Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 5 ore fa S. Francesco Saverio

Date rapide

Oggi: 3 dicembre

Ieri: 2 dicembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaLa firma? De Luca fa chiarezza...

Cronaca

La firma? De Luca fa chiarezza...

Scritto da (admin), venerdì 22 maggio 2020 17:17:26

Ultimo aggiornamento venerdì 22 maggio 2020 17:17:26

Il modello Campania, visto oggi con interesse e forse anche un pizzico di invidia, consiste in tre obiettivi: aprire tutto, ma per sempre senza correre il rischio di dover richiudere subito dopo, tutelare la vita delle nostre famiglie e offrire un aiuto concreto e immediato alle fasce più deboli, oltre che alle imprese in difficoltà. "Continuiamo a muoverci così come abbiamo fatto dai primi attimi di questa emergenza sanitaria – ha detto il Governatore De Luca – in maniera ordinata e semplice. In queste settimane stiamo assistendo ad una situazione nuova, ad un’Italia capovolta, con le regioni del Sud che riescono a gestire meglio il problema, rispetto a quelle del nord. Abbiamo avuto l’impressione che i comportamenti più rigorosi si siano visti nel mezzogiorno, mentre al nord ci si è un po’ incartati con qualche elemento di ammuina. La settimana scorsa – continua De Luca – altra ammuina con la Regione Campania che non firmava l’accordo col Governo. Non c’era assolutamente nulla da firmare. La Regione Campania ha semplicemente posto due problemi, uno relativo alle aperture di lunedì 18 maggio e uno più complesso relativo ai rispettivi ruoli di Stato e Regioni. La realtà che qualcuno ha voluto capovolgere – dice il Governatore – è questa: la Campania ha difeso l’unitarietà dello stato italiano contro la tendenza alla frantumazione in 20 regioni-staterelli. Una posizione semplice e chiara che tuttavia non è emersa. Una settimana fa, eravamo chiamati a decidere quale istituzione dovesse certificare lo stato dell’epidemia, cioè se tale valutazione dovessero farla 20 regioni autonomamente o il Governo centrale, tramite il Ministero della Salute. Ebbene, la Regione Campania ha sostenuto la propria tesi, cioè che il compito spettasse al Ministro competente. Una Regione può monitorare la curva epidemiologica del proprio territorio, non certo dell’intero Paese, per cui lo stato dell’epidemia non può che essere valutato e monitorato dallo Stato. Il motivo del dissenso era tutto qui: incredibilmente, abbiamo difeso il ruolo del Ministro e del Governo Nazionale contro la spinta alla frantumazione e a Roma hanno deciso il contrario, cioè delegando il tutto alle Regioni". De Luca chiude il concetto con una domanda da 100 pistole: "Se il 3 giugno si apre alla mobilità interregionale, chi decide? Ci si mette d’accordo tra Governatori o ci pensa lo Stato?".

rank:

Cronaca

Cronaca

Covid Campania, per la prima volta in un mese positivi meno del 10% dei tamponi analizzati

Diminuiscono ancora i contagi in Campania. L'Unità di Crisi Regionale per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 ha fatto sapere che sono 1.842 i nuovi positivi, di cui 1.657 asintomatici e 185 sintomatici su 19.759 tamponi effettuati ieri....

Cronaca

Covid, contagi in calo nel salernitano dopo il picco di metà novembre

I dati confermano il calo di contagi degli ultimi giorni. Il coronavirus a Salerno e provincia in 24 ore registra 304 positivi. Dal 7 novembre ad oggi, tolta la giornata del 28 con 258 casi, è il dato più basso. Il picco con 813 positivi c'è stato il 15 novembre, prima e dopo ci sono stati diversi giorni...

Cronaca

Scuola, il Governo valuta riapertura 14 dicembre

Continua il braccio di ferro sul ritorno in presenza degli studenti, anche quelli delle scuole superiori: il premier Conte insiste con la riapertura nel mese di dicembre. Il presidente del Consiglio sostiene che sarebbe un segnale per il Paese "e per i ragazzi". I capigruppo di maggioranza hanno molti...

Cronaca

Carabinieri in azione a Matierno, pusher in manette

L'azione antidroga dei Carabinieri della Compagnia di Salerno prosegue senza sosta. Nelle ultime ore è stato compiuto un intervento lampo dalla Sezione Radiomobile presso l'abitazione di un 47enne salernitano ai domiciliari. Il blitz ha portato alla scoperta di 35 grammi di eroina e 25 di cocaina, in...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi