Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 44 minuti fa S. Cesario di Nazianzo

Date rapide

Oggi: 25 febbraio

Ieri: 24 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaVaccini, somministrazioni “anomale”: intervengono i sindacati dei pensionati

Cronaca

I pensionati di Cgil Cisl e Uil chiedono più controlli

Vaccini, somministrazioni “anomale”: intervengono i sindacati dei pensionati

Appello all'unità di crisi regionale

Scritto da (Andrea Siano), venerdì 15 gennaio 2021 12:11:31

Ultimo aggiornamento venerdì 15 gennaio 2021 12:58:59

«Da più parti giungono notizie di procedure anomale nella somministrazione dei vaccini, con percorsi privilegiati e non previsti, nella loro tempistica, dall'attuale fase di somministrazione». La denuncia è dei pensionati di Cgil, Cisl e Uil, che in una nota congiunta fanno appello alle istituzioni per «innalzare il controllo affinché le dosi vaccinali siano distribuite e somministrate tenendo rigorosamente in considerazione quanto dettato dalle linee guida emanate dal Ministero della Salute».

Un altro punto riguarda l'accordo che prevede che tutti gli iscritti agli ordini delle professioni mediche rientrino tra coloro ai quali è possibile somministrare il vaccino, nella prima fase del programma. La decisione è estesa anche agli iscritti attualmente in pensione- ricordano i sindacati- e l'unità di crisi regionale della Campania si appresta a vagliare questa proposta. È noto che numerosi professionisti sanitari, pure essendo in pensione, continuano ad esercitare la loro attività e quindi sembra opportuno che rientrino nella prima fase di somministrazione. «Tuttavia- evidenziano Cgil Cisl e Uil- che non tutti i professionisti sanitari collocati in pensione continuano ad esercitare l'attività professionale».

«Vi sarebbe quindi una platea numerosa che riceverebbe il vaccino pur essendo semplicemente in pensione e con un grado di rischio assolutamente assimilabile agli altri pensionati che risiedono nella nostra Regione. Estendere a tutti i pensionati iscritti all'albo la somministrazione del vaccino nella prima fase, risulterebbe in contrasto con le linee guida del Ministero, che identifica la priorità nelle categorie degli operatori sanitari e socio sanitari esposti in prima linea all'infezione da Covid».

Secondo i sindacati «si creerebbe un vero e proprio privilegio a favore di una categoria di pensionati, il cui unico requisito sarebbe quello di un'iscrizione ad un Ordine professionale».

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

"Ma ci fanno di nuovo zona rossa?"

La domanda è sempre quella: "ma ci fanno di nuovo zona rossa?", la risposta è sempre lì, al solito posto. E' da ricercare in noi stessi, perché quella risposta la conosciamo: dipende solo da noi, dal modo che abbiamo di convivere con la pandemia, dai nostri atteggiamenti e comportamenti nel quotidiano,...

Cronaca

Contagi Covid ai livelli di novembre, chiuso l'Istituto Virtuoso

Il livello di attenzione deve essere massimo perché, in base ai numeri, siamo nella stessa condizione dei picchi di novembre. 436 positivi registrati a Salerno e provincia in una giornata, dato che conferma la persistente presenza del covid. La situazione più allarmante è nell'agro nocerino-sarnese dove...

Cronaca

Vaccini, attenzione alle truffe a domicilio

"Non aprite quella porta" è l'invito rivolto a tutti a causa dell'orribile fenomeno registrato più volte in questi giorni. C'è chi ha il barbaro coraggio di speculare sulle paure e sulle fragilità degli anziani che attendono il vaccino come una manna dal cielo contro il covid. Chiamano a casa annunciando...

Cronaca

Scafati, troppi contagi, il sindaco adotta misure restrittive

Alla luce degli ultimi dati relativi all'incremento esponenziale dei casi di contagio da Covid 19 sul territorio comunale di Scafati resi noti dall'Unità di crisi regionale e pubblicati sulla piattaforma "Sinfonia" della Soresa, dai quali si evidenzia come la percentuale di nuovi positivi negli ultimi...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi