Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Vincenzo diacono

Date rapide

Oggi: 22 gennaio

Ieri: 21 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaScuola, la Regione Campania lascia le scuole chiuse

Cronaca

Adesione bassa allo screening

Scuola, la Regione Campania lascia le scuole chiuse

L'Unità di crisi regionale valuta la situazione

Scritto da (Anna Sarno), lunedì 23 novembre 2020 14:20:46

Ultimo aggiornamento lunedì 23 novembre 2020 17:34:57

Erano due i fattori da prendere in considerazione per un'eventuale e graduale riapertura delle scuole in Campania. Il primo era rappresentato dai risultati dello screening, il secondo dall'andamento dei contagi. Entrambi i fattori non sembrano dare le indicazioni giuste e quindi domani infanzia e prima elementare resteranno chiuse. A differenza di quanto ipotizzato la settimana scorsa dalla Regione Campania, sempre previa valutazione dei due fattori.

Lo screening volontario al personale scolastico, agli alunni e ai familiari conviventi non ha fatto registrare una grande partecipazione. Sono stati esigui i test antigenici effettuati anche perché prenotare il controllo è stata un'impresa riuscita a pochissime persone. Il numero verde per lo screening non ha risposto quasi mai e gran parte delle persone che avevano lasciato il proprio numero non sono state ricontattate. Chi è riuscito (davvero pochi) ad avere un appuntamento si è dovuto spostare da Salerno a Cava de' Tirreni, Nocera o Maiori per sottoporsi al tampone. Di conseguenza ad oggi non ci sono i numeri sufficienti dei controlli per fare una valutazione attenta e quindi le scuole restano chiuse. Lo screening però va avanti e da domani, in base all'ultima ordinanza regionale, dovrebbe essere allargato alle altre classi elementari e alla prima media in vista di un possibile ritorno in aula dal 30 novembre.

Al momento è difficile fare previsioni sull'eventuale riapertura delle scuole in Campania. Ricordiamo che, in base alle misure previste dal Dpcm, nella zona rossa la didattica può essere in presenza fino alla prima media compresa e deve essere a distanza dalla seconda media in su. In Campania, però, la Regione ha chiuso l'infanzia da fine ottobre e tutte le altre scuole già da metà ottobre. Ogni valutazione, numeri alla mano dello screening e dei contagi, sarà fatta dall'Unità di crisi regionale.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Scuola, il Tar Campania decreta il ritorno in classe anche per le superiori

Entro il 1° febbraio dovranno tornare in classe anche gli studenti delle scuole superiori. Lo ha stabilito oggi il Tar della Campania, con un decreto della quinta sezione a firma del presidente Maria Abbruzzese, fissando la trattazione collegiale al 16 febbraio. Il Tar ha accolto il ricorso presentato...

Cronaca

Divina, il turismo che verrà

E' stata solo la prima di una serie di riunioni già fissate in calendario con gli amministratori delle città campane a turismo prevalente. L'obiettivo della Regione Campania e dell'Assessorato al ramo è quello di raccogliere le indicazioni da parte dei sindaci per la programmazione 2021 e la progettualità...

Cronaca

Trattative ferme all’era pre-Covid: sindacati “bacchettano” l’Asl di Salerno

Cgil, Cisl e Uil denunciano trattative sindacali all'Asl ferme da prima della pandemia: le sigle di categoria chiedono di essere convocati dai vertici dell'Azienda. Un'immediata ripresa delle trattative, ferme dall'esplosione della pandemia da Covid, è quanto chiedono all'Asl di Salerno in modo unitario...

Cronaca

Pfizer, vaccini in frenata

La corsa dei furgoni Pfizer è in forte frenata, tanto che le forniture per l'Italia - già in calo da qualche giorno - saranno addirittura dimezzate dalla settimana prossima per alcune regioni, tra cui la Campania. Ieri, dopo aver preso atto della comunicazione fatta dall'azienda farmaceutica, si è scatenata...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi