Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 14 ore fa SS. Simone e Giuda

Date rapide

Oggi: 28 ottobre

Ieri: 27 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaRiapertura scuole: Regioni e Governo al lavoro sulle linee guida dell'Azzolina

Cronaca

Riapertura scuole: Regioni e Governo al lavoro sulle linee guida dell'Azzolina

Scritto da (admin), giovedì 25 giugno 2020 11:14:06

Ultimo aggiornamento giovedì 25 giugno 2020 11:14:06

Genitori in primis, e poi insegnanti, sindacati, governatori, deputati e senatori, tutti contro la ministra Azzolina e le sue linee guida per la riapertura delle scuole a settembre: nessuna previsione di un rinforzo degli organici, eccessiva responsabilità in capo ai dirigenti scolastici, zero parole sui più piccoli. "Troppe criticità" è il giudizio unanime, dunque, devono essere riviste. In nottata, nel corso di una riunione tecnica, si è ricominciato a lavorare alle modalità per tornare fra i banchi: misure di distanziamento, turni, autonomia, ruolo dei presidi. Lo hanno concordato tre ministri (Azzolina, Boccia, Speranza) insieme alle regioni, per avere «linee guida condivise, non imposte» e «un lavoro di forte collaborazione come è stato fatto durante tutta l’emergenza Covid-19». Secondo le linee guida che adesso potrebbero cambiare, scuole elementari, medie e secondarie potranno riaprire i battenti sulla base della flessibilità oraria e organizzativa demandate alle singole scuole riunite attorno a tavoli regionali, insediati presso gli uffici scolastici regionali, cui partecipano i soggetti e gli operatori coinvolti nell’ambito del sistema scolastico. La bozza ministeriale, prevede una riduzione-smembramento delle classi troppo numerose, in più gruppi di apprendimento e la composizione-scomposizione delle classi per gruppi di apprendimento secondo materie affini. E ancora: riarticolazione degli ingressi e uscite in turni differenziati, anche variando l’applicazione delle soluzioni in relazione alle fasce di età degli alunni e degli studenti nei diversi gradi scolastici. Per le scuole secondarie di II grado, viene data la possibilità alle scuole di attività didattica in presenza ma anche di didattica digitale integrata, cioè da remoto dove però, le opportunità tecnologiche, l’età e le competenze degli studenti lo dovessero consentire. In più sarà previsto per le scuole medie e superiori la possibilità di frequenza nella giornata di sabato. Per i sindacati non ci sarebbero le condizioni per attuare questo piano: «Occorre ridurre gli alunni per classe e quindi avere più docenti a disposizione e, naturalmente, più collaboratori scolastici per l’igienizzazione necessaria, presidi sanitari che possano intervenire se e quando dovessero verificarsi focolai infettivi» commenta Pino Turi, segretario nazionale Uil scuola. «Mancano un cronoprogramna definitivo e risorse certe», chiosa Maddalena Gissi, segretaria generale Cisl Scuola.

rank:

Cronaca

Cronaca

Nuovi casi di Coronavirus a Giffoni Sei Casali, con 11 contagi.

La comunicazione è arrivata dal sindaco Francesco Munno: "L'Asl mi ha comunicato che sono stati registrati 11 nuovi cittadini positivi al Covid-19 a Giffoni Sei Casali. La stessa Asl ha prontamente ricostruito la catena dei contatti e circoscritto i casi. Le persone in questione si trovano già in quarantena...

Cronaca

Da oggi in funzione il reparto Covid di Agropoli

E' attivo ufficialmente da oggi, martedì 27 ottobre, il reparto Covid presso il presidio ospedaliero di Agropoli. Sono operativi, al momento, 6 posti letto di terapia intensiva e 2 di sub-intensiva. Quale responsabile è stata individuata la dottoressa Rosa Lampasona, anestesista rianimatore. Immediatamente...

Cronaca

Le scuole restano chiuse in Campania: conferma didattica a distanza. Nuova valutazione tra 10 giorni

È quanto stabilito al termine di una riunione convocata dal presidente della Regione Vincenzo De Luca con i rappresentanti del mondo della scuola, i sindacati e la Direzione scolastica, con i dirigenti delle Asl, dell'ospedale Santobono e i componenti dell'unità di crisi. "È stato importante - ha dichiarato...

Cronaca

Nuovo boom di contagi in Campania: 2761 nuovi casi e 20 morti

Ennesimo balzo record dei contagi in Campania. Sono 2.761 i nuovi positivi al Covid, di cui solo 112 sintomatici, su 14.781 tamponi. Ben 238 nuovi casi sono stati rilevati nel solo comune di Arzano (Napoli), dichiarato zona rossa, dove la Regione ha svolto uno screening di massa. Gli ultimi dati dell'Unità...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi