Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 17 ore fa S. Bernardino da Siena

Date rapide

Oggi: 20 maggio

Ieri: 19 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaRoccapiemonte, neonata lanciata dalla finestra: chiesto il rinvio a giudizio

Cronaca

La Procura di Nocera ha chiesto il processo per la mamma della piccola e per suo marito

Roccapiemonte, neonata lanciata dalla finestra: chiesto il rinvio a giudizio

L'udienza davanti al gip si terrà il primo luglio

Scritto da (Francesca De Simone), martedì 25 maggio 2021 11:31:29

Ultimo aggiornamento martedì 25 maggio 2021 11:31:29

Chiesto il rinvio a giudizio dalla Procura di Nocera Inferiore per la morte della neonata che, lo scorso 2 settembre, si sospetta sia stata lanciata dal secondo piano dell'abitazione in cui era appena stata data alla luce, a Roccapiemonte. Sono indagati per omicidio volontario in concorso la mamma 42enne della piccola, attualmente ai domiciliari presso una struttura psichiatrica, e il marito 48enne. L'udienza davanti al gip è stata fissata per il primo luglio.

Per quanto riguarda la madre, già nel corso delle indagini preliminari, le sue condizioni furono ritenute incompatibili con la detenzione in carcere. Il marito della donna, invece, è libero, in quanto il giudice, in assenza di elementi indiziari in grado di poter coinvolgere l'uomo nel delitto, decise di non convalidare il decreto di fermo in carcere del pm. Il 48enne ha sempre dichiarato di non essere a conoscenza del fatto che la moglie fosse incinta, né di essere sicuro che la piccola fosse sua figlia.

A scoprire il cadavere della neonata, nella siepe davanti al palazzo, era stata una persona che viveva nello stesso stabile della coppia. Ad ogni modo la Procura, ritiene responsabili della morte della bimba sia la madre che il marito della donna, per cui per entrambi è stato chiesto il processo. Per ricostruire all'epoca dei fatti quanto accaduto nelle ore prima del decesso della neonata, i Ris dei Carabinieri hanno svolto una serie di attività tecniche utile alle indagini. Tutto il materiale probatorio raccolto passerà ora al vaglio del gip e nel corso dell'udienza preliminare i difensori potranno discutere delle accuse mosse ai due indagati.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

All’arrembaggio delle Vie del mare

Gite scolastiche, stranieri, la ripartenza del turismo è evidente anche un giovedì mattina al porto turistico Dopo un biennio complesso, il 2022 2022 si presenta come l'anno della ripresa per tutto il mondo del turismo. La rimozione di una serie di divieti, il ritorno ad una quasi normalità prepandemica...

Cronaca

Biglietti in fumo per Salernitana-Udinese

Biglietti esauriti per Salernitana-Udinese, anzi no. Tutti venduti i tagliandi messi a disposizione finora ma ce ne saranno altri. Una città intera, con la sua provincia, in questi giorni non parla d'altro che dei granata e di questa appassionante corsa verso la salvezza in serie A. Tutti vorrebbero...

Cronaca

Morte di Leone al porto, due a processo

Omicidio colposo in concorso. Devono rispondere di questa accusa il collega e la rappresentante legale della ditta che dava occupazione a Matteo Leone, il 36enne deceduto a causa di un incidente avvenuto al porto di Salerno, il 26 maggio scorso. Così ha deciso il gip del tribunale di Salerno ieri nell'udienza...

Cronaca

La Caritas riattiva lo sportello per le donne vittime di violenza

A partire dal 23 maggio, la Caritas Diocesana di Salerno attiverà nuovamente lo sportello di ascolto per offrire accoglienza alle Donne Vittime di Violenza. A gestire le richieste di ascolto saranno le operatrici del Centro Ascolto Donna del CIF, il Centro Italiano Femminile. Le donne che vogliono rivolgersi...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera Amalfitana