Lira TV - ...e sei protagonista

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Lira TV - ...e sei protagonista

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 8 ore fa S. Massimo martire

Date rapide

Oggi: 28 settembre

Ieri: 27 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: Cronaca"Ma ci fanno di nuovo zona rossa?"

Cronaca

E' la domanda più ricorrente, tra la gente. Eppure, la risposta la sappiamo

"Ma ci fanno di nuovo zona rossa?"

E' presto per una campagna vaccinale a tappeto: dobbiamo difenderci e difendere il prossimo

Scritto da (Ivano Montano), giovedì 25 febbraio 2021 11:24:11

Ultimo aggiornamento giovedì 25 febbraio 2021 11:24:11

La domanda è sempre quella: "ma ci fanno di nuovo zona rossa?", la risposta è sempre lì, al solito posto. E' da ricercare in noi stessi, perché quella risposta la conosciamo: dipende solo da noi, dal modo che abbiamo di convivere con la pandemia, dai nostri atteggiamenti e comportamenti nel quotidiano, dal nostro senso di responsabilità. La Campania, l'Italia in generale non è Israele, non è la Scozia, insomma non ha i depositi stipati di vaccini da distribuire, qui di sieri ne arrivano col contagocce e, nell'attesa di un lieto fine da film western, quello sempre annunciato dall'arrivano i nostri, abbiamo il diritto e il dovere di proteggerci e proteggere gli altri. Ormai, da giorni, i dati del contagio parlano chiaro: è in atto un testa a testa tra Lombardia e Campania sul maggior numero di casi positivi su territorio nazionale.

Ci sono gli effetti, ci sono anche le cause: non tutti rispettano quelle semplici norme di protezione individuale e collettiva. Non tutti mettono la mascherina, quantomeno non tutti hanno capito, a distanza di un anno, che dovrebbe coprire anche il naso. Non tutti hanno il minimo sindacale di senso di responsabilità tale da non recarsi al lavoro, di non andare a scuola o non mandare i figli piccoli a scuola in caso di febbre e altri sintomi. Eppure, il messaggio è chiaro: la variante inglese - che sta diventando dominante, dappertutto - è di gran lunga più contagiosa del virus originale, tanto da trasformare in cluster un brindisi tra amici. La ridotta socialità è un ostacolo alla libertà, certo, ma questa altro non è che una corsa a ostacoli. E' il caso di farsene una ragione e lottare, tutti assieme, con le armi che abbiamo in dotazione. Noi abbiamo distanze da rispettare, mascherine e igienizzanti, i medici hanno le cure, chi governa prova a dotarsi di quella decisiva: il vaccino per tutti. Fino a quando non ci sarà, non è consentito abbassare la guardia. Perché il nemico, il Covid, a quanto pare non ha nessuna intenzione di farlo.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Incendio San Valentino Torio, indagato un 24enne

C'è una persona indagata per l'incendio scoppiato sabato scorso nel parcheggio e deposito giudiziario di via Curti, a San Valentino Torio: si tratta di un 24enne di Sant'Egidio del Monte Albino. Individuato e denunciato a piede libero il ragazzo, secondo le ipotesi della Procura di Nocera, sarebbe stato...

Cronaca

Il ciclista della pace fa tappa a Salerno: in giro per l’Italia per dire no alla guerra

In sella alla sua bici sta girando lo Stivale per portare il suo messaggio di pace e speranza: Mykola Zhyryada, 51enne ucraino che vive ad Udine da diversi anni, è diventato per tutti il Ciclista della Pace e ieri pomeriggio ha fatto tappa a Salerno, dopo aver pedalato per oltre cento chilometri, per...

Cronaca

Salerno, il sindaco Napoli ha votato stamani al Convitto Nazionale

Stamani si è recato alle urne per esercitare il proprio diritto al voto anche il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli. Il primo cittadino si è recato alle 10.30 al seggio 7 del Convitto Nazionale Torquato Tasso in piazza Abate Conforti. Il sindaco Napoli è riuscito a recarsi alle urne poco prima del violento...

Cronaca

San Valentino Torio, fiamme e incubo veleni nel deposito di via Curti

Sono state necessarie oltre tre ore di lavoro da parte dei Vigili del Fuoco per domare le fiamme del vasto incendio divampato ieri mattina in Via Curti a San Valentino Torio nel deposito giudiziario, dove sono andati a fuoco automezzi e veicoli industriali. "Per fortuna - ha spiegato il sindaco Michele...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera Amalfitana