Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Messalina vergine

Date rapide

Oggi: 23 gennaio

Ieri: 22 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaTerremoto: 40 anni fa il sisma che cambiò la storia locale e nazionale

Cronaca

Quasi tremila persone morirono

Terremoto: 40 anni fa il sisma che cambiò la storia locale e nazionale

Devastò la Campania e la Basilicata

Scritto da (Andrea Siano), lunedì 23 novembre 2020 11:04:40

Ultimo aggiornamento lunedì 23 novembre 2020 12:54:40

Sono trascorsi quarant'anni dall'immane tragedia provocata dal terremoto che devastò la Campania e la Basilicata. Quasi tremila persone morirono sotto le macerie delle proprie case, o in conseguenza delle distruzioni di edifici. Il sisma cambiò la storia locale e nazionale.

La tragedia

Papa Francesco, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: non c'è voce istituzionale o di chi semplicemente c'era, 40 anni fa, che non si levi oggi a ricordare quella sera di domenica 23 novembre, ore 19.34, i secondi interminabili di una scossa tra le più potenti mai registrate. E poi i tremila morti, le migliaia di feriti e senzatetto. Le macerie, i container, la speculazione edilizia, i palazzoni nei paesi presepe, le ruberie, il sogno assurdo delle industrie nelle zone montane, lo spopolamento di interi territori, le generazioni distrutte.

Le voci

Ma a quarant'anni di distanza si può anche dire che quel terremoto non segnò solo con la sofferenza intere comunità, perché dallo scavare a mani nude e con comandi improvvisati si passò alla meravigliosa macchina organizzativa della protezione civile; dall'ignoranza assoluta sulle costruzioni antisismiche alla conoscenza profonda di regole che erano già parte di esperienze maturate all'estero. E poi, come scrive oggi il Capo dello Stato Mattarella, «anche il senso di comunità consentì allora di reagire, di affrontare la drammatica emergenza e quindi di riedificare borghi, paesi, centri abitati e con essi le reti di comunicazione, le attività produttive, i servizi, le scuole». Tutto questo «appartiene alla nostra memoria civile. Profonda è stata la ferita alle popolazioni e ai territori. Immensa la volontà e la forza per ripartire». Ed un filo rosso lega queste parole a quelle del presidente di allora, Sandro Pertini, che disse: «il modo migliore per onorare i morti è pensare ai vivi».

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Baronissi, restyling per l'area prefabbricati

Consegnato questa mattina il primo tratto del marciapiede ad Acquamela nella zona ex zona prefabbricati. L'intera area è interessata da lavori di riqualificazione: restyling dello spazio in cui erano i prefabbricati, realizzazione di nuovi marciapiedi, integrazione della pubblica illuminazione, videosorveglianza,...

Cronaca

In Campania allerta meteo gialla dalle 6 di domenica

Un nuovo avviso di allerta meteo con criticità idrogeologica di livello giallo, valevole a partire dalle 6 di domani, domenica, e valido fino alle 23.59, è stato emanato dalla Protezione Civile della Regione Campania. L'allerta riguarda l'intero territorio regionale. Si prevedono precipitazioni sparse,...

Cronaca

Salerno, pusher sorpreso a Matierno. Arrestato dalla polizia

Sorpreso in strada, in viale Ernesto Bruno nel quartiere di Matierno con la cocaina, in casa nascondeva in casa nascondevaoltre 1 kg di droga, tra cocaina e polvere da taglio. Arrestato dalla polizia uno spacciatore salernitano di 32 anni. I Falchi lo hanno colto in flagranza di reato di detenzione ai...

Cronaca

Salerno imbiancata per una grandinata

Una violenta grandinata si è abbattuta, poco prima delle 10 di questa mattina, su Salerno. Il Lungomare, le piazze, i due corsi principali del capoluogo, le strade del centro città e dei quartieri collinari sono stati completamente ricoperti dagli enormi chicchi di ghiaccio che sono piovuti dal cielo....

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi