Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 53 minuti fa S. Antonio abate

Date rapide

Oggi: 17 gennaio

Ieri: 16 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaScuola: possibile didattica in presenza dal 23 novembre ma solo fino alla prima media

Cronaca

Nel pomeriggio, al termine della riunione dell’Unità di Crisi, la firma sull’ordinanza

Scuola: possibile didattica in presenza dal 23 novembre ma solo fino alla prima media

è una delle ipotesi su cui lavora l’unità di crisi regionale

Scritto da (Andrea Siano), sabato 14 novembre 2020 12:24:57

Ultimo aggiornamento sabato 14 novembre 2020 12:26:20

Didattica in presenza dal 23 novembre ma solo fino alla prima media: è una delle ipotesi su cui lavora l'unità di crisi regionale.

Al momento in cui scriviamo non c'è niente di certo, a parte le stilettate del presidente De Luca al Governo sulla decisione di tenere aperte le scuole, un mese fa, salvo poi chiuderle due settimane dopo. Il governatore ha sempre difeso la scelta di attivare la didattica a distanza negli istituti di ogni ordine e grado sulla base degli indicatori sul contagio esponenziale, ma adesso - con la zona rossa- paradossalmente il proseguire su questa strada può non essere scontato. Con la riduzione drastica di mobilità ed altre attività, in linea teorica un adeguamento al dpcm nazionale che consente la didattica in presenza fino alla prima media è possibile, di pari passo con l'auspicabile flessione della curva dei contagi.

Il retroscena

Potrebbe esserci questo ragionamento, con ogni probabilità ancora in corso, dietro il ritardo sulla proroga dell'ordinanza di chiusura delle scuole che scade proprio oggi. Se si guarda ai messaggi lanciati nelle ultime settimane, c'è da attendere un'altra ordinanza che proroghi la didattica a distanza in tutte le scuole almeno per un'altra settimana: insomma, lunedì 16 novembre è da escludere che si torni in classe. Ma attenzione, perché lo stesso ragionamento potrebbe non valere per la settimana successiva: ci sarebbe un'ipotesi, infatti, di consentire il rientro per il settore infanzia laddove possibile, per gli alunni delle elementari e gli studenti delle sole prime medie da lunedì 23 novembre. Ad una condizione, però: che si riscontri un primo decremento dei casi positivi come effetto della zona rossa e che il personale docente, amministrativo e la stessa popolazione studentesca si sottopongano a test antigenici di massa per rintracciare ed isolare prima eventuali contagi.

L'obiettivo

In questo modo, la Regione salverebbe la coerenza del discorso sul monitoraggio dei positivi e sull'individuazione precoce dei possibili cluster familiari o focolai, allineandosi però alle disposizioni governative che consentono la didattica in presenza fino alla prima media in zona rossa, mantenendo le lezioni on line per tutti gli altri. Nel pomeriggio, al termine della riunione dell'Unità di Crisi, la firma sull'ordinanza regionale.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Calo fornitura dei vaccini da parte di Pfizer colpirà anche la Campania

A spiegarlo per primo all'agenzia ANSA è stato Ugo Trama, dell'Unità di Crisi della Regione Campania: «Pfizer ha comunicato un piano per non ridurre le quantità consegnate all'Europa», dice, confermando di aver «avuto (lui stesso, ndr) un contatto con un responsabile della Pfizer» che lo ha rassicurato...

Cronaca

Scuola: De Luca firma ordinanza, riaprono le terze elementari

Il presidente della Regione Vincenzo De Luca ha firmato l'ordinanza, annunciata già ieri, che prevede da lunedì 18 la riapertura delle sole terze elementari, oltre alla prosecuzione delle lezioni in presenza per le prime e le seconde già in corso da questa settimana. Nell'ordinanza si ricorda che "restano...

Cronaca

Salerno, clochard muore in strada

E' stato trovato steso a terra, davanti ad un portone. Aveva 40 anni il clochard ucciso dal gelo, a Salerno, in uno dei giorni più freddi dell'anno. E' questa l'ipotesi più probabile. E' il secondo senzatetto stroncato dal freddo. Una drammatica conta cominciata la notte di Natale con l'uomo morto nel...

Cronaca

Scippi e rapine nei Picentini: in manette 2 persone

Era dalla scorsa estate che nei Picentini si registravano episodi criminali: furti, rapine, ricettazione e lesioni. Una lunga scia di elementi che hanno condotto un 34enne, trasferito in carcere, e un 31enne destinatario di domiciliari ma già detenuto a Fuorni, nella rete dei carabinieri di Battipaglia...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi