Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 16 ore fa S. Giacomo apostolo

Date rapide

Oggi: 25 luglio

Ieri: 24 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaRoccapiemonte, neonata lanciata dalla finestra: chiesto il rinvio a giudizio

Cronaca

La Procura di Nocera ha chiesto il processo per la mamma della piccola e per suo marito

Roccapiemonte, neonata lanciata dalla finestra: chiesto il rinvio a giudizio

L'udienza davanti al gip si terrà il primo luglio

Scritto da (Francesca De Simone), martedì 25 maggio 2021 11:31:29

Ultimo aggiornamento martedì 25 maggio 2021 11:31:29

Chiesto il rinvio a giudizio dalla Procura di Nocera Inferiore per la morte della neonata che, lo scorso 2 settembre, si sospetta sia stata lanciata dal secondo piano dell'abitazione in cui era appena stata data alla luce, a Roccapiemonte. Sono indagati per omicidio volontario in concorso la mamma 42enne della piccola, attualmente ai domiciliari presso una struttura psichiatrica, e il marito 48enne. L'udienza davanti al gip è stata fissata per il primo luglio.

Per quanto riguarda la madre, già nel corso delle indagini preliminari, le sue condizioni furono ritenute incompatibili con la detenzione in carcere. Il marito della donna, invece, è libero, in quanto il giudice, in assenza di elementi indiziari in grado di poter coinvolgere l'uomo nel delitto, decise di non convalidare il decreto di fermo in carcere del pm. Il 48enne ha sempre dichiarato di non essere a conoscenza del fatto che la moglie fosse incinta, né di essere sicuro che la piccola fosse sua figlia.

A scoprire il cadavere della neonata, nella siepe davanti al palazzo, era stata una persona che viveva nello stesso stabile della coppia. Ad ogni modo la Procura, ritiene responsabili della morte della bimba sia la madre che il marito della donna, per cui per entrambi è stato chiesto il processo. Per ricostruire all'epoca dei fatti quanto accaduto nelle ore prima del decesso della neonata, i Ris dei Carabinieri hanno svolto una serie di attività tecniche utile alle indagini. Tutto il materiale probatorio raccolto passerà ora al vaglio del gip e nel corso dell'udienza preliminare i difensori potranno discutere delle accuse mosse ai due indagati.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Crescent: una storia lunga quattordici anni

Ispirato a quello settecentesco di Bath, il Crescent di Salerno, l'emiciclo di cemento ideato dall'architetto catalano Ricardo Bofill, prese forma nel 2007, con le prime delibere della giunta comunale dell'epoca. L'opera, articolata in sei settori con abitazioni, uffici, locali commerciali e box auto...

Cronaca

Cresce ancora il numero dei ricoveri in Campania per il Covid: +5

Cresce per il secondo giorno consecutivo il numero dei ricoveri in Campania per il Covid: al +9 di ieri si somma oggi un +5, con le degenze ordinarie che si attestano a 189. Cala invece lievemente l'occupazione delle terapie intensive (-1), a quota 11. Nel bollettino odierno dell'unità di crisi si segnalano...

Cronaca

"Processo Crescent", De Luca assolto anche in appello

Assoluzione anche in appello per Vincenzo De Luca e per tutti gli imputati del processo Crescent. La sentenza è stata pronunciata oggi dalla Corte d'Appello di Salerno. In questo secondo grado di giudizio la Procura aveva chiesto la condanna dell'ex sindaco di Salerno ad 1 anno e 6 mesi (come per il...

Cronaca

Rissa e lesioni: blitz dei carabinieri nel Salernitano, 11 minori nei guai

Un provvedimento esemplare perché il fenomeno delle risse sta diventando sempre più inquietante e pericoloso: lo dice con chiarezza Patrizia Imperato, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni Salerno, illustrando i dettagli dell'operazione che alle prime luci dell'alba, ha visto...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi