Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 10 minuti fa S. Pacifico da S. Severino

Date rapide

Oggi: 24 settembre

Ieri: 23 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Lira TV

Tu sei qui: CronacaIl teatro salernitano piange la scomparsa di Gino Esposito

Cronaca

Il teatro salernitano piange la scomparsa di Gino Esposito

Scritto da (admin), giovedì 30 aprile 2020 10:00:59

Ultimo aggiornamento giovedì 30 aprile 2020 10:00:59

Una vita per il teatro, con quel sorriso che non lo ha mai abbandonato, anche nei suoi ultimi e difficili giorni in cui ha dovuto combattere con quel terribile male che lo ha strappato all’affetto dei suoi cari: il regista teatrale Luigi Esposito, per tutti, semplicemente, Gino, se n’è andato in punta di piedi questa mattina, all’età di 77 anni. Nato a Sarno, ma salernitano d’adozione, si è sempre dedicato anima e corpo al teatro. Una passione coltivata fin da giovane, quando ha iniziato a frequentare e poi a collaborare con il Teatro San Genesio. E’ stato tra i fondatori del Ridotto e poi della compagnia del "Gruppo Umoristico Salernitano", nel lontano 1976, diventata poi "Teatro Comico Salernitano", nonché la sua seconda famiglia. La sua passione lo aveva portato ad ideare rassegne e premi come Comicittà, che si svolgeva al Forte La Carnale, ma soprattutto a costruire, letteralmente, dal nulla, un teatro, quello dell’Arbostella, divenuto la sua seconda casa. Quel teatro, di cui era direttore artistico, era la sua creatura, nata per accontentare il pubblico della zona orientale della città che ha sempre risposto presente a tutte le chiamate. Gino Esposito amava i classici napoletani che rivisitava e plasmava, adattandoli ai suoi attori, quelli che metteva al centro di tutto. Chi ha lavorato con lui, ha sempre detto che Gino Esposito sarebbe stato capace di far recitare anche le pietre: un regista per eccellenza.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Albanella: rubano gasolio da cisterne della scuola media, arrestati

Rubano gasolio dalle cisterne di una scuola di Albanella, ma vengono arrestati dai Carabinieri. È accaduto ieri sera, all'interno della scuola media del paese, dove era stato segnalato il furto. I due ladri sono italiani, hanno 41 e 52 anni e viaggiavano su un Fiat Ducato, quando sono stati fermati dai...

Cronaca

Speranza: test anche a scuola

Altri 20 decessi ieri, in Italia e nuovo record di positivi in Campania: 248 su 4901 tamponi effettuati, con la buona notizia dei 136 guariti. A livello nazionale, mentre in Germania si attrezzano per quella che è stata già individuata dal Governo tedesco quale la seconda, insidiosa ondata, il Premier...

Cronaca

Cava de'Tirreni: rinvio apertura scuole a lunedì

All'elenco dei centri che hanno rinviato l'inizio dell'anno scolastico oggi si aggiunge anche Cava de' Tirreni: con l'ordinanza sindacale n° 306 del 23 settembre 2020, è stata disposta l'apertura di tutte le scuole pubbliche del territorio cavese, lunedì prossimo 28 settembre. Il provvedimento è stato...

Cronaca

Prevenzione, riparte il camper

Riparte da Salerno l'edizione 2020 della campagna di screening oncologici gratuiti "Mi voglio Bene" realizzata dalla Regione Campania in collaborazione con l'Asl Salerno con l'obiettivo di incentivare l'adesione agli screening oncologici gratuiti. L'iniziativa, che l'Asl salernitana propone ogni anno,...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi