Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 17 ore fa S. Teofilo vescovo

Date rapide

Oggi: 7 marzo

Ieri: 6 marzo

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaInfanticidio Roccapiemonte: carcere per la madre, in libertà il "presunto" padre

Cronaca

Svolta nell’inchiesta: il gip del Tribunale di Nocera Inferiore convalida la misura cautelare in carcere per la madre, piantonata in ospedale

Infanticidio Roccapiemonte: carcere per la madre, in libertà il "presunto" padre

Torna in libertà il marito della donna che nega la paternità

Scritto da (Francesca De Simone), domenica 6 settembre 2020 15:00:36

Ultimo aggiornamento domenica 6 settembre 2020 15:00:36

È stato rimesso in libertà il presunto padre della neonata che il 2 settembre era stata trovata cadavere in un'aiuola a Roccapiemonte. L'uomo respinge le accuse, ribadendo di non essere stato a conoscenza della gravidanza della moglie, negando anche la paternità. Confermato il carcere, invece, per la madre della piccola. Arriva ad una svolta l'inchiesta della Procura di Nocera Inferiore sul terribile infanticidio avvenuto in provincia di Salerno.

Il presunto padre della neonata è stato liberato, dopo che il gip Luigi Levita ha respinto la richiesta del pm Roberto Lenza. E' stata così accolta l'istanza degli avvocati Michele Tedesco e Antonio Lauro, difensori del 47 enne che era in carcere da giovedì scorso. La misura cautelare non è stata convalidata per mancanza di gravi indizi di colpevolezza. "Sono felice di aver incontrato un magistrato che ha avuto il coraggio di prendere la decisione giusta nonostante vi fossero i riflettori puntati su questa vicenda", ha detto all'ANSA l'avvocato Michele Tedesco. Confermata, invece, la misura cautelare del carcere per la madre del neonato. La 42enne per ora resta piantonata all'ospedale di Nocera Inferiore dove è ricoverata nel reparto di Ginecologia. I legali della donna, Stefano Della Corte e Giovanna Ventre hanno affermato che la loro assistita "è affetta da anni da grave patologia psichiatrica, per la quale era in cura presso vari specialisti", ed è devastata da questa tragedia. Lei e le famiglie hanno provveduto al funerale ed a dare sepoltura alla piccola. La disponibilità con l'autorità giudiziaria, in cui si ha la massima fiducia, sarà totale", concludono i legali.

Le indagini, in ogni caso, proseguono ed i carabinieri nei prossimi giorni effettueranno nuovi accertamenti a casa della coppia perché i dubbi da chiarire rimangono molti. Inoltre, verrà eseguito anche l'esame del DNA, perché il marito della donna che ha dato alla luce la piccola sostiene di non essere il padre biologico della neonata ed ha spiegato che dopo un periodo di separazione lui ed il figlio sarebbero tornati a vivere in quella casa solo a gennaio. Solo il test di paternità potrà sciogliere anche questo dubbio.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Cartellino rosso

Esce il rosso, ma più che di roulette qui si parla di roulette russa: il rischio è troppo alto per continuare a giocare, in piena terza ondata, come siamo, travolti da numeri che suonano a mo' di costante campanello d'allarme: "Da oltre una settimana - come ha sottolineato il Governatore De Luca - registriamo...

Cronaca

Acerno: uomo ai domiciliari per stalking. E’ stato arrestato in flagranza

È stato grazie al tempestivo intervento dei Carabinieri della stazione di Acerno che un uomo di 64 anni è finito agli arresti domiciliari per stalking, colto in flagrante mentre inseguiva in auto la donna con cui aveva avuto una relazione. La signora, vistasi braccata già in autostrada dal suo ex, mentre...

Cronaca

Covid-19. In Prefettura per parlare della zona rossa e dei controlli

Si è tenuta in videoconferenza la riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica convocato e presieduto dal Prefetto Francesco Russo, per discutere dei controlli in zona rossa. Hanno partecipato il Presidente della Provincia, il Sindaco di Salerno, i Sindaci delle 8 grandi città...

Cronaca

Covid: la Campania entra in zona rossa

Cambio di colore per le regioni: la Campania entra in zona rossa, il Piemonte va in arancione, Liguria e Lazio restano gialle, si salva la Lombardia, in arancione rafforzato. E' la decisione della cabina di regia sulla base dei dati del monitoraggio settimanale. In serata il ministro della Salute Roberto...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi