Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 16 ore fa S. Eliseo profeta

Date rapide

Oggi: 14 giugno

Ieri: 13 giugno

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaScuola: possibile didattica in presenza dal 23 novembre ma solo fino alla prima media

Cronaca

Nel pomeriggio, al termine della riunione dell’Unità di Crisi, la firma sull’ordinanza

Scuola: possibile didattica in presenza dal 23 novembre ma solo fino alla prima media

è una delle ipotesi su cui lavora l’unità di crisi regionale

Scritto da (Andrea Siano), sabato 14 novembre 2020 12:24:57

Ultimo aggiornamento sabato 14 novembre 2020 12:26:20

Didattica in presenza dal 23 novembre ma solo fino alla prima media: è una delle ipotesi su cui lavora l'unità di crisi regionale.

Al momento in cui scriviamo non c'è niente di certo, a parte le stilettate del presidente De Luca al Governo sulla decisione di tenere aperte le scuole, un mese fa, salvo poi chiuderle due settimane dopo. Il governatore ha sempre difeso la scelta di attivare la didattica a distanza negli istituti di ogni ordine e grado sulla base degli indicatori sul contagio esponenziale, ma adesso - con la zona rossa- paradossalmente il proseguire su questa strada può non essere scontato. Con la riduzione drastica di mobilità ed altre attività, in linea teorica un adeguamento al dpcm nazionale che consente la didattica in presenza fino alla prima media è possibile, di pari passo con l'auspicabile flessione della curva dei contagi.

Il retroscena

Potrebbe esserci questo ragionamento, con ogni probabilità ancora in corso, dietro il ritardo sulla proroga dell'ordinanza di chiusura delle scuole che scade proprio oggi. Se si guarda ai messaggi lanciati nelle ultime settimane, c'è da attendere un'altra ordinanza che proroghi la didattica a distanza in tutte le scuole almeno per un'altra settimana: insomma, lunedì 16 novembre è da escludere che si torni in classe. Ma attenzione, perché lo stesso ragionamento potrebbe non valere per la settimana successiva: ci sarebbe un'ipotesi, infatti, di consentire il rientro per il settore infanzia laddove possibile, per gli alunni delle elementari e gli studenti delle sole prime medie da lunedì 23 novembre. Ad una condizione, però: che si riscontri un primo decremento dei casi positivi come effetto della zona rossa e che il personale docente, amministrativo e la stessa popolazione studentesca si sottopongano a test antigenici di massa per rintracciare ed isolare prima eventuali contagi.

L'obiettivo

In questo modo, la Regione salverebbe la coerenza del discorso sul monitoraggio dei positivi e sull'individuazione precoce dei possibili cluster familiari o focolai, allineandosi però alle disposizioni governative che consentono la didattica in presenza fino alla prima media in zona rossa, mantenendo le lezioni on line per tutti gli altri. Nel pomeriggio, al termine della riunione dell'Unità di Crisi, la firma sull'ordinanza regionale.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Salerno, movida sicura

Proseguono i controlli interforze nel week end sulla movida, per garantire la sicurezza e per prevenire episodi di inosservanza delle norme anti covid. I servizi di vigilanza sono stati svolti da tutte le forze dell'ordine del territorio, nei luoghi di maggior aggregazione della provincia, attraverso...

Cronaca

Caos Astrazeneca, seconde dosi su under 60 rimandate

Il caos AstraZeneca ha i suoi effetti anche sulla campagna vaccinale a Salerno. Dopo lo stop alle somministrazioni agli under 60, arrivato direttamente dal ministero della salute, ieri tantissimi salernitani convocati per il richiamo sono stati rispediti a casa, in attesa di indicazioni più precise dal...

Cronaca

Lungomare Capaccio Paestum, inaugurato il primo tratto

Un'opera rivoluzionaria: così il sindaco di Capaccio Paestum Franco Alfieri ha definito il Lungomare in località Laura Mare di cui è stato appena inaugurato il primo tratto. Si tratta del primo dei tre chilometri nell'ambito di un progetto complessivo da 6 milioni di euro che darà finalmente un nuovo...

Cronaca

A.F.A. DAY 2021: muoversi e socializzare per prevenire le patologie

Una giornata all'insegna della promozione di sani stili di vita e della socializzazione con l'iniziativa "A.F.A. Day" organizzato dall'Asl di Salerno, che è la prima tra le aziende sanitarie campane ad attuare il percorso di Attività Fisica Adattata. Il progetto si rivolge a persone in età avanzata,...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi