Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 14 ore fa S. Giacomo apostolo

Date rapide

Oggi: 25 luglio

Ieri: 24 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaNoto chirurgo salernitano ai domiciliari. Un altro interdetto dalla professione

Cronaca

Operavano presso la Casa di Cura Tortorella

Noto chirurgo salernitano ai domiciliari. Un altro interdetto dalla professione

I medici sono Carmine Napolitano e Marco Clemente. Indagini dei Carabinieri

Scritto da (Andrea Siano), mercoledì 9 dicembre 2020 11:53:54

Ultimo aggiornamento mercoledì 9 dicembre 2020 13:32:04

Le accuse, pesantissime, parlano di plurimi omicidi colposi, di negligenza nella gestione pre e post operatoria di numerosi pazienti, di imperizia nell'esecuzione di interventi chirurgici spesso demolitivi e non necessari, perché fatti su malati oncologici in stadio avanzato. È quanto emerge dal quadro d'indagine delineato dalla Procura di Salerno, su coordinamento del procuratore della Repubblica, Giuseppe Borrelli e dalla Compagnia Carabinieri guidata dal maggiore Adriano Castellari.

Le misure cautelari

Due le misure cautelari disposte dal gip del Tribunale: un'ordinanza di custodia per gli arresti domiciliari a carico di Carmine Napolitano- primario di chirurgia generale ed oncologica della Casa di Cura Tortorella- ed un'interdizione che sospende dalla professione medica presso strutture pubbliche e private il chirurgo Marco Clemente, collaboratore di Napolitano. I fatti risalgono al periodo compreso tra il mese di novembre del 2017 ed il mese di marzo del 2018, ma decine di altri casi di morti sospette seguite ad interventi chirurgici sono ancora al centro dell'inchiesta che potrebbe avere ulteriori sviluppi, se fossero confermate le prime ipotesi su errori di esecuzione ed omissioni nei controlli e nelle indagini diagnostiche a fronte di evidenti complicanze insorte dopo le operazioni in clinica.

Il quadro d'indagine

Gli inquirenti hanno appurato un anomalo incremento dei decessi dopo l'assunzione dei due medici presso la struttura convenzionata, verificando la documentazione clinica ed ascoltando molti colleghi dei due chirurghi, i quali hanno confermato le criticità e lo spregiudicato modo di procedere di Napolitano e Clemente. L'idea che si fa strada è che i chirurghi possano aver agito per motivi legati al profitto, facendo lievitare i ricoveri e suggerendo soluzioni chirurgiche anche quando non sarebbe stato necessario o quando - per lo stadio avanzato delle malattie - sarebbero stati inutili e pericolosi per la vita dei pazienti. Ipotesi che sembra suffragata dagli esami istopatologici e dai reperti prelevati sulle salme di almeno cinque dei pazienti deceduti, fatte riesumare dopo le denunce presentate dai familiari.

Le cartelle cliniche

I consulenti nominati dal pm della Procura hanno esaminato 83 cartelle cliniche, svelando come la scelta della struttura sanitaria di puntare sui due chirurghi non fosse coincisa con il miglioramento delle prestazioni, anzi. Sarebbero emerse carenze nelle anamnesi e nelle diagnosi, arrivando a suggerire operazioni per tumori talvolta inesistenti o trattabili con terapie meno invasive e demolitive. Per non parlare delle violazioni dei protocolli di sala operatoria e delle scelte imprudenti fatte in caso di complicazioni insorte. Per i pazienti sopravvissuti si potrebbe parlare di lesioni colpose, ma la Procura sottolinea che non sono arrivate querele e dunque il reato è improcedibile. Diversamente, per l'ipotesi dell'omicidio plurimo colposo gli arresti domiciliari per Napolitano e l'interdizione per Clemente si giustificano con la possibilità di poter reiterare i reati, mettendo a rischio le vite di altri pazienti.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Crescent: una storia lunga quattordici anni

Ispirato a quello settecentesco di Bath, il Crescent di Salerno, l'emiciclo di cemento ideato dall'architetto catalano Ricardo Bofill, prese forma nel 2007, con le prime delibere della giunta comunale dell'epoca. L'opera, articolata in sei settori con abitazioni, uffici, locali commerciali e box auto...

Cronaca

Cresce ancora il numero dei ricoveri in Campania per il Covid: +5

Cresce per il secondo giorno consecutivo il numero dei ricoveri in Campania per il Covid: al +9 di ieri si somma oggi un +5, con le degenze ordinarie che si attestano a 189. Cala invece lievemente l'occupazione delle terapie intensive (-1), a quota 11. Nel bollettino odierno dell'unità di crisi si segnalano...

Cronaca

"Processo Crescent", De Luca assolto anche in appello

Assoluzione anche in appello per Vincenzo De Luca e per tutti gli imputati del processo Crescent. La sentenza è stata pronunciata oggi dalla Corte d'Appello di Salerno. In questo secondo grado di giudizio la Procura aveva chiesto la condanna dell'ex sindaco di Salerno ad 1 anno e 6 mesi (come per il...

Cronaca

Rissa e lesioni: blitz dei carabinieri nel Salernitano, 11 minori nei guai

Un provvedimento esemplare perché il fenomeno delle risse sta diventando sempre più inquietante e pericoloso: lo dice con chiarezza Patrizia Imperato, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni Salerno, illustrando i dettagli dell'operazione che alle prime luci dell'alba, ha visto...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi