Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 5 minuti fa S. Giovanni da Cap.

Date rapide

Oggi: 23 ottobre

Ieri: 22 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaGuerriglia in carcere, il pm chiede il processo per i detenuti

Cronaca

Furono tredici i reclusi coinvolti

Guerriglia in carcere, il pm chiede il processo per i detenuti

La rissa avvenne nella casa circondariale di Fuorni il 5 aprile 2019. A fronteggiarsi furono detenuti salernitani e napoletani

Scritto da Simona Cataldo (Simona Cataldo), venerdì 2 ottobre 2020 11:42:02

Ultimo aggiornamento venerdì 2 ottobre 2020 11:44:50

Processo per i detenuti coinvolti nella rissa scoppiata il 5 aprile 2019 nella casa circondariale di Salerno. Il sostituto procuratore Maria Benincasa ha richiesto il rinvio a giudizio per undici dei tredici detenuti ritenuti responsabili della guerriglia che, secondo la Procura di Salerno, sarebbe esplosa a seguito del pestaggio di un detenuto napoletano, avvenuto qualche ora prima.

A fronteggiarsi furono carcerati napoletani e salernitani che, dopo aver sottratto le chiavi di alcuni settori della casa circondariale, entrarono in contatto tra loro. La rissa avvenne a colpi di bastoni ed estintori e provocò danniagli arredi delle celle. La guerriglia fu sedata dopo qualche ora dal personale in servizio nell'istituto di pena, anche grazie all'arrivo di rinforzi del nucleo operativo. Qualche ora dopo, i protagonisti della maxi-rissa, dieci salernitani e tre napoletani, furono trasferiti in altre carceri italiane.

Gli undici detenuti che andranno a processo devono rispondere di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, lesioni personali, danneggiamenti e rapina per avere sottratto le chiavi delle celle agli agenti in servizio.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Protesta gestori dei locali contro le chiusure: “rischiamo il fallimento”

Gestori dei locali, dipendenti, fornitori, rappresentanti... tutti "uniti per non fallire". Dietro questo slogan si incontrano in piazza Amendola, nel rispetto del distanziamento, tanti lavoratori che rischiano conseguenze economiche gravi dopo le ultime disposizioni di Governo e Regione Campania. Le...

Cronaca

In vigore da stasera il coprifuoco in Campania. Scuole ancora sospese

Entra in vigore alle 23 di stasera l'ordinanza che vieta gli spostamenti notturni e di fatto limita le attività di ristorazione. In Campania dieci giorni di tempo per valutare un lockdown generale nelle zone a più alta incidenza di casi. Sospese le decisioni sulla riapertura delle scuole. Cosa prevede...

Cronaca

Porto: audizione della commissione antimafia del Prefetto di Salerno

Audizione del prefetto di Salerno in Commissione parlamentare antimafia. Si è parlato del porto e dell'economia legale e sommersa. «Il porto di Salerno va ripulito da ogni forma di crimine organizzato», dice il prefetto Francesco Russo nel corso dell'audizione davanti alla commissione parlamentare antimafia....

Cronaca

Covid-19 Campania, chiarimento Ordinanza n.83 del 22 ottobre 2020

Con l'Ordinanza n.83 di oggi, è stato tra l'altro confermato il divieto di mobilità interprovinciale per i cittadini che hanno residenza, domicilio o dimora abituale nel territorio campano. La misura è finalizzata ad impedire la diffusione del virus da aree a maggiore intensità di contagio ad aree della...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi