Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 5 ore fa S. Massimiliano K.

Date rapide

Oggi: 14 agosto

Ieri: 13 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaLa lava di fango: oggi è il giorno del dolore

Cronaca

Ventitrè anni fa l’alluvione che provocò la strage nel fango in diversi paesi della provincia di Salerno, in particolare a Sarno

La lava di fango: oggi è il giorno del dolore

Il ricordo di quella tragedia del 5 maggio del 1998 è ancora vivo nella memoria di tutti

Scritto da (Francesca De Simone), mercoledì 5 maggio 2021 13:15:04

Ultimo aggiornamento mercoledì 5 maggio 2021 13:15:04

L'alluvione, la colata di fango che travolge tutto e tutti, le vittime, il dolore: oggi per Sarno, così come per Siano, Quindici e Bracigliano è il giorno del ricordo. E' il giorno della memoria di quella terribile tragedia che appartiene al passato, ma che lascia ferite ancora aperte. Il 5 maggio del 1998 la "strage nel fango" provocò la morte di 160 persone, di cui 137 nella sola città di Sarno. La frazione di Episcopio venne totalmente distrutta. Da quel fiume di fango che avanzava dal monte Saro furono travolte centinaia di case, compreso l'ospedale Villa Malta. Tra le vittime ci furono anche alcuni medici che non si allontanarono dalla struttura nemmeno quando capirono cosa stesse succedendo. Le operazioni di soccorso durarono giorni e furono terribilmente complicate perché i detriti di fango avevano letteralmente seppellito alcune abitazioni arrivando fino ai piani alti. Furono diversi i distaccamenti di forze dell'ordine, vigili del fuoco e volontari provenienti da varie zone d'Italia a prestare soccorso alle popolazioni colpite. Sono trascorsi 23 anni da quella terribile tragedia che ha profondamente segnato il nostro territorio. In piazza 5 maggio a Sarno sono stati piantati alcuni alberi, nel ricordo di chi ha perso la vita in quel tragico evento.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Ferragosto, Salerno sold out: è boom di turisti in città

E' boom di turisti in città per il week end di Ferragosto. Tanti i visitatori stranieri in giro per Salerno. Tra le mete più ambite come sempre il Duomo. Anche ieri sono stati diversi i turisti in visita alla cattedrale e che poi si sono riversati per le vie del centro storico. In molti, dunque, hanno...

Cronaca

Ferragosto 2022, domani scatta il bollino nero

Quella di domani sarà una giornata caratterizzata dal bollino nero, colore che indica livelli critici di traffico. Nel pomeriggio la situazione migliorerà, ma non di molto sulla rete autostradale, quando il bollino diventerà rosso. Le forze dell'ordine e le autorità che gestiscono i percorsi stradali...

Cronaca

Maltempo, danni in provincia: caduta massi sull’Amalfitana

Danni e disagi a causa dell'ondata di maltempo che nelle ultime ore ha travolto Salerno e provincia, sebbene a macchia di leopardo. In alcuni punti del territorio però si sono registrate parecchie difficoltà e diversi sono stati gli interventi dei Vigili del Fuoco nelle ultime ore. Le forti piogge di...

Cronaca

Salernitana, cresce l’attesa dei tifosi: tra 48 ore è già campionato

Ancora 48 ore e sarà finalmente campionato. Dagli ombrelloni agli spalti il passo è breve, l'attesa cresce, la clessidra scorre. Il countdown dei tifosi è già cominciato. Il discorso riprende in anticipo, rispetto al passato e, per la Salernitana, lo si riprende da quell'esplosione di gioia di fine maggio....

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera Amalfitana