Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Vincenzo diacono

Date rapide

Oggi: 22 gennaio

Ieri: 21 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: CronacaZona rossa nazionale a Natale: nuova ipotesi del governo

Cronaca

Durante le festività è prevista una nuova stretta

Zona rossa nazionale a Natale: nuova ipotesi del governo

Il Comitato tecnico scientifico vuole evitare la terza ondata

Scritto da (Francesca De Simone), martedì 15 dicembre 2020 12:56:57

Ultimo aggiornamento martedì 15 dicembre 2020 12:56:57

Il rosso natalizio si fa strada ed avanza a grandi falcate verso le imminenti festività: dal braccio di ferro del governo uscirà probabilmente un lockdown di Natale. Quanto drastico, dipenderà dalle residue resistenze del premier, Giuseppe Conte, alle misure più rigide proposte.

Il comitato tecnico scientifico, infatti, sta invocando una stretta per evitare la terza ondata. Si fa quindi sempre più strada che nei giorni di Natale l'Italia diventi completamente zona rossa. Chiuderanno quasi certamente ristoranti e bar, sia nei giorni festivi che in quelli prefestivi. Non è escluso che in quelle stesse date venga imposta la serrata dei negozi e che si limiti ulteriormente la libertà di movimento. Su quest'ultimo punto, però, tutto è ancora aperto. Le ipotesi sono diverse. Il fronte rigorista guidato dai ministri Speranza (Salute), Boccia (Regioni) e Franceschini (Cultura) spinge per un lockdown duro (con il divieto di uscire di casa) nei festivi e prefestivi. Oppure, come punto di mediazione, per una zona rossa nazionale. Nell'uno o nell'altro scenario i giorni di divieto sarebbero in tutto 12: 19-20 e 24-27 dicembre, 31 dicembre-3 gennaio, 5-6 gennaio.

L'obiettivo è chiaramente quello di impedire affollamenti nelle strade dello shopping e nei negozi nell'ultimo week-end di acquisti natalizi. C'è, poi, l'intenzione di sventare il rischio dei pranzi e delle tombolate tra gruppi familiari non conviventi. Per le cene c'è il coprifuoco dalle 22, che però dovrebbe essere anticipato alle 18 o alle 20. Oppure, in alternativa, il lockdown o la zona rossa dal 23 o 24 dicembre al 6 gennaio. Nella prima ipotesi scatterebbe direttamente il divieto di uscire di casa, se sarà zona rossa chiuderanno i ristoranti e i negozi. Al momento prevale questa seconda ipotesi, visto l'orientamento del Cts.

Conte, sostenuto dalla renziana Teresa Bellanova, invece preferirebbe una zona arancione nazionale nelle stesse date o nello stesso periodo. In questo modo, sarebbero salvi i negozi e la libertà di movimento e a pagare il prezzo della stretta sarebbero solo bar e ristoranti. La decisione scatterà nelle prossime ore, per poter finalmente mettere fine al "tormento natalizio".

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cronaca

Scuola, il Tar Campania decreta il ritorno in classe anche per le superiori

Entro il 1° febbraio dovranno tornare in classe anche gli studenti delle scuole superiori. Lo ha stabilito oggi il Tar della Campania, con un decreto della quinta sezione a firma del presidente Maria Abbruzzese, fissando la trattazione collegiale al 16 febbraio. Il Tar ha accolto il ricorso presentato...

Cronaca

Divina, il turismo che verrà

E' stata solo la prima di una serie di riunioni già fissate in calendario con gli amministratori delle città campane a turismo prevalente. L'obiettivo della Regione Campania e dell'Assessorato al ramo è quello di raccogliere le indicazioni da parte dei sindaci per la programmazione 2021 e la progettualità...

Cronaca

Trattative ferme all’era pre-Covid: sindacati “bacchettano” l’Asl di Salerno

Cgil, Cisl e Uil denunciano trattative sindacali all'Asl ferme da prima della pandemia: le sigle di categoria chiedono di essere convocati dai vertici dell'Azienda. Un'immediata ripresa delle trattative, ferme dall'esplosione della pandemia da Covid, è quanto chiedono all'Asl di Salerno in modo unitario...

Cronaca

Pfizer, vaccini in frenata

La corsa dei furgoni Pfizer è in forte frenata, tanto che le forniture per l'Italia - già in calo da qualche giorno - saranno addirittura dimezzate dalla settimana prossima per alcune regioni, tra cui la Campania. Ieri, dopo aver preso atto della comunicazione fatta dall'azienda farmaceutica, si è scatenata...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi