Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Irene vergine

Date rapide

Oggi: 18 settembre

Ieri: 17 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Al Consiglio Regionale Scrivi Nino SavastanoGiffoni si fa in quattroAl Consiglio Regionale Scrivi Nino Savastano

Lira TV

Al Consiglio Regionale Scrivi Nino SavastanoGiffoni si fa in quattroAl Consiglio Regionale Scrivi Nino Savastano

Tu sei qui: CronacaPerseguita l’uomo di cui s’era invaghita: insegnante ai domiciliari

Cronaca

E' accaduto a San Mango Piemonte, dopo otto mesi di indagini

Perseguita l’uomo di cui s’era invaghita: insegnante ai domiciliari

La donna ha 47 anni ed è accusata anche di calunnia, diffamazione

Scritto da Andrea Siano (Andrea Siano), lunedì 24 agosto 2020 09:19:04

Ultimo aggiornamento lunedì 24 agosto 2020 09:46:12

È ai domiciliari da ieri l'insegnante 47enne di San Mango Piemonte che da mesi perseguitava un professionista sposato e padre di due ragazzi ancora minorenni, colpevole solo di respingere le sue insistenti avances.

La vittima degli atti persecutori aveva già denunciato tutto ai Carabinieri della Stazione di San Cipriano Picentino, tant'è che nei confronti della donna era stato emesso il divieto di avvicinamento alla parte offesa, ma senza ottenere l'esito sperato, anzi.

L'insegnante era andata a sua volta dai Carabinieri, per accusare l'uomo che la respingeva di averla molestata ripetutamente e di averla violentata. Fatti gravissimi, ovviamente inventati di sana pianta, come hanno accertato le indagini dei militari dell'Arma. Al punto che la donna è stata arrestata oltre che per atti persecutori, anche per calunnia e diffamazione.

Il tribunale di Salerno s'è deciso ad emettere la misura più grave dopo l'ennesimo colpo di scena in questa storia, che dura da gennaio: l'insegnante ha inviato sul cellulare del professionista, su quello di alcuni familiari e colleghi di lavoro, immagini dal contenuto sessuale esplicito e millantava una relazione sessuale con la persona offesa in tutto il paese.

Una vera e propria ossessione, sfociata in comportamenti persecutori che arrivavano al pedinamento dell'uomo e dei suoi congiunti, al presentarsi nei luoghi da lui frequentanti, alle continue telefonate ed ai messaggi a sfondo erotico. Insomma, una tortura durata otto mesi fino all'arresto di ieri, eseguito dai Carabinieri della Compagnia di Salerno, diretti dal maggiore Castellari e dal capitano Semboloni.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Roccadaspide: preso da raptus, distrugge sala pronto soccorso Ospedale

Tutto è accaduto in pochi minuti, ieri sera, davanti al personale sanitario dell'Ospedale di Roccadaspide e ad altri pazienti rimasti attoniti. Un ragazzo di 33 anni, appena sceso da un'ambulanza che lo aveva portato al pronto soccorso per accertamenti, in preda ad un raptus e a forte agitazione ha dato...

Cronaca

Covid, tra Regione e ragione

In Campania, ieri, altri 195 positivi, di cui 21 casi di rientro dalle vacanze o connessi ad essi, su un totale di 8473 tamponi. 3 i deceduti, 82 i guariti. Dato in linea con quanto accade un po' in tutto il Paese, chiamato a fare i conti con la lenta ma progressiva risalita della curva del contagio...

Cronaca

Colliano: sequestrate piante di cannabis

I Carabinieri Forestali di Colliano hanno scoperto una piantagione di cannabis in località "Piano di Nocelle". Oltre 210 le piante di cannabis alte tra il metro e il metro e mezzo e quindi quasi in stato ottimale di maturazione. Dei due proprietari del fondo, entrambi da Colliano, uno è già noto alle...

Cronaca

Rione Petrosino, al via il collegamento con via Magnone

Rientrano nel bando delle periferie i lavori di realizzazione del collegamento viario tra il rione Petrosino-via Fratelli Magnone. Alla presenza del sindaco Vincenzo Napoli, del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e dell'assessore alla Mobilità Mimmo De Maio. La strada collegherà il Rione...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi