Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 19 minuti fa S. Gennaro vescovo

Date rapide

Oggi: 19 settembre

Ieri: 18 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Lira TV

Tu sei qui: CronacaRegionali: si parte da De Luca e Costa. Pd e Cinquestelle si studiano

Cronaca

Regionali: si parte da De Luca e Costa. Pd e Cinquestelle si studiano

Scritto da (admin), martedì 18 febbraio 2020 09:46:23

Ultimo aggiornamento martedì 18 febbraio 2020 10:21:53

Vincenzo De Luca è il candidato di una coalizione che si spera il più ampia possibile: parola del Pd, che però guarda ancora ai Cinquestelle. Resta in campo anche il ministro Costa per i grillini. Se fosse una partita di calcio, commenteremmo le scelte unilaterali di Pd e Cinquestelle come una fase di studio, dopo l’ampia pretattica che ha anticipato la gara. Ma la decisione di mettere in campo, ognuno per conto proprio, le rispettive punte di diamante potrebbe non essere pura strategia, ma ragionamento politico se poi davvero, Pd e Cinquestelle, dovessero tirare dritto ed attaccare a testa bassa fino al triplice fischio delle prossime elezioni regionali. Fuor di metafora, Vincenzo De Luca è il presidente uscente che ha dalla sua cinque anni di Governo che hanno mutato gli assetti a Santa Lucia ed un processo di risanamento della Regione senza precedenti: un tesoretto che difficilmente può essere liquidato per ragioni di Stato, tanto per essere chiari. Il Partito Democratico non può non puntare sul suo alfiere: scegliere un’altra opzione rappresenta un rischio, soprattutto se il gioco non dovesse valere la classica candela. La direzione di ieri ha soltanto ratificato quanto tutti già sapevano da tempo, eppure il momento della trattativa è tutt’altro che archiviato, preceduto dall’uscita della capogruppo in consiglio regionale, Valeria Ciarambino, che in contropiede rispetto ai suoi rimette in pista il ministro dell’Ambiente Sergio Costa. Qui, sulla metà campo dei Cinquestelle, la sensazione è che si giochi una partita nella partita, un risiko interno per ridisegnare gli equilibri in vista delle elezioni e non solo. Ciarambino non avrebbe un gruppo poi tanto compatto e sono tanti i pontieri che (con il placet di Roberto Fico) provano a fare sponda con il Pd, alleato di Governo a Roma. Deciderà Nicola Zingaretti, dicono alcuni in queste ore, ma è ovvio che il segretario democrat non potrà agire in solitaria e dovrà tenere insieme innanzitutto i suoi, i fuoriusciti fattisi partito a sé (Italia Viva in testa), per non parlare delle Sardine. I diretti interessati, Costa e De Luca, tirano dritto: l’uno a Roma a fare il ministro, l’altro a lavorare sulle cose concrete, lasciando apparentemente il resto agli altri. D’altronde, ieri in direzione, il governatore non c’era.

rank:

Cronaca

Cronaca

Accesso alla Rodari: a rischio voto per chi ha problemi a deambulare

La storia del plesso scolastico Rodari di Via Seripando a Salerno è una storia di diritti negati. L'edificio che ospita la scuola fa parte dell'istituto comprensivo Barra e - pur avendo due ingressi ed un montacarichi in dotazione - pare non sia in grado di assicurare un accesso comodo ai diversamente...

Cronaca

Comuni al voto: si va alle urne per eleggere 21 sindaci

Sono ventuno i sindaci da eleggere nel Salernitano, insieme ad altrettanti consigli comunali che andranno a ridisegnare la geografia politica in realtà importanti, come i quattro municipi oltre i 15mila abitanti. Si tratta di Angri, Cava de' Tirreni, Eboli e Pagani, dove i risultati elettorali sono molto...

Cronaca

Covid-19, torna ad alzarsi l’età media dei contagiati

E' tornato a crescere ancora il numero di nuovi positivi in Campania: nella giornata di venerdì ci sono stati 208 nuovi contagi, 13 in più rispetto alla giornata di giovedì. È questo l'esito del bollettino delle ultime 24 ore diramato dall'unità di crisi regionale: su 7.460 test, dunque, 208 sono risultati...

Cronaca

San Matteo 2020, Veglia al Duomo al posto della processione

Veglia di preghiera nel pomeriggio in Cattedrale al posto della consueta processione per le strade della città. Al mattino Pontificale con numero ristretto di persone, preceduto da una serie di messe al Duomo. È questo il programma del 21 settembre per le celebrazioni del santo patrono di Salerno. A...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi