Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 8 ore fa S. Antonio di Padova

Date rapide

Oggi: 13 giugno

Ieri: 12 giugno

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaYele, revocate le misure cautelari. Lo ha deciso il Riesame

Cronaca

Il tribunale del Riesame ha revocato le misure cautelari reali per la maggior parte degli indagati

Yele, revocate le misure cautelari. Lo ha deciso il Riesame

Inchiesta della Procura di Vallo e delle Fiamme gialle

Scritto da (Andrea Siano), mercoledì 14 ottobre 2020 10:32:51

Ultimo aggiornamento mercoledì 14 ottobre 2020 11:36:28

Il sequestro preventivo che la Guardia di Finanza di Vallo della Lucania ha eseguito circa un mese fa ammontava a 20 milioni di euro ed aveva riguardato quattordici dei ventinove indagati nell'ambito del crac Yele. L'inchiesta della Procura di Vallo ha portato le Fiamme gialle a sigillare beni immobili, fabbricati e terreni, veicoli e disponibilità finanziarie riconducibili ai protagonisti, a vario titolo, del crac Yele, con un buco in bilancio di almeno 30 milioni di euro e condotte dannose per creditori e fisco. Tra queste, il meccanismo sistematico con cui veniva trattenuto il quinto degli stipendi senza girarlo a banche e finanziarie, distraendo le somme per altre finalità.

La decisione del Riesame

Il tribunale del Riesame ha annullato in larga parte i sequestri, facendo decadere le misure cautelari reali dell'inchiesta denominata Piazza Pulita. Passa la linea difensiva della maggior parte delle persone coinvolte nel fallimento della società che si occupava di gestire i rifiuti in 49 Comuni cilentani. Le uniche conferme, anche dal Riesame, sono per l'impianto accusatorio nei confronti dell'ex presidente e dell'ex direttore della Yele, poiché figure apicali nell'intera vicenda. Il collegio ha confermato il sequestro a loro carico perché ritiene sussistenti dei reati tributari, stralciando solo la parte relativa alla bancarotta.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Laurino resta Zona Rossa

Oltre 30 casi positivi su una popolazione di 1300 abitanti, Laurino resta in lockdown. Il sindaco Romano Gregorio ha firmato una nuova ordinanza che resterà in vigore fino al 18 giugno. Chiusi i parrucchieri, i centri estetici ed è consentito ai bar solo l'asporto con divieto di posizionare tavolini...

Cronaca

Vaccini, Campania prima regione in Italia: 4 milioni di somministrazioni

La Regione Campania è prima in Italia per il raggiungimento degli obiettivi nazionali della campagna vaccinale. L'attuale Piano vaccinale Anticovid assegna a ciascuna Regione (o Provincia Autonoma) un target giornaliero di somministrazioni da rispettare nell'arco di una settimana: la Campania è a 109,6%,...

Cronaca

Covid Campania, oggi 187 contagi: bollettino 12 giugno

Sono 187 i nuovi positivi al Covid in Campania (in calo rispetto ai 199 di ieri) di cui 129 asintomatici e 58 sintomatici per un tasso di contagio pari al 2,05% in rapporto ai 9097 tamponi molecolari effettuati. Otto le persone decedute (di cui 5 morte nelle ultime 48 ore, e 3 in precedenza ma registrati...

Cronaca

Sparatoria a Pastena e passeggiate a torso nudo con mitragliatore, arrestati Pappacchione e il figlio

Giuseppe Stellato, noto come Pappacchione, dopo un lungo periodo di detenzione, era tornato con l'intenzione di ristabilire il proprio predominio. Per questo non si era fatto scrupoli a salire in sella ad uno scooter condotto dal figlio Domenico e sparare a Pastena contro un uomo alla luce del sole,...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi