Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 4 ore fa S. Damiano Martire

Date rapide

Oggi: 26 settembre

Ieri: 25 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Lira TV

Tu sei qui: CronacaRifiuti, Capezzuto (Cgil): «serve tracciabilità per sanzionare chi sporca»

Cronaca

Rifiuti, Capezzuto (Cgil): «serve tracciabilità per sanzionare chi sporca»

Scritto da (admin), mercoledì 1 luglio 2020 09:41:11

Ultimo aggiornamento mercoledì 1 luglio 2020 09:41:11

«Il degrado crescente in alcune zone della città di Salerno certifica la necessità di un controllo del territorio». A dirlo è Antonio Capezzuto, segretario della Cgil funzione pubblica, proponendo un sistema per tracciare i rifiuti e chi li deposita. «Il continuo abbandono di rifiuti, l'inciviltà diffusa di chi non ha nessuna cura e rispetto dei beni comuni, stanno gettando discredito su un’intera città». Con queste parole il segretario generale fp Cgi, Antonio Capezzuto, interviene sulla questione dell’abbandono incontrollato di rifiuti a Salerno. «C'è bisogno di una sterzata immediata per non consentire speculazioni che fanno gola ai soliti noti, che non fanno altro che screditare l'operato dei lavoratori del settore e chiedere ogni anno la messa in discussione degli attuali assetti», dice Capezzuto. Per questo «bisogna ripartire da una nuova campagna di sensibilizzazione» nei quartieri e «dall'utilizzo di un nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti, con l'utilizzo di buste semi trasparenti dotate di codice a barre, sia per le utenze domestiche che per quelle commerciali, spesso protagoniste di un conferimento errato e fuori calendario». «Il codice consente un’immediata identificazione e soprattutto la possibilità di sanzionare gli eventuali trasgressori. E va vietato ufficialmente l'utilizzo dei sacchi neri o non trasparenti per il conferimento di qualsiasi rifiuto, seguendo l'esempio di numerose amministrazioni che già hanno provveduto a impedirne l'utilizzo». «L'obiettivo- spiega la Cgil- è quello di consentire agli operatori di dichiarare con speciali adesivi la non conformità del rifiuto, così da segnalare tramite il codice a barre alla polizia municipale il trasgressore, avviando poi tutte le dovute procedure sanzionatorie. Solo aumentando i controlli e le multe, con la collaborazione dei cittadini e dei commercianti – conclude Capezzuto - riusciremo a restituire la bellezza di Salerno ai propri cittadini e ai turisti».

rank:

Cronaca

Cronaca

Il giorno dopo il tornado, la conta dei danni

Alberi sradicati, rami spezzati, pensiline e strutture pubbliche e private esterne fortemente danneggiate. Ingenti danni anche alle auto parcheggiate. Il maltempo torna a far paura mentre le autorità preposte hanno già cominciato a fare la conta dei danni. In tutta la provincia sono registrate precipitazioni...

Cronaca

Fondazione Picentia, progetto capitani coraggiosi: “nessuno resti indietro”

Coinvolgere ragazzi con disabilità attraverso l'inserimento nell'organico come dirigenti accompagnatori. È questo l'obiettivo di "Capitani coraggiosi", progetto ideato e promosso dalla Fondazione Picentia e dallo Sporting Club Picentia con il supporto di Special Olympics Italia. I ragazzi coinvolti avranno...

Cronaca

Campagna, due arresti

Nella notte, i militari della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Eboli hanno arrestato in flagranza di reato due uomini, rispettivamente di 73 e 56 anni che poco prima si erano introdotti all'interno di una proprietà privata, a Campagna, località Quadrivio. Questi, dopo aver forzato il...

Cronaca

Covid, De Luca: "facciamo uno sforzo, tutti"

Il Governatore, ieri, ha snocciolato i dati relativi all'ultima settimana: dal 16 settembre, 186 casi, poi 195, 208, 158, 171, il 21 settembre scorso primo preoccupante picco, con 242 casi, poi 156, il 23 248, ieri il triste record dei 253 casi con sette mila e oltre tamponi fatti e con una percentuale...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi