Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 14 ore fa S. Chiara da Montefalco

Date rapide

Oggi: 17 agosto

Ieri: 16 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaGarza dimenticata durante un intervento, Coscioni indagato ma D'Amato non lo sospende

Cronaca

Inchiesta per la morte di un 62enne operato al cuore dall’equipe di Coscioni

Garza dimenticata durante un intervento, Coscioni indagato ma D'Amato non lo sospende

Atteggiamento pilatesco del manager del Ruggi

Scritto da (Antonio Esposito), lunedì 1 agosto 2022 13:16:44

Ultimo aggiornamento lunedì 1 agosto 2022 13:20:14

Cinque persone indagate per la morte di Umberto Maddolo, il 62enne di Capaccio Paestum deceduto dopo un intervento al cuore. L'uomo aveva avuto un malore dopo l'operazione, che lo ha stroncato: i familiari, che denunciarono la vicenda, erano riusciti ad ottenere la riesumazione della salma, che ha portato a scoprire che nel corpo c'era una garza di 15 centimetri. La Procura di Salerno ha quindi iscritto nel registro degli indagati cinque medici, tra cui il dottor Enrico Coscioni, primario di Cardiochirurgia dell'ospedale San Giovanni di Dio - Ruggi d'Aragona. Le ipotesi contestate ai cinque indagati sono, a vario titolo, omicidio colposo e responsabilità colposa per morte o lesioni personali in ambito sanitario in concorso. Sequestrate anche le cartelle cliniche relative a Umberto Maddolo.

Sulla vicenda della morte del 62enne Maddolo, anticipata da " Le Cronache", e rilanciata oggi da tutti i principali giornali è intervenuto anche Vincenzo D'Amato, il direttore dell'azienda. Una nota, quella di D'Amato, pilatesca poco rispettosa per il dolore della famiglia Maddalo e scarsamente cautelativa nei confronti degli indagati nei cui confronti i magistrati ipotizzano il reato di "cooperazione in omicidio colposo".

D'Amato dovrebbe sapere che una garza lunga poco meno di 15 centimetri non si trova per caso nel corpo di un paziente e la sospensione di Coscioni e della sua equipe a tal riguardo poteva essere quanto mai opportuna per un rigoroso quanto celere accertamento dei fatti per usare le stesse parole del manager nella nota che stona con la gravità della situazione.

Siamo certi che il dottor Coscioni manterrà la giusta e adeguata serenità negli interventi che attendono lui e la sua equipe ma se dovesse registrarsi un altro decesso cosa accadrebbe? Non si rischierebbe di perdere in un sol colpo la credibilità di un reparto che fino a qualche tempo fa era considerato una eccellenza?

La garza c'è ed è stata trovata lì dove non doveva trovarsi. E' già questo è un dato fondamentale che non basta ad evocare l'applicazione delle linee guida che riguardano e contengono solo regole di perizia e non afferiscono ai profili di negligenza e di imprudenza.

La giurisprudenza segnala che, in tema di colpa professionale, nel caso di equipe chirurgica ogni sanitario è tenuto ad osservare gli obblighi ad ognuno derivanti dalla convergenza di tutte le attività verso il fine comune ed unico. Principio dal quale discende che ogni sanitario non può esimersi dal conoscere e valutare l'attività precedente o contestuale svolta da altro collega, sia pure specialista in altra disciplina, e dal controllarne la correttezza, se del caso ponendo rimedio o facendo in modo che si ponga opportunamente rimedio ad errori altrui che siano evidenti e non settoriali e, come tali, rilevabili ed emendabili con l'ausilio delle comuni conoscenze scientifiche del professionista medio

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Campania, allerta meteo gialla a partire dalla mezzanotte

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un nuovo avviso di criticità di colore Giallo per piogge e temporali per la giornata di domani sulla Campania, ad esclusione di Alta Irpinia e Sannio e Tanagro. L'avviso sarà valido dalla mezzanotte alle 14:00 di martedì 16 agosto su varie zone....

Cronaca

Ferragosto, Salerno sold out: è boom di turisti in città

E' boom di turisti in città per il week end di Ferragosto. Tanti i visitatori stranieri in giro per Salerno. Tra le mete più ambite come sempre il Duomo. Anche ieri sono stati diversi i turisti in visita alla cattedrale e che poi si sono riversati per le vie del centro storico. In molti, dunque, hanno...

Cronaca

Ferragosto 2022, domani scatta il bollino nero

Quella di domani sarà una giornata caratterizzata dal bollino nero, colore che indica livelli critici di traffico. Nel pomeriggio la situazione migliorerà, ma non di molto sulla rete autostradale, quando il bollino diventerà rosso. Le forze dell'ordine e le autorità che gestiscono i percorsi stradali...

Cronaca

Maltempo, danni in provincia: caduta massi sull’Amalfitana

Danni e disagi a causa dell'ondata di maltempo che nelle ultime ore ha travolto Salerno e provincia, sebbene a macchia di leopardo. In alcuni punti del territorio però si sono registrate parecchie difficoltà e diversi sono stati gli interventi dei Vigili del Fuoco nelle ultime ore. Le forti piogge di...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera Amalfitana