenti o tamponi a domicilio per il coronavirus, salvo poi rivelarsi truffatori o ladri a caccia di soldi e preziosi. Va ribadito ancora una volta che nessuno è autorizzato a fare prelievi o test a domicilio. Asl o autorità sanitarie arrivano a casa solo dopo la richiesta del cittadino che sospetta l’infezione e dopo aver seguito una precisa procedura concordata con gli operatori. In altre parole, se non avete segnalato sospetti d’infezione e non avete chiamato voi stessi le autorità mediante i numeri d’emergenza e quelli dedicati al caso coronavirus, non dovete aprire la porta a chi dovesse dire di dover effettuare test medici o tamponi a domicilio.

rank:

Cronaca

Cronaca

Cava de'Tirreni: rinvio apertura scuole a lunedì

All'elenco dei centri che hanno rinviato l'inizio dell'anno scolastico oggi si aggiunge anche Cava de' Tirreni: con l'ordinanza sindacale n° 306 del 23 settembre 2020, è stata disposta l'apertura di tutte le scuole pubbliche del territorio cavese, lunedì prossimo 28 settembre. Il provvedimento è stato...

Cronaca

Prevenzione, riparte il camper

Riparte da Salerno l'edizione 2020 della campagna di screening oncologici gratuiti "Mi voglio Bene" realizzata dalla Regione Campania in collaborazione con l'Asl Salerno con l'obiettivo di incentivare l'adesione agli screening oncologici gratuiti. L'iniziativa, che l'Asl salernitana propone ogni anno,...

Cronaca

La riapertura delle scuole a Salerno slitta al 28 settembre

Il Sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, accogliendo le istanze avanzate dai dirigenti scolastici degli istituti cittadini, ha ordinato il rinvio dell'inizio delle attività didattiche al prossimo lunedì 28 settembre. La decisione si è resa necessaria per consentire il completamento delle operazioni di...

Cronaca

Rissa a Nocera Inferiore, identificati due giovani

Sono stati identificati due dei giovani coinvolti nella rissa avvenuta domenica pomeriggio in pieno centro a Nocera Inferiore. I carabinieri del Reparto Territoriale hanno denunciato due ragazzi di 24 e 28 anni residenti nel napoletano. I fatti La rissa si è consumata poco dopo le 18.30 all'incrocio...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi