Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 59 minuti fa S. Giuseppe Pign.

Date rapide

Oggi: 25 settembre

Ieri: 24 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Lira TV

Tu sei qui: CronacaRistorazione, dal 4 al 10 maggio resta vietato l’asporto in Campania

Cronaca

Ristorazione, dal 4 al 10 maggio resta vietato l’asporto in Campania

Scritto da (admin), sabato 2 maggio 2020 11:11:13

Ultimo aggiornamento sabato 2 maggio 2020 11:11:13

Dal 4 al 10 maggio, in Campania, a seguito dell’ultima ordinanza regionale, per le attività di ristorazione rimane vietato l’asporto, fino a nuova disposizione. Ristoranti, pub, bar, pasticcerie e gelaterie potranno continuare, senza più limiti di spostamento e di orari, solo con la consegna a domicilio. Anche dalla prossima settimana, cioè dal 4 al 10 maggio, in Campania le attività di ristorazione potranno lavorare solo con la consegna a domicilio. Rimane vietato l’asporto, salvo ulteriori decisioni prese e comunicate successivamente. Per il momento ciò che cambia rispetto alle norme già in vigore fino a domani, 3 maggio, sono i limiti di orario e di consegna al di fuori del territorio comunale, che saranno aboliti a partire da lunedì. Per il resto tutte le attività quali bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie potranno continuare a lavorare solo con la modalità di prenotazione telefonica o online e procedere di conseguenza con la consegna a domicilio. Per ora, quindi, rimane vietata la vendita con asporto, in attesa di ulteriori misure organizzative da stabilire con l’Unità di Crisi regionale. L’obiettivo è quello di evitare assembramenti e, quindi, un aumento del rischio epidemiologico. Quindi, ricapitolando, non è possibile recarsi di persona nelle attività di ristorazione ed ordinare il cibo da asporto. E’ necessario effettuare la prenotazione con modalità a distanza ed attendere la consegna presso il proprio domicilio. Inoltre, l’ultima ordinanza regionale specifica che per le attività di ristorazione rimangono in vigore tutte le misure già elencate e specificate nell’allegato 2 dell’ordinanza n.39 dello scorso 25 aprile, relativamente a tutte le norme igieniche e di comportamento da osservare. La Regione ricorda che il mancato rispetto delle misure di contenimento e prevenzione del rischio di contagio, presenti nel provvedimento comporta l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria (pagamento di una somma da euro 400 a euro 3.000) nonchè, per i casi previsti, di quella accessoria (chiusura dell’esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorni).

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Tetti di spesa raggiunti, a pagamento esami cardiologici e radiografie

Raggiunti i tetti di spesa per radiografie ed esamicardiologici, nelle prossime settimane saranno a pagamento anche altri settori. Il ritorno al riparto annuale delle prestazioni non è bastato ad evitare il raggiungimento dei budget che evidentemente restano ancora al di sotto delle esigenze dei cittadini....

Cronaca

Multa di 400 euro per chi non indossa la mascherina

Multa di 400 euro per chi non indossa la mascherina all'aperto in Campania. È quanto prevede la nuova ordinanza regionale numero 72, firmata dal governatore Vincenzo De Luca, e in vigore da oggi fino al 4 ottobre prossimo. In caso di violazione accertata dalle forze dell'ordine, scatta la sanzione amministrativa...

Cronaca

In fuga nella notte per le vie di Salerno, 2 arresti

Fuga rocambolesca nella notte per sfuggire al controllo della polizia. Gli agenti, alle ore 3.00 circa, hanno notato dei giovani a bordo di un'autovettura PEUGEOT 108 con targa estera che si aggirava con fare sospetto in Via Posidonia a Torrione. All'Alt della polizia, il conducente, che in un primo...

Cronaca

Scuola: Ad Agri si torna tra i banchi il 9 ottobre; ad Eboli 1° ottobre

Ad Eboli, le scuole riaprono il 1° ottobre 2020. Il Sindaco, Massimo Cariello, su richiesta dei dirigenti scolastici della Città e per garantire ulteriori interventi di sicurezza e sanificazione, ha individuato una nuova data di apertura delle scuole del territorio. Slitta, quindi, a giovedì 1° ottobre...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi