Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 11 ore fa S. Teodoro martire

Date rapide

Oggi: 20 settembre

Ieri: 19 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Lira TV

Tu sei qui: CronacaUsura a Cava: i cinque arrestati non rispondono alle domande del gip

Cronaca

Usura a Cava: i cinque arrestati non rispondono alle domande del gip

Scritto da (admin), giovedì 6 febbraio 2020 07:49:19

Ultimo aggiornamento giovedì 6 febbraio 2020 07:49:19

Scena muta nell’interrogatorio di garanzia seguito agli arresti per usura. E’ quanto accaduto ieri davanti al gip Scermino, che voleva sentire le persone accusate di aver prestato soldi a strozzo ad un commerciante di Salerno con negozi anche a Cava. Domenico Caputano, Maurizio Salsano, Antonio Villone, Antonio Rupoli e Antonio Cascella si sono avvalsi della facoltà di non rispondere, davanti al gip Scermino, durante l’interrogatorio di garanzia seguito al loro arresto per usura ed estorsione aggravate dal metodo mafioso nei confronti di un commerciante d’abbigliamento con negozi a Cava de’ Tirreni e Salerno. Il loro atteggiamento, evidentemente frutto di una strategia dettata dai loro legali, non permette di aggiungere altri particolari al quadro d’indagine tracciato dal pm Vincenzo Senatore, della Direzione Distrettuale Antimafia di Salerno, già irrobustito dagli elementi raccolti dagli uomini della Dia, diretti dal tenente colonnello Vincenzo Ferrara. Può sembrare uno stop nella fase determinante che potrebbe preludere al processo degli usurai, ma di fatto il contesto delineato nei dettagli e documentato con registrazioni e atti dalla stessa vittima degli strozzini sembra lasciare poco margine alla difesa sulla sostanza delle accuse, ma com’è ovvio si attendono le mosse dei legali per capire quanto e come l’impianto accusatorio potrà reggere. Ricordiamo che il commerciante ci aveva rimesso fino a 700mila euro di soli interessi, a fronte di una quota capitale pari a 500mila euro, oltre ad un negozio a Cava e ricschiava di chiudere anche quello in centro a Salerno. A prestargli i soldi erano Salsano e Rupoli, anch’essi commercianti, oltre a Cascella che li usava come tramite. A fare le minacce, invece, era Villone, raccontando di legami con la mala paganese, mentre Caputano era la mente, visti i precedenti specifici per i quali è già a giudizio su altre vicende.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Elezioni, al via il voto all’epoca del Covid

Il dato dell'affluenza rimane sotto osservazione per verificare se e quanto gli effetti del Covid influiranno su questa tornata elettorale, la prima all'epoca della pandemia. A causa del coronavirus si è già registrato in molti seggi sparsi su tutto il territorio nazionale un "fuggi fuggi" di scrutatori...

Cronaca

Alle urne con la mascherina

Anche a Salerno si vota nel rispetto delle regole anti-covid. Mascherina obbligatoria e sanificazione delle mani Il protocollo stilato per le elezioni prevede che ogni elettore debba indossare la mascherina chirurgica in maniera corretta, coprendo, quindi, anche il naso. All'interno dell'edificio sono...

Cronaca

Contagi, otto casi in più in provincia

Otto casi in più in provincia di Salerno. Quattro di questi ad Eboli, tre a Battipaglia ed uno a Centola. E' questo il report dell'Asl, arrivato nella serata di ieri. L'Azienda Sanitaria Locale ha reso noto che quasi tutti i contagi delle ultime ore sono riconducibili alle attività produttive, già sotto...

Cronaca

Incendi boschivi: denunciato un uomo di Sarno

I Carabinieri della Forestale di Sarno hanno eseguito una serie di minuziose indagini dopo l'incendio che si è sviluppato il 13 settembre scorso in località "Villa Venere" proprio nel comune dell'Agro Nocerino Sarnese. Dopo aver ricostruito gli eventi, la dinamica di propagazione delle fiamme e soprattutto...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi