Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Flavio martire

Date rapide

Oggi: 7 maggio

Ieri: 6 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaMaiori dice “no” al megadepuratore

Cronaca

Trecento persone sul lungomare per manifestare il proprio dissenso per la realizzazione dell'impianto

Maiori dice “no” al megadepuratore

Il sindaco Capone risponde ai manifestanti sulla pagina Facebook

Scritto da (Francesca De Simone), lunedì 12 aprile 2021 11:44:13

Ultimo aggiornamento lunedì 12 aprile 2021 11:44:13

Maiori dice ancora "no" al depuratore. Distanziati e "mascherati", ma comunque amareggiati ed intenzionati a mostrare il proprio dissenso, circa trecento cittadini hanno preso parte alla manifestazione di protesta sul lungomare, organizzata nel rispetto delle norme anti - covid, dal comitato "Tuteliamo la Costiera Amalfitana".

L'intento era quello di ribadire con consapevolezza la netta contrarietà alla realizzazione dell'impianto di depurazione consortile che accoglierebbe in località Demanio anche i reflui dei comuni di Minori, Atrani, Ravello e Scala, così come progettato. "Maiori non si vende, si difende": questo lo slogan condiviso da quanti hanno a cuore le sorti di uno dei comuni più importanti della Costiera che vuole riappropriarsi della sua immagine di centro turistico balneare d'eccellenza.

Non una protesta urlata, ma la richiesta, ferma, decisa e soprattutto civile, al sindaco Antonio Capone, di accogliere le richieste provenienti dalla cittadinanza e con senso di responsabilità apportare modifiche al progetto.

La risposta del primo cittadino ai manifestanti è arrivata attraverso Facebook: «Oggi non è più tempo di rimandare ma di agire e avere il coraggio di fare scelte, che seppur all'apparenza impopolari, possano dare nuovo slancio alla nostra Città - ha scritto nel post pubblicato sulla propria pagina -; ho seguito con attenzione gli interventi fatti durante la manifestazione, risponderemo alle osservazioni, alle obiezioni e alle preoccupazioni che sono emerse anche in questa sede, come già stiamo facendo nei confronti dei tanti cittadini che sono troppo spesso allarmati da ricostruzioni catastrofistiche e parziali emerse sull'argomento depuratore».

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

"Orgoglio campano" così si esprime sulla campagna vaccinale Vincenzo De Luca

"Parla di una campagna di vaccinazione straordinaria", di "orgoglio campano", Vincenzo De Luca durante la consueta diretta del venerdì. In prima battuta il presidente rivendica con orgoglio quelli che, ad oggi, sono i dati delle vaccinazioni in Campania: "Abbiamo superato le 2 milioni di somministrazioni,...

Cronaca

Scende al 4% l’indice di positività al Covid 19 in Campania

Scende al 4% l'indice di positività al Covid 19 in Regione Campania. L'unità di crisi ha diramato il bollettino quotidiano sui contagi in cui si legge che nelle ultime ventiquattro ore sono stati 1.382 i nuovi positivi su 18.779 tamponi molecolari. I guariti nel frattempo sono saliti di 2.177 unità mentre...

Cronaca

La Campania resta gialla

L'Italia diventa sempre più gialla e nessuna regione è più rossa: la Val d'Aosta, l'unica ancora a rischio alto, infatti, diventa arancione. Verso un cambio di colore anche per Calabria, Puglia e Basilicata che passano dall'arancione al giallo. Incerta ancora la situazione per la Sardegna. Le decisioni,...

Cronaca

Smart Card, vaccinati e sicuri

Con l'ordinanza, viene demandata all'Unità di Crisi regionale la predisposizione, di concerto con le associazioni di categoria rappresentative degli operatori economici, dei protocolli attuativi/integrativi delle Linee guida approvate il 28 aprile scorso, prevedendo regole certe di prevenzione, proporzionate...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi