Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 31 minuti fa S. Flavio martire

Date rapide

Oggi: 7 maggio

Ieri: 6 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaVaccini, caos "Generale"

Cronaca

Il Governatore non sfida il Commissario, De Luca preferisce combattere contro il virus

Vaccini, caos "Generale"

Campania con meno vaccini, perchè non accelerare le procedure per le forniture di Sputnik?

Scritto da (Ivano Montano), martedì 13 aprile 2021 11:47:24

Ultimo aggiornamento martedì 13 aprile 2021 11:47:24

"‘O sceriffo contro il Generale", "De Luca sfida il Governo". Nei titoli dei quotidiani, oggi, le parole "contro" e "sfida", accostate a un uomo, prima ancora che amministratore pubblico e personaggio politico, che è semplicemente "contro" il covid e l'unica sfida che ha lanciato è quella al virus. Lo ha fatto a mani nude fin dall'inizio della pandemia, quando in Campania mancavano uomini e mezzi a causa di una scellerata, dissennata politica nazionale che per decenni ha fatto a chi figlio e chi figliastro nella ripartizione delle risorse destinate alla sanità. Un andazzo che, a quanto pare, è una traccia da seguire a Roma anche per quanto riguarda l'altrettanto delicata distribuzione dei vaccini, con la Campania costretta a fare le nozze coi fichi secchi per aver ricevuto scorte ridotte rispetto ad altre regioni. Vincenzo De Luca, primo in Italia a varare misure di contenimento del contagio con altri che poi hanno fatto "copia e incolla", primo in Italia a provare a smuovere le acque stagnanti dove galleggiano quei pochi vaccini in dotazione, andando a trattare direttamente per l'acquisto di forniture di Sputnik nell'attesa che qualcuno si decida a decidere all'Aifa. Intanto, con quello che passa attualmente il convento, la campagna di vaccinazione in Campania va avanti, seguendo le priorità indicate per gli ultraottantenni - categoria che sarà completata al 100% in questa settimana - e le categorie fragili, per le quali le Asl impegneranno task force specifiche. Il Governatore De Luca ha messo in chiaro alcune cose, sottolineando innanzitutto che il dato reale che va segnalato è la drammatica carenza di vaccini Pfizer e Moderna, che rappresenta un ostacolo al raggiungimento dell'obiettivo. Altro dato della realtà concreta, al di là degli schemi nazionali, è l'accumulo di Astrazeneca non utilizzato per varie indisponibilità. È per questo vaccino che si procederà a una utilizzazione anche per categorie economiche. Il dato di fondo che complica enormemente l'esecuzione del piano vaccinale è, dunque, la carenza generale di vaccini.

Che cosa impedisce di accelerare le procedure relative a Sputnik, che potrebbe essere il vaccino aggiuntivo da destinare alle categorie economiche? E ancora: quando sarà sanata la carenza di consegne relative alla Campania per oltre 200mila vaccini? Si dica con chiarezza in che percentuale rispetto alla popolazione sono stati distribuiti alle regioni. Si chiarisca la diversa ripartizione dei singoli tipi di vaccino. Si dica entro quanto tempo sarà finalmente ripristinato il criterio "un cittadino, un vaccino", che al momento resta uno slogan che stenta a trasformarsi in obiettivo reale. Anche sulle isole - aggiunge il Governatore - ogni centro vaccinale procede per fasce di età, ma una volta completati gli ultra 80, gli ultra 70 e 60, il centro vaccinale territoriale può procedere verso tutte le categorie contribuendo alla diffusione capillare delle vaccinazioni. Infine, ci sono categorie non coperte dai criteri delle fasce di età: trasporti pubblici; personale delle Poste e degli enti locali che lavorano agli sportelli di uffici pubblici; personale e commesse di aziende commerciali aperte al pubblico; dipendenti del comparto turistico per cui i tempi sono decisivi: a tutte queste realtà quando si pensa di dare risposta?

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

"Orgoglio campano" così si esprime sulla campagna vaccinale Vincenzo De Luca

"Parla di una campagna di vaccinazione straordinaria", di "orgoglio campano", Vincenzo De Luca durante la consueta diretta del venerdì. In prima battuta il presidente rivendica con orgoglio quelli che, ad oggi, sono i dati delle vaccinazioni in Campania: "Abbiamo superato le 2 milioni di somministrazioni,...

Cronaca

Scende al 4% l’indice di positività al Covid 19 in Campania

Scende al 4% l'indice di positività al Covid 19 in Regione Campania. L'unità di crisi ha diramato il bollettino quotidiano sui contagi in cui si legge che nelle ultime ventiquattro ore sono stati 1.382 i nuovi positivi su 18.779 tamponi molecolari. I guariti nel frattempo sono saliti di 2.177 unità mentre...

Cronaca

La Campania resta gialla

L'Italia diventa sempre più gialla e nessuna regione è più rossa: la Val d'Aosta, l'unica ancora a rischio alto, infatti, diventa arancione. Verso un cambio di colore anche per Calabria, Puglia e Basilicata che passano dall'arancione al giallo. Incerta ancora la situazione per la Sardegna. Le decisioni,...

Cronaca

Smart Card, vaccinati e sicuri

Con l'ordinanza, viene demandata all'Unità di Crisi regionale la predisposizione, di concerto con le associazioni di categoria rappresentative degli operatori economici, dei protocolli attuativi/integrativi delle Linee guida approvate il 28 aprile scorso, prevedendo regole certe di prevenzione, proporzionate...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi