Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 18 ore fa S. Albino vescovo

Date rapide

Oggi: 1 marzo

Ieri: 28 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: PoliticaGiura il Governo Draghi: Di Maio e Carfagna i ministri campani

Politica

A mezzogiorno ha giurato il Governo di Mario Draghi

Giura il Governo Draghi: Di Maio e Carfagna i ministri campani

Il governo a forte trazione settentrionale

Scritto da (Andrea Siano), sabato 13 febbraio 2021 13:26:42

Ultimo aggiornamento sabato 13 febbraio 2021 13:26:42

A mezzogiorno ha giurato il Governo di Mario Draghi: gli unici campani sono Luigi Di Maio (confermato agli Esteri) e Mara Carfagna, ministro per il Mezzogiorno.

Giura il Governo Draghi, che già può passare come uno degli esecutivi di larghe intese che più "larghe" non si può. In pratica ci stanno tutti (tranne Fratelli d'Italia e gli scissionisti pentastellati della corrente Di Battista). Unità nazionale - per dirla in politichese - ma il passo dal "tutti insieme appassionatamente" al "c'eravamo tanto amati" può essere davvero breve.

Il governo a forte trazione settentrionale (ben 3 ministri su 4 sono del Nord) porta la firma e riceve l'impronta del suo demiurgo nei posti chiave: in quasi tutti i dicasteri di peso, Mario Draghi piazza persone di altissimo profilo. In quasi tutti perché il principio del Governo dei migliori obiettivamente - non ce ne vogliano - viene meno in un solo ministero di una certa importanza, ovvero la Farnesina. Agli Esteri, infatti, resta Luigi Di Maio come garanzia dell'accordo che il Movimento Cinquestelle ha voluto a tutti i costi (whatever it takes) per far nascere l'esecutivo dell'ex presidente della Bce. Negli ultimi 8 anni l'enfant prodige di Beppe Grillo è stato nell'ordine uno dei più giovani vicepresidenti della Camera, capo politico del Movimento che è stato partito di maggioranza relativa, vicepremier, doppio ministro al Lavoro e allo Sviluppo Economico, ministro degli Esteri ed ora bissa addirittura la Farnesina quando tutti lo davano in uscita. Niente male per un ex steward dello stadio San Paolo oggi Maradona nonché studente in Giurisprudenza in servizio attivo.

Di Maio è il portabandiera della Campania insieme a Mara Carfagna, che Forza Italia fa rientrare nella stanza dei bottoni a dieci anni dall'ultima esperienza governativa, quella del Berlusconi IV. Laureata in Legge, già Miss Cinema e volto televisivo, Mara Carfagna è stata coerentemente tra le fila azzurre per l'intera parabola politica iniziata nel 2004 e la coerenza paga. Ministro alle Pari Opportunità nel 2008, la norma sullo stalking è una sua creatura così come il Codice Rosso per vittime di violenza di genere e discriminazioni, grazie ad un suo emendamento passato nel 2019. Con Draghi è Ministro del Sud e della Coesione Territoriale, un incarico cruciale che fa da collante nel Paese, che può darle un ruolo politico di raccordo più incisivo. Dovrà difendere il Mezzogiorno dalle bordate di chi spinge per un travaso di risorse nelle zone più produttive sulla carta, rivendicando la necessità di sviluppo e rilancio delle nostre zone. Ci sarà da lavorare.

Galleria Fotografica

rank:

Politica

Politica

A/V Salerno-Reggio Calabria. Salerno rischia la “sua” stazione

Sull'alta velocità da Salerno e Reggio Calabria si consuma uno scontro tra territori prima che con Ferrovie dello Stato. L'obiettivo è salvare la stazione del capoluogo, ma appare inevitabile che qualcuno dovrà sacrificarsi. Dal confronto tra i sindaci del Salernitano coinvolti dal progetto di Rete Ferroviaria...

Politica

Il primo DPCM targato Draghi, le anticipazioni

Dal 6 marzo al 6 aprile (quindi Pasqua compresa) sarà in vigore il nuovo Dpcm, il primo firmato da Draghi, al momento in fase di redazione. Filtrano, però, anticipazioni e dettagli della bozza sulle misure di contenimento della pandemia. Cominciamo dal fatto che restano sospesi gli eventi che implichino...

Politica

De Luca "boccia" i sottosegretari, per carità cristiana

"Dobbiamo avere pazienza nei confronti di questo Governo. Credo che ci siano aspettative francamente esagerate, è inutile e illusorio aspettarsi miracoli, non avremo miracoli" così, ieri, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel suo video-appuntamento consueto del venerdì pomeriggio....

Politica

Salzano (Udc): «Tar e Tribunale dei minori vadano nel vecchio Palazzo di Giustizia»

Per rilanciare l'economia salernitana «è necessario programmare e far nascere un vero e proprio quadrilatero culturale, storico ed artistico, trasferendo nel vecchio Palazzo di Giustizia di Via Roma il TAR e il Tribunale dei Minori, e insediando in quegli antichi complessi attività culturali di cui la...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera AmalfitanaIl Vescovado - il giornale on line della Costa d'Amalfi