Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Eligio vescovo

Date rapide

Oggi: 1 dicembre

Ieri: 30 novembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaWeekend di movida sfrenata: rischio nuove chiusure se salgono i contagi

Cronaca

Weekend di movida sfrenata: rischio nuove chiusure se salgono i contagi

Scritto da (admin), lunedì 25 maggio 2020 05:52:08

Ultimo aggiornamento lunedì 25 maggio 2020 05:52:08

C’è il rischio che in alcune zone del Paese possa ripresentarsi una serie di contagi preoccupanti nel corso del mese di giugno: l’allarme è del comitato tecnico scientifico nazionale, dopo aver visto le scene della movida di questo weekend. Sotto osservazione anche Napoli e Salerno. Appello di De Luca ai giovani. Una famiglia in trasferta a Salerno per una passeggiata domenicale: padre, madre e figlia senza mascherina. L’arrivo di una pattuglia di Vigili Urbani, poi della Polizia: le parole grosse seguite al richiamo garbato delle forze dell’ordine, il rifiuto di indossare i dispositivi di sicurezza e di mostrare i documenti, gli strattoni agli agenti e via a sirene spiegate verso la Questura. È accaduto in Piazza Portanova a Salerno ed è solo uno degli episodi che hanno caratterizzato un weekend ad altissima densità per la movida nostrana. Anche ieri, domenica, controlli serrati su Corso Vittorio Emanuele e sul Lungomare: ma assembramenti erano segnalati ovunque anche in Piazza della Concordia e in piazza Flavio Gioia. Affollatissimo il solarium di Santa Teresa, traffico intenso anche verso Vietri e Cava, code e rallentamenti in serata su via Roma. Insomma: davvero troppo, se si considera il rischio ancora elevato e la comunicazione del comitato tecnico scientifico al Governo che se ad inizio giugno dovesse aumentare il contagio bisognerebbe chiudere le aree regionali più a rischio: ovvero quelle a più alta densità abitativa, a forte presenza giovanile e con comportamenti scorretti. L’identikit non corrisponde solo alle grandi città del Nord e del Centro, ma anche alle zone della Campania a forte impatto movida: ovvero la zona metropolitana di Napoli e Salerno. Ne è consapevole il presidente della Regione. «Mesi di chiusure, di relazioni interrotte hanno pesato su ognuno di noi. C'è voglia di uscire, di respirare. Ma questa epidemia ha cambiato il mondo, la gerarchia dei valori, la sensibilità delle persone. E non potrà essere messa tra parentesi ma ci obbliga a qualche riflessione più di fondo», scrive Vincenzo De Luca in un post serale sulla sua pagina Facebook. Per il governatore campano «occorre abituarsi a pensare che nulla potrà tornare com’era prima. Conviene allora pensare a forme di socializzazione all'insegna non più di una massificazione alienante, ma di una umanizzazione delle relazioni, di un rapporto più attento con l'ambiente, di una riscoperta dei valori di solidarietà». Il presidente della Regione ripete quanto già detto venerdì scorso: «In questi anni abbiamo visto affermarsi troppo spesso modi di incontro tra i giovani segnati da uso di superalcolici, a volte droghe, al punto da perdere la stessa possibilità di comunicare, di parlarsi, di ascoltarsi. C’è da augurarsi che i problemi di questi giorni siano anche per tutti un’occasione per riscoprire modi di incontro e di divertimento più semplicemente umani». È anche per questo, che «di fronte alle immagini notturne di violenze e di vandalismo – che nulla hanno a che fare con gli incontri giovanili – non deve riemergere il volto dell’Italia del "fare finta". Lo Stato ha l’autorità e il dovere di imporre il rispetto delle regole e di garantire le norme di sicurezza».

rank:

Cronaca

Cronaca

Covid-19, nel salernitano oltre 18 mila persone ancora positive

304 i nuovi contagi registrati nella sola giornata di oggi in provincia di Salerno. Se l'andamento epidemiologico mantiene il ritmo attuale si può sperare che l'ondata stia cominciando lentamente ad esaurirsi dopo che, a metà novembre, quando la Campania divenne zona rossa, la curva dei contagi aveva...

Cronaca

Salerno, ripascimento litorale e destagionalizzazione attività

Il Comune di Salerno è impegnato su due fronti: fronteggiare la pandemia Covid-19 e predisporre il necessario ad una piena ripresa delle attività economiche. Uno dei settori più importanti è costituito dalla risorsa mare che, dopo la pandemia, diventerà strategico per il rilancio economico ed occupazionale....

Cronaca

De Luca: "Sono stanco di inseguire Dpcm e sottodecreti"

"La Campania aveva chiesto a ottobre di istituire con una scelta rigorosa una zona rossa per tutta l'Italia, avrebbe evitato divisioni tra territori e una tale confusione di decreti e controdecreti. Se lo chiedete a me che cosa prevede l'ultimo dpcm non ve lo so dire. Mi sono stancato di inseguire decreti...

Cronaca

In Campania 1.113 nuovi casi su oltre 9mila tamponi

Sono 1.113 i nuovi positivi al Covid rilevati in Campania, numero lontanissimo dai dati degli ultimi giorni frutto anche della forte riduzione del numero dei tamponi, solo 9.241. Il tasso positivi-tamponi risulta del 12,04%, in aumento rispetto a ieri (11,3). Dei nuovi positivi, solo 90 risultano sintomatici....

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi