Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 9 ore fa S. Luca evangelista

Date rapide

Oggi: 18 ottobre

Ieri: 17 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaScuola: possibile didattica in presenza dal 23 novembre ma solo fino alla prima media

Cronaca

Nel pomeriggio, al termine della riunione dell’Unità di Crisi, la firma sull’ordinanza

Scuola: possibile didattica in presenza dal 23 novembre ma solo fino alla prima media

è una delle ipotesi su cui lavora l’unità di crisi regionale

Scritto da (Andrea Siano), sabato 14 novembre 2020 12:24:57

Ultimo aggiornamento sabato 14 novembre 2020 12:26:20

Didattica in presenza dal 23 novembre ma solo fino alla prima media: è una delle ipotesi su cui lavora l'unità di crisi regionale.

Al momento in cui scriviamo non c'è niente di certo, a parte le stilettate del presidente De Luca al Governo sulla decisione di tenere aperte le scuole, un mese fa, salvo poi chiuderle due settimane dopo. Il governatore ha sempre difeso la scelta di attivare la didattica a distanza negli istituti di ogni ordine e grado sulla base degli indicatori sul contagio esponenziale, ma adesso - con la zona rossa- paradossalmente il proseguire su questa strada può non essere scontato. Con la riduzione drastica di mobilità ed altre attività, in linea teorica un adeguamento al dpcm nazionale che consente la didattica in presenza fino alla prima media è possibile, di pari passo con l'auspicabile flessione della curva dei contagi.

Il retroscena

Potrebbe esserci questo ragionamento, con ogni probabilità ancora in corso, dietro il ritardo sulla proroga dell'ordinanza di chiusura delle scuole che scade proprio oggi. Se si guarda ai messaggi lanciati nelle ultime settimane, c'è da attendere un'altra ordinanza che proroghi la didattica a distanza in tutte le scuole almeno per un'altra settimana: insomma, lunedì 16 novembre è da escludere che si torni in classe. Ma attenzione, perché lo stesso ragionamento potrebbe non valere per la settimana successiva: ci sarebbe un'ipotesi, infatti, di consentire il rientro per il settore infanzia laddove possibile, per gli alunni delle elementari e gli studenti delle sole prime medie da lunedì 23 novembre. Ad una condizione, però: che si riscontri un primo decremento dei casi positivi come effetto della zona rossa e che il personale docente, amministrativo e la stessa popolazione studentesca si sottopongano a test antigenici di massa per rintracciare ed isolare prima eventuali contagi.

L'obiettivo

In questo modo, la Regione salverebbe la coerenza del discorso sul monitoraggio dei positivi e sull'individuazione precoce dei possibili cluster familiari o focolai, allineandosi però alle disposizioni governative che consentono la didattica in presenza fino alla prima media in zona rossa, mantenendo le lezioni on line per tutti gli altri. Nel pomeriggio, al termine della riunione dell'Unità di Crisi, la firma sull'ordinanza regionale.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Covid e vaccini, c’è l’effetto green pass

Contagi sostanzialmente stabili in provincia di Salerno (59 i tamponi positivi di ieri), mentre aumenta, invece, il numero delle vaccinazioni. Non solo terze dosi, ma anche prime somministrazioni. L'obbligo di green pass ha avuto i suoi effetti sulla campagna di immunizzazione, sebbene nel salernitano...

Cronaca

Ballottaggi a Battipaglia e ad Eboli: affluenza in calo

Affluenza in calo fino alle 23 di ieri sera nei due centri in provincia di Salerno, Battipaglia ed Eboli chiamati a tornare alle urne per decidere l'elezione dei rispettivi sindaci al ballottaggio. Nella Piana del Sele si vota, come negli altri comuni italiani, fino alle 15, quando inizierà lo spoglio....

Cronaca

Piazza della Libertà, nuovo atto vandalico

Non c'è pace per Piazza della Libertà. La nuova meta dello struscio dei salernitani e dei turisti, che si godono l'ottobrata, lasciandosi incantare dal panorama della passeggiata fronte mare con Stazione Marittima e Costiera Amalfitana da un lato e costa cilentana dall'altro a far da cornice a selfie...

Cronaca

Vento, ancora in corso le operazioni di messa in sicurezza in città

Il forte vento degli scorsi giorni è passato ed è il momento di fare la conta dei danni. In città a causa delle violente folate registratesi nelle scorse 48 ore si sono verificati notevoli disagi. Pannelli per l'affissione dei manifesti elettorali divelti, pali abbattuti, rami ed interi tronchi d'albero...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi