Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 38 minuti fa S. Giovanni Maria Vianney

Date rapide

Oggi: 4 agosto

Ieri: 3 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaMaccaferri ai titoli di coda?

Cronaca

L'azienda vuole chiudere per cessazione di attività, 32 lavoratori pronti a incatenarsi

Maccaferri ai titoli di coda?

Non concessa la proroga della cassa integrazione di 13 settimane

Scritto da (Ivano Montano), mercoledì 31 marzo 2021 10:26:37

Ultimo aggiornamento mercoledì 31 marzo 2021 10:26:37

Maccaferri arrugginiti, il titolo prossimo venturo di una lunga storia dal finale triste, una vicenda che sta per lasciare ad imperituro ricordo l'ennesimo scheletro di quella che fu un'azienda. Un finale che, purtroppo, sembra scontato proprio perché scritto dalla Proprietà nelle motivazioni della chiusura: cessazione di attività. Un qualcosa che lascia intravvedere pochi spiragli. Eppure, i 32 operai che hanno visto progressivamente svanire il posto di lavoro non ci stanno e sono pronti a clamorose forme di protesta. Da domani, si incateneranno dinanzi allo storico stabilimento di Bellizzi per non lasciare nulla di intentato, per provare ancora a smuovere le coscienze e sensibilizzare l'opinione pubblica su quanto possa essere dolorosa la ferita, per il territorio, che perde un'altra attività produttiva, per il futuro di 32 famiglie.

Le rappresentanze sindacali ce la stanno mettendo tutta pur di non arrivare allo stop definitivo, in un incontro in videoconferenza con la responsabile delle Risorse Umane e il Direttore aziendale hanno chiesto la proroga della cassa integrazione di 13 settimane per tener botta fino a giugno, allorquando il Mise dovrebbe convocare un tavolo per vedere se esistono le condizioni per salvare l'azienda e salvaguardare i dipendenti, ma la volontà della proprietà resta quella di chiudere per sempre, indipendentemente dalle cause rappresentate dalla scarsa produttività e quindi redditività dell'impianto. La proroga concessa, ma di sole 5 settimane, della cassa integrazione appare come la classica pietra tombale sul discorso. In assenza di fatti nuovi e positivi, oltre che clamorosi, il prossimo 23 aprile scorreranno i titoli di coda, ma i lavoratori non hanno alcuna intenzione di rassegnarsi.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

La droga dei terroristi passava per il porto di Salerno

La droga dell'Isis, proveniente dalla Siria, transitava per il porto di Salerno per poi ripartire per il Medio Oriente: il traffico internazionale di stupefacenti è stato ricostruito dalla Guardia di Finanza a partire dal maxisequestro dello scorso anno, fino ad arrivare all'arresto di ieri di Amato,...

Cronaca

Green pass all’interno dei ristoranti, cosa cambia per i gestori

Si parla tanto in queste ore del green pass. Da dopodomani, venerdì 6 agosto, i cittadini dovranno fare i conti con l'obbligo di mostrare il certificato verde in alcune situazioni. Di conseguenza cambia, ad esempio, l'organizzazione all'interno dei locali delle attività di ristorazione. I ristoratori...

Cronaca

Vaccini in tour, buona la prima a Camerota

Buona la prima per il tour dei vaccini: nella tappa iniziale di Marina di Camerota, dalle 18 alle 2 di notte, sono state somministrate ben 1200 dosi. Grazie all'iniziativa della Regione Campania, in collaborazione con l'Asl di Salerno e l'Anci, la postazione mobile ieri ha cominciato il suo viaggio dal...

Cronaca

Green pass: si va verso obbligo per docenti e Ata

Da settembre green pass obbligatorio per docenti e personale Ata, ma non per gli studenti: sono queste le ultime indiscrezioni in merito al decreto Covid per la scuola, al varo domani. Il governo è al lavoro per limare il testo che sarà al centro della cabina di regia, poi sottoposto alle Regioni ed...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi