Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Benedetta vergine

Date rapide

Oggi: 6 maggio

Ieri: 5 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaMaccaferri ai titoli di coda?

Cronaca

L'azienda vuole chiudere per cessazione di attività, 32 lavoratori pronti a incatenarsi

Maccaferri ai titoli di coda?

Non concessa la proroga della cassa integrazione di 13 settimane

Scritto da (Ivano Montano), mercoledì 31 marzo 2021 10:26:37

Ultimo aggiornamento mercoledì 31 marzo 2021 10:26:37

Maccaferri arrugginiti, il titolo prossimo venturo di una lunga storia dal finale triste, una vicenda che sta per lasciare ad imperituro ricordo l'ennesimo scheletro di quella che fu un'azienda. Un finale che, purtroppo, sembra scontato proprio perché scritto dalla Proprietà nelle motivazioni della chiusura: cessazione di attività. Un qualcosa che lascia intravvedere pochi spiragli. Eppure, i 32 operai che hanno visto progressivamente svanire il posto di lavoro non ci stanno e sono pronti a clamorose forme di protesta. Da domani, si incateneranno dinanzi allo storico stabilimento di Bellizzi per non lasciare nulla di intentato, per provare ancora a smuovere le coscienze e sensibilizzare l'opinione pubblica su quanto possa essere dolorosa la ferita, per il territorio, che perde un'altra attività produttiva, per il futuro di 32 famiglie.

Le rappresentanze sindacali ce la stanno mettendo tutta pur di non arrivare allo stop definitivo, in un incontro in videoconferenza con la responsabile delle Risorse Umane e il Direttore aziendale hanno chiesto la proroga della cassa integrazione di 13 settimane per tener botta fino a giugno, allorquando il Mise dovrebbe convocare un tavolo per vedere se esistono le condizioni per salvare l'azienda e salvaguardare i dipendenti, ma la volontà della proprietà resta quella di chiudere per sempre, indipendentemente dalle cause rappresentate dalla scarsa produttività e quindi redditività dell'impianto. La proroga concessa, ma di sole 5 settimane, della cassa integrazione appare come la classica pietra tombale sul discorso. In assenza di fatti nuovi e positivi, oltre che clamorosi, il prossimo 23 aprile scorreranno i titoli di coda, ma i lavoratori non hanno alcuna intenzione di rassegnarsi.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Pellezzano-Coperchia, ancora interrotta la strada

Sembra tutto fermo a quella sera di tre mesi fa in via Rosario Livatino, alla frazione Coperchia di Pellezzano dove lo scorso 10 febbraio tre abitazioni sono state travolte dalla frana staccatasi da un costone collinare. I blocchi di cemento e le reti dissuadono il traffico veicolare, impediscono ai...

Cronaca

Usca a Salerno spostata allo stadio Arechi

Anche questa mattina c'era una lunga coda di auto. L'Usca di Salerno è un punto di riferimento di fondamentale importanza per la città. Non chiuderà ma sarà spostata, di pochi metri. Dalla piscina Vigor sarà trasferita al centro di medicina sportiva dello stadio Arechi. All'interno di questi locali saranno...

Cronaca

Nuovo ripascimento a Salerno e spiagge libere con servizi aggiuntivi

Completato l'intervento di ripascimento fino a Pastena, si partirà con l'ulteriore tratto fino alla foce del fiume Irno. I tempi sono brevi, i nuovi lavori inizieranno dopo l'estate. A dirlo è il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, che evidenzia l'importanza di un'opera strategica per la città. Il sindaco...

Cronaca

Dal Pascale una speranza: che il Covid possa contrastare il tumore al colon

Alcuni pazienti del Pascale, affetti da tumore al colon metastastico, trattati con terapia convenzionale, hanno visto regredire la malattia dopo essere risultati positivi al Covid 19.​ Il fenomeno, descritto per la prima volta al mondo nel cancro del colon, è stato pubblicato dagli oncologi Alessandro...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi