Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 18 ore fa S. Vincenzo de' Paoli

Date rapide

Oggi: 27 settembre

Ieri: 26 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Lira TV

Tu sei qui: CronacaVeterinari: nessun allarme da animali per diffusione Coronavirus

Cronaca

Veterinari: nessun allarme da animali per diffusione Coronavirus

Scritto da (admin), mercoledì 8 aprile 2020 09:33:04

Ultimo aggiornamento mercoledì 8 aprile 2020 09:33:53

Tante notizie, spesso confuse, sulla possibilità di trasmissione del Covid da uomo ad animale e viceversa. L’ordine dei veterinari prova a fare chiarezza. Non c’è chiarezza sugli esiti delle indagini effettuate negli animali da compagnia (cane e gatto, in primis), riguardo alla trasmissione e alla diffusione del coronavirus. Notizie, scrive l’ordine dei medici veterinari, non mitigate da un’adeguata analisi tecnico-scientifica ma tali da ingenerare nella popolazione allarme sociale relativo all’eventuale rischio contagio nei nostri animali domestici. La letteratura scientifica sull’argomento è scarna- ammettono i veterinari- ed anche confrontando gli studi pregressi su altri coronavirus simili (come la Sars e la Mers) non è mai stata dimostrata la possibilità di trasmissione di questi virus dai cani o dai gatti all’uomo. Ad oggi non esiste alcuna evidenza scientifica che gli animali domestici giochino un ruolo nella diffusione del Coronavirus che riconosce, invece, nel contagio interumano la via principale di trasmissione. Anzi, gli animali domestici possono aiutarci a superare meglio questo periodo di lockdown e, in alcuni casi, potrebbero addirittura proteggerci in parte dall’infezione. All'origine dell'infezione documentata in 4 animali da compagnia (due cani e un gatto ad Hong Kong e un gatto in Belgio, tutti affetti da forme asintomatiche o paucisintomatiche) e nella tigre dello zoo del Bronx di New York vi sarebbe la malattia dei loro proprietari affetti da Covid 19. Ad oggi non ci sono prove che i cani o i gatti possano infettare le persone con il nuovo Coronavirus, ma i veterinari suggeriscono di limitare i contatti tra persone affette da COVID-19 ed i loro animali da compagnia evitando soprattutto di essere leccati e di condividere il cibo e si raccomandano rigorose misure igieniche nell’interazione tra uomini e animali.

rank:

Cronaca

Cronaca

Il giorno dopo il tornado, la conta dei danni

Alberi sradicati, rami spezzati, pensiline e strutture pubbliche e private esterne fortemente danneggiate. Ingenti danni anche alle auto parcheggiate. Il maltempo torna a far paura mentre le autorità preposte hanno già cominciato a fare la conta dei danni. In tutta la provincia sono registrate precipitazioni...

Cronaca

Fondazione Picentia, progetto capitani coraggiosi: “nessuno resti indietro”

Coinvolgere ragazzi con disabilità attraverso l'inserimento nell'organico come dirigenti accompagnatori. È questo l'obiettivo di "Capitani coraggiosi", progetto ideato e promosso dalla Fondazione Picentia e dallo Sporting Club Picentia con il supporto di Special Olympics Italia. I ragazzi coinvolti avranno...

Cronaca

Campagna, due arresti

Nella notte, i militari della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Eboli hanno arrestato in flagranza di reato due uomini, rispettivamente di 73 e 56 anni che poco prima si erano introdotti all'interno di una proprietà privata, a Campagna, località Quadrivio. Questi, dopo aver forzato il...

Cronaca

Covid, De Luca: "facciamo uno sforzo, tutti"

Il Governatore, ieri, ha snocciolato i dati relativi all'ultima settimana: dal 16 settembre, 186 casi, poi 195, 208, 158, 171, il 21 settembre scorso primo preoccupante picco, con 242 casi, poi 156, il 23 248, ieri il triste record dei 253 casi con sette mila e oltre tamponi fatti e con una percentuale...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi