Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 20 ore fa Conv. di S. Paolo apost.

Date rapide

Oggi: 25 gennaio

Ieri: 24 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaSalvini dopo fuga da Mondragone: «tornerò. Camorra non vuole cambiare»

Cronaca

Salvini dopo fuga da Mondragone: «tornerò. Camorra non vuole cambiare»

Scritto da (admin), martedì 30 giugno 2020 10:34:05

Ultimo aggiornamento martedì 30 giugno 2020 10:34:05

Matteo Salvini, costretto ieri sera a scappare da Mondragone dove è stato duramente contestato, oggi a Castelvolturno ha detto di voler tornare in queste zone, dove la camorra fomenta la resistenza al cambiamento. Intanto, nel cluster dei palazzi ex Cirio si contano altri 23 casi. Era cominciato così, il comizio di Matteo Salvini a Mondragone. Poche parole di circostanza, davanti ad una folla che aveva fatto saltare tutte le misure di contenimento anti-contagio, in una zona rossa e tra l’altro a rischio, visto che ieri sera l'Unità di Crisi della Regione Campania censiva altri 23 casi, tutti collegati ai precedenti 49, emersi dai tamponi effettuati nelle aree circostanti i palazzi ex Cirio. Salvini parla ma il tutto dura due minuti. Le contestazioni di un gruppo di antagonisti, accompagnate dal lancio di bottigliette d'acqua, cui le forze dell'ordine hanno risposto con l'uso dei manganelli per allontanare i più scalmanati, hanno impedito al leader leghista di proseguire. Ma diciamo che Salvini sapeva a cosa poteva andare incontro in quella che è una polveriera sociale, dove certo non tutti lo avrebbero accolto lanciando petali di rosa, anzi. «Era mio dovere esserci - ha concluso il leader leghista prima dello stop - e tornerò». Un concetto ribadito anche oggi a Castelvolturno, dove Salvini parla a viso aperto di resistenza al cambiamento fomentata dalla camorra, «l’unica che ci guadagna dal traffico dei rifiuti e dal lavoro illegale». Ma ciò che risalta, oggi, è il dato sul contagio: benché sotto controllo, il focolaio si estende e registra altri 23 casi in un colpo solo per un totale che ormai supera i 70, diffusi in palazzoni dove a decine vivono stipati in piccoli appartamenti, fittati in nero a lavoratori stranieri che per il nostro Paese spesso sono dei fantasmi.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Nuova allerta meteo dalle 6 alle 18 di domani per vento forte e mareggiate

Protezione Civile Campania: allerta meteo Gialla in vigore fino alle 23.59: Temporali, vento forte o molto forte e possibili mareggiate. Nuova allerta meteo dalle 6 alle 18 di domani lunedì 25 gennaio per vento forte e mareggiate. E' in atto sull'intero territorio regionale una allerta meteo con criticità...

Cronaca

Controlli anti-Covid: dati migliori, gente più attenta

La scorsa settimana ha visto, ancora una volta, le Forze dell'Ordine impegnate in controlli utili a contrastare la diffusione del Coronavirus. La collaborazione tra la Polizia di Stato, l'Arma dei Carabinieri e la Guardia di Finanza ha consentito, anche grazie al contributo operativo degli equipaggi...

Cronaca

Rischio focolai nelle scuole: domani parte test volontario di massa

Ad impensierire l'unità di crisi regionale per l'emergenza Covid è stata l'impennata di contagi in una scuola elementare di Fuorigrotta, a Napoli. Troppi per essere fisiologici, ci si trova di fronte ad un cluster. Ed ecco la decisione di far partire uno screening scolastico a tappeto, in tutta la Campania,...

Cronaca

Squecco parla ai giudici: chiesti gli arresti domiciliari

I legali del noto imprenditore capaccese, Roberto Squecco, finito in carcere nell'ambito dell'inchiesta "Croci del Silaro", hanno chiesto gli arresti domiciliari, dopo l'interrogatorio di garanzia. Roberto Squecco ha parlato, certo, ma a quanto pare non per vuotare il sacco. L'imprenditore di Capaccio,...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi