Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Massimo martire

Date rapide

Oggi: 28 settembre

Ieri: 27 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Lira TV

Tu sei qui: CronacaRiaperture minime delle attività di prima necessità, si resta a casa fino al 3 maggio

Cronaca

Riaperture minime delle attività di prima necessità, si resta a casa fino al 3 maggio

Scritto da (admin), sabato 11 aprile 2020 11:54:03

Ultimo aggiornamento sabato 11 aprile 2020 11:54:03

Da martedì riaprono cartolerie, librerie ed altre attività di prima necessità ma bisogna restare a casa fino al 3 maggio per impedire la diffusione del coronavirus. Quello che era un invito, un appello al senso di responsabilità, si è trasformato in obbligo. Lo dice l’ultimo decreto del presidente del Consiglio dei Ministri che ha prorogato le misure attualmente in vigore fino al 3 maggio, con delle piccole varianti. Da martedì 14 aprile si allunga leggermente la lista delle attività considerate di prima necessità. Dopo Pasqua possono riaprire, ad esempio, le cartolerie perché, pur non andando a scuola, gli studenti svolgono didattica a distanza da casa e hanno bisogno del materiale come quaderni, penne o altro. Riaprono pure le librerie e i negozi di abbigliamento per neonati e bambini. Riprende la produzione dei componenti elettronici e quindi dei computer e delle periferiche informatiche. E poi anche di fertilizzanti e prodotti chimici per l’agricoltura nonché di utensileria. Ripartono pure le attività di riparazione e manutenzione di aerei e treni, oltre alla cura e manutenzione del paesaggio. I call center possono lavorare solo per gestire le chiamate provenienti dagli utenti per guasti, informazioni o reclami. Adottate alcune misure per ridurre la possibilità di contagio quando si fa la spesa. Come il gel disinfettante vicino alle casse o guanti monouso e mascherine per i lavoratori. Questo fino al 3 maggio. Allo studio cosa fare successivamente con le misure da adottare nella cosiddetta "fase 2" che, in base all’andamento epidemiologico, potrebbe partire a maggio.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Covid 19, 295 nuovi casi in Campania

Ci sono altri nuovi 295 casi di Covid 19 in Campania, su 5.592 tamponi effettuati domenica. A renderlo noto, l'​Unità di Crisi Regionale per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologia da Covid-19. Attualmente, dunque, in Campania risultano 12.169 i positivi...

Cronaca

Scuole ancora chiuse a Salerno, apriranno domani

Prima il covid, poi le elezioni, infine il maltempo. Sembra essere un anno storto per la scuola che, pur tra mille difficoltà a causa dell'emergenza coronavirus, dopo due rinvii era pronta a ripartire. Il nuovo stop arriva dopo le piogge che hanno provocato numerosi danni in molte zone. Oggi scuole chiuse...

Cronaca

Maltempo: Coldiretti, danni a castagneti e vigneti

L'agricoltura conta i danni dopo il weekend di maltempo che si è abbattuto sulla provincia di Salerno. Coldiretti questa mattina, con i suoi tecnici, ha verificato le condizioni delle campagne in molti casi ancora allagate dopo la furia della pioggia e del vento. La situazione «La situazione è di grande...

Cronaca

Covid: contagi costanti e mascherine necessarie

Contagi ad andamento costante; numeri che già superano quelli di marzo; controlli che stentano a diventare serrati. Sono gli ingredienti dell'ansa da Coronavirus di questo settembre che volge al termine e che sul fronte contagi ha visto svettare la Campania a livello nazionale. Nel solo Salernitano sono...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi