Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 minuti fa S. Mario martire

Date rapide

Oggi: 19 gennaio

Ieri: 18 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaScuola, bizzarre ipotesi di riapertura

Cronaca

Alle viste, ripartenze differenziate, tra scuola primaria e secondaria

Scuola, bizzarre ipotesi di riapertura

Non sarebbe meglio ripartire tutti dopo l'Epifania?

Scritto da (Ivano Montano), venerdì 27 novembre 2020 11:03:04

Ultimo aggiornamento venerdì 27 novembre 2020 11:03:04

Sulla riapertura delle scuole si naviga a vista. E quel che si vede, e soprattutto si sente, fa inorridire o sorridere a seconda degli stati d'animo. Sembrava insuperabile, nella classifica delle amenità, la Ministra Azzolina con quel suo intestardirsi nel voler riaprire le aule il 9 dicembre, giusto per un veloce saluto dei ragazzi ai professori prima delle feste di Natale. Eppure, c'è chi ambisce al trono da Re delle stramberie e, in questo estemporaneo torneo a chi la spara più grossa, nel bocciare l'idea della Ministra propone il prolungamento della didattica a distanza per i Licei fino a Gennaio. Concetto, quello espresso da alcuni Presidenti di Regione ieri, rafforzato dal Governatore della Toscana, Giani, che si è detto favorevole alla riapertura già a dicembre per le seconde e terze medie. La domanda sorge spontanea: perché solo le scuole superiori, da gennaio? Forse c'è differenza tra un ragazzino di 10 anni e un ragazzo di 16? Qualche esperto del Comitato Tecnico Scientifico si è per caso pronunciato sull'immunità dei più piccoli e non ce n'eravamo accorti? Si è detto pure che la via del rientro non potrà prescindere da una rimodulazione del tempo scuola, con uno scaglionamento degli ingressi e delle uscite che si dovrà spalmare su un arco di tempo che va dalle 8 alle 20, con la necessità di abbattere il tabu delle lezioni anche di sabato e domenica.

Insomma, vogliono mandare a scuola i nostri figli anche di sera, anche di domenica, non mettendo in conto il carico di stress per studenti e famiglie, soprattutto scordandosi di santificare le feste, come da Sacre Scritture. Intanto, la Ministra De Micheli ha detto che la scuola non potrà aprire perché non ci sono abbastanza mezzi pubblici e che i 50mila bus promessi per le prossime settimane non basteranno, dato che si dovrà rispettare la capienza massima del 50%. L'impressione è che si stia combattendo una guerra senza uomini, senza mezzi e senza strategie che abbiano un senso. Lo diciamo da giorni, lo ripetiamo: correre il rischio di dover mettere in isolamento eventuali nuovi positivi proprio a Natale giusto per lo sfizio di far fare ai ragazzi quei dieci giorni di lezioni in presenza è un qualcosa che rasenta la follia. Posticipare il tutto - per le scuole di ogni ordine e grado - a dopo l'Epifania è l'unica soluzione, ma anche l'unica a non esser presa in considerazione.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Vaccino, anche in Campania le seconde dosi

Con gli arrivi delle nuove dotazioni di vaccino, in programma oggi e domani, la campagna vaccinale proseguirà in maniera serrata per completare il primo blocco, e prioritariamente per la fase dei "richiami" della prima dose, somministrata dal 30 dicembre scorso. Le seconde dosi saranno somministrate...

Cronaca

Campania Covid: è 9,2% il rapporto positivi-tamponi

Sono 714 (di cui 26 casi identificati da test antigenici rapidi) i nuovi positivi al Coronavirus in Campania a fronte di 7758 tamponi analizzati nelle ultime 24 ore. Si attesta dunque al 9,2% il rapporto positivi-tamponi, in aumento rispetto a ieri (7,7%). Questo il bollettino di oggi: Positivi del giorno:...

Cronaca

Arcidiocesi conferma: da stasera accoglienza alla Medaglia Miracolosa

«Per i senzatetto e i cittadini in difficoltà, e per far fronte all'ondata di freddo di queste ore, l'Arcidiocesi di Salerno-Campagna-Acerno, in collaborazione con il Comune di Salerno ed alle associazioni di volontariato, ha attivato da questa sera uno spazio attrezzato per l'accoglienza notturna»....

Cronaca

Accoglienza senzatetto, De Roberto: «Creata nuova struttura in sinergia con la Diocesi»

Al di là di ogni polemica scatenatasi in queste ore, sull'emergenza freddo e l'accoglienza dei senza fissa dimora, l'amministrazione comunale è all'opera, già da tempo, per fornire un punto di riferimento ai clochard in occasione dell'ondata di gelo prevista in questo periodo invernale. Nella circostanza,...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi