Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 27 minuti fa S. Paolo eremita

Date rapide

Oggi: 15 gennaio

Ieri: 14 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaMascherine made in carcere

Cronaca

Mascherine made in carcere

Scritto da (admin), domenica 5 aprile 2020 11:37:01

Ultimo aggiornamento domenica 5 aprile 2020 11:37:01

Quattrocentomila mascherine al giorno. A realizzarle saranno anche i detenuti della casa circondariale di Salerno. La struttura penitenziaria guidata da Rita Romano è tra le tre scelte dal Ministero della giustizia – Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria per avviare un ciclo produttivo di mascherine. Con il carcere di Salerno sono stati scelti gli istituti di prevenzione di Milano Bollate e Rebibbia. I detenuti salernitani impegnati saranno circa 70, selezionati da tutti i reparti, compreso quello dell’alta sicurezza, in base alle competenze personali e alle attitudini professionali maturate. Tutti loro saranno prima formati all’utilizzo dei macchinari, poi contrattualizzati e retribuiti dall’Amministrazione Penitenziaria. Il loro lavoro sarà suddiviso in 4 turni da 6 ore ciascuno. Il ciclo produttivo comprenderà anche la ricezione e preparazione del tessuto non tessuto, lo stoccaggio e la sanificazione delle mascherine. Le macchine saranno acquistate dalla struttura del Commissario straordinario e saranno concesse a titolo gratuito alle tre amministrazioni penitenziarie scelte. A Salerno arriveranno entro metà aprile e saranno posizionate nell’ala del carcere che ospita, in periodi normali, le attività didattiche. Le mascherine prodotte andranno agli agenti degli istituti penitenziari italiani, ai detenuti in base alle indicazioni delle autorità sanitarie e la parte residua potrà essere distribuita alle altre amministrazioni impegnate a fronteggiare l’emergenza sanitaria, prime fra tutte le strutture ospedaliere. Nella casa circondariale di Salerno nei giorni scorsi sono state già realizzate tremila mascherine dalle detenute della sezione femminile.

rank:

Cronaca

Cronaca

Si perdono due bambine, ritrovate a Mercato S.Severino

Sono state ritrovate a Mercato San Severino e stanno bene le due bambine di 9 e 10 anni che erano scomparse intorno alle 13 di oggi in centro a Salerno. A ritrovarle i Carabinieri della compagnia del capoluogo, che le hanno rintracciate all'interno del centro commerciale Plaza gallery a Mercato San Severino....

Cronaca

La Campania resta gialla insieme ad altri 5 territori

Tre, dodici e sei. Sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, il ministro della Salute, Roberto Speranza, firmerà nelle prossime ore una nuova ordinanza che andrà in vigore a partire da domenica 17 gennaio. Sono tre i territori che passano in zona rossa: sono la provincia autonoma...

Cronaca

Scuola, dubbio in Campania sul ritorno delle altre classi

Mentre i genitori si dividono tra favorevoli e contrari alla didattica a distanza, resta da capire se lunedì torneranno in classe gli alunni di terza, quarta e quinta elementare in Campania. A livello nazionale le scuole dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado sono già aperte. La Regione...

Cronaca

Ristoratori aperti di sera, flash mob di protesta

Locali aperti di sera anche se le norme prevedono la chiusura alle 18. All'interno, però, solo i proprietari e i dipendenti. I gestori salernitani di ristoranti, pizzerie, bar e pub scelgono un'azione dimostrativa per mettere in evidenza che, nel loro settore, è possibile stare aperti e garantire la...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi