Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 9 minuti fa S. Marco solitario

Date rapide

Oggi: 24 ottobre

Ieri: 23 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaRestiamo uniti, almeno noi

Cronaca

Sale la curva e con essa la tensione tra "negazionisti" e "catastrofisti"

Restiamo uniti, almeno noi

Covid19, un nemico che possiamo battere con senso di responsabilità comune

Scritto da (Ivano Montano), sabato 17 ottobre 2020 08:02:04

Ultimo aggiornamento sabato 17 ottobre 2020 08:02:04

Chissà se lo capiranno mai anche quelli che ancora organizzano o partecipano a feste e festini dove le mascherine non entrano, che l'illusoria estate da "senza problemi, senza pensieri" è finita. L'autunno, come una carta di imprevisti e probabilità ci riporta al punto di partenza, come nel gioco del Monopoli. Ma questo, è tutt'altro che un gioco: i dati del contagio si fanno via via sempre più pesanti in tutta Italia, andando a toccare finanche quelle regioni che in passato non erano state nemmeno sfiorate dalla pandemia, come la Basilicata. Ieri, oltre 10mila positivi nel Paese, 1261 dei quali in Campania, nel dettaglio 68 sintomatici e 1193 asintomatici, con 3 persone decedute e 148 guarite, su un totale di 14.222 tamponi processati. Su territorio regionale, risultano attualmente occupati 67 dei 110 posti letto di terapia intensiva e 786 degli 820 di degenza. Siamo in piena seconda ondata e se il bilancio più triste, quello dei morti, resta decisamente diverso rispetto alla prima ondata è grazie al sistema sanitario nazionale, perché stavolta medici e infermieri non sono stati presi alle spalle, ma hanno la possibilità di affrontare il nemico con più armi e conoscenze, dunque viso a viso. Parliamo di medici e infermieri da trincea, naturalmente, non di quelli telegenici che troppo spesso litigano in un'Italia che già di per sé si è spaccata in due fazioni, come Guelfi e Ghibellini, tra quelli del "chiudere tutto" e quelli dell'"aprire tutto".

Abbiamo imparato a riconoscere gli esperti, tra virologi, immunologi e tutto il resto, sappiamo bene qual è il loro pensiero sulla vicenda ma ci piacerebbe che, una volta per tutte, cominciassero a remare tutti verso la stessa direzione, mentre c'è chi sbatte l'ottimista in prima pagina e chi quando vede il catastrofista in TV cerca oggetti di ferro o altro da toccare. Questa non è una tribuna politica da pre-tornata elettorale, qui l'alterco c'entra come il cavolo a merenda, peraltro siamo già abbastanza confusi su alcune certezze che sono tornate ad essere incertezze; tanto per fare due esempi: l'asintomatico è contagioso o no? Perché, prima, l'immunità di gregge rappresentava la fine dell'incubo e oggi arriva la smentita? Si mettano d'accordo tra di loro, ma soprattutto si mettano d'accordo i cittadini: le regole sono fatte per essere rispettate, da tutti. Perché se mettiamo la mascherina, ci laviamo le mani spesso ed evitiamo assembramenti, a vincere non sarà il Covid 19. Vinceremmo noi.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Divisi alla meta

L'auspicio è che si possa giungere "divisi alla meta". Seppur divisi, ma alla meta, cioè al superamento di un'emergenza sanitaria che - se nella prima ondata, tutto sommato, ha risparmiato la Campania - in questo successivo tsunami di contagi fa registrare progressive impennate a dir poco preoccupanti:...

Cronaca

De Luca: “Per l’Italia deciderà il governo, per la Campania faremo quello che riteniamo giusto"

La Campania verso il lockdown: ad annunciarlo, nel corso della consueta diretta facebook del venerdì, è stato il presidente della Regione Vincenzo De Luca che ha parlato di una "chiusura totale", fatta eccezione per le attività essenziali. Una decisione che il governatore ha accompagnato con la richiesta...

Cronaca

Dati Campania: 2.280 nuovi contagi

I numeri dell'epidemia li aveva anticipati il governatore Vincenzo De Luca nella consueta diretta del venerdì. L'Unità di Crisi regionale non ha fatto altro che certificare il quadro allarmante esposto dal presidente: 2.180 tamponi positivi sui 15.801 effettuati. Si tratta del numero più alto da quando...

Cronaca

+++ COVID-19, DE LUCA: "E' INDISPENSABILE DECIDERE SUBITO IL LOCKDOWN"+++

Il Presidente della Regione Campania chiede al Governo nazionale il lockdown totale «I dati attuali sul contagio rendono inefficace ogni tipo di provvedimento parziale. È necessario chiudere tutto, fatte salve le categorie che producono e movimentano beni essenziali (industria, agricoltura, edilizia,...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi