Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 58 minuti fa S. Feliciano vescovo

Date rapide

Oggi: 24 gennaio

Ieri: 23 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaScuola, è polemica sulla data di riapertura

Cronaca

Azzolina ribadisce il 14, i governatori chiedono il 24, De Luca dice che "nelle attuali condizioni non è possibile farlo"

Scuola, è polemica sulla data di riapertura

Mascherine e trasporti i problemi principali, ma c'è anche il fronte degli organici

Scritto da (Francesca Salemme), sabato 29 agosto 2020 13:08:36

Ultimo aggiornamento sabato 29 agosto 2020 13:08:36

Il ritorno in classe potrebbe produrre "un lieve incremento dell'indice di trasmissione del contagio: ce lo aspettiamo" ciononostante è assoluta "la necessità di riaprire la scuola". Ma è sulla data di riapertura, ribadita dalla ministra Azzolina per il prossimo 14 settembre, che infuria la polemica: alcuni governatori vorrebbero spostarla almeno al 24, mentre Vincenzo De Luca dichiara che si riserva di decidere tra una settimana perché "nelle attuali condizioni non è possibile farlo".

Intanto, però, la Conferenza delle Regioni ha dato il via libera al documento con le "Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai di SARS-CoV-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell'infanzia" che prevede, in sintesi, come ogni scuola definisca come attivare la didattica a distanza (per classe o per struttura), in caso di contagi. In Conferenza Unificata ci sarà il via libera definitivo.

Agostino Miozzo, coordinatore del Comitato tecnico scientifico, è stato ascoltato per quasi tre ore dalla Commissione Istruzione della Camera ed ha chiarito che tutti gli studenti dovranno indossare la mascherina sui mezzi pubblici e che una volta in classe per i bambini dai 0 ai 6 anni non ci sarà necessità di portarla, mentre dovranno indossarla gli educatori della scuola dell'infanzia. Nelle classi della primaria, se c'è il distanziamento superiore al metro tra le sedute, si può toglierla, così come la si può levare nel momento del pranzo e quando si fa attività sportiva. Dalle medie in poi c'è obbligo di indossarla se non c'è adeguato distanziamento. Miozzo ha precisato che per gli alunni vanno benissimo anche quelle di stoffa. Sui termoscanner negli edifici scolastici, poi, ha rilevato che ci sono difficoltà: per individuare la temperatura corporea di ogni persona c'è bisogno di 83 secondi che moltiplicati per centinaia di studenti a istituto finirebbero con il bloccare l'ingresso a scuola.

Oltre alle mascherine l'altro fronte critico è quello dei trasporti, dove nelle ore di punta, il 25-35% degli studenti rischia di rimanere a piedi. Il Cts raccomanda sugli scuolabus una capienza al massimo solo per 15 minuti mentre si potrebbe arrivare (si deciderà tra lunedì e martedì sempre nell'ambito della conferenza Stato-Regioni) ad un tasso di riempimento dei mezzi dell'80 per cento.

La ministra Azzolina dal canto suo ha firmato il nuovo decreto per le assunzioni del personale scolastico per l'emergenza, circa 70 mila tra docenti e personale ATA, mentre il ministro dell'Economia Gualtieri ha firmato quello per l'assunzione a tempo indeterminato di 84.808 docenti. Ma nelle graduatorie a esaurimento di diverse province molte classi di concorso sono esaurite e lo sono pure le graduatorie di merito. Azzolina spera che alcuni posti vengano assegnati tramite "call veloce" ma il vincolo di permanenza dei 5 anni nella stessa sede pesa non poco.

Secondo le previsioni più pessimistiche, dunque, si apre un anno scolastico con lo spettro di 250 mila-300 mila supplenti, mentre aumentando in questi giorni il numero dei contagi, ci sono docenti "fragili" affetti da patologie pregresse che stanno chiedendo di restare a casa.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Nuova allerta meteo dalle 6 alle 18 di domani per vento forte e mareggiate

Protezione Civile Campania: allerta meteo Gialla in vigore fino alle 23.59: Temporali, vento forte o molto forte e possibili mareggiate. Nuova allerta meteo dalle 6 alle 18 di domani lunedì 25 gennaio per vento forte e mareggiate. E' in atto sull'intero territorio regionale una allerta meteo con criticità...

Cronaca

Controlli anti-Covid: dati migliori, gente più attenta

La scorsa settimana ha visto, ancora una volta, le Forze dell'Ordine impegnate in controlli utili a contrastare la diffusione del Coronavirus. La collaborazione tra la Polizia di Stato, l'Arma dei Carabinieri e la Guardia di Finanza ha consentito, anche grazie al contributo operativo degli equipaggi...

Cronaca

Rischio focolai nelle scuole: domani parte test volontario di massa

Ad impensierire l'unità di crisi regionale per l'emergenza Covid è stata l'impennata di contagi in una scuola elementare di Fuorigrotta, a Napoli. Troppi per essere fisiologici, ci si trova di fronte ad un cluster. Ed ecco la decisione di far partire uno screening scolastico a tappeto, in tutta la Campania,...

Cronaca

Squecco parla ai giudici: chiesti gli arresti domiciliari

I legali del noto imprenditore capaccese, Roberto Squecco, finito in carcere nell'ambito dell'inchiesta "Croci del Silaro", hanno chiesto gli arresti domiciliari, dopo l'interrogatorio di garanzia. Roberto Squecco ha parlato, certo, ma a quanto pare non per vuotare il sacco. L'imprenditore di Capaccio,...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi