Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 14 ore fa S. Filippo Neri sacerdote

Date rapide

Oggi: 26 maggio

Ieri: 25 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: SportColantuono mastica amaro dopo la sconfitta in casa della Lazio

Sport

«Peccato per i pali di Djuric e Ribery, ci avrebbero potuto dare fiducia. Aspettiamo Simy, non deve deprimersi»

Colantuono mastica amaro dopo la sconfitta in casa della Lazio

Sotto di due reti, il team granata ad inizio ripresa si è fermato sui legni

Scritto da (Michele Masturzo), lunedì 8 novembre 2021 11:36:08

Ultimo aggiornamento lunedì 8 novembre 2021 11:36:08

«Nei primi 20-25 minuti ce la siamo giocata. Poi ci siamo spaventati e abbassati troppo dopo qualche errore in giropalla. La Lazio ha tantissima qualità ed i problemi te li crea. Al primo errore più grande siamo stati puniti, il secondo è stato un regalo nostro in disimpegno. Avremmo potuto riaprire la partita, il 2-1 poteva essere una scintilla e darci fiducia. La crescita della squadra passa anche per questo tipo di errori. Mi è piaciuta la reazione d'inizio ripresa». Mastica amaro Stefano Colantuono dopo la partita persa in casa della Lazio, soprattutto per i legni colpiti da Djuric e Ribery che, in apertura di ripresa, avrebbero potuto cambiare il copione del match. Il tecnico romano riconosce i meriti dell'avversario e difende a spada tratta Simy, parso ancora una volta la controfigura del calciatore ammirato negli ultimi campionati disputati da protagonista a Crotone: «Simy è un bravo ragazzo e molto disponibile - prosegue il tecnico granata -. Gli chiediamo la prestazione, abbiamo bisogno di lui e di quello che sa e fare. La mia paura è che l'errore gli pesi più del dovuto sul piano psicologico. Va aiutato ed aspettato, abbiamo investito tanto su di lui. Djuric sappiamo cosa sa darci, ho visto Simy in difficoltà e l'ho mandato a scaldare. Ho pensato fosse in fiducia dopo il buon impatto da subentrato col Napoli e ho deciso di schierarlo».

La sosta arriva al momento giusto e consentirà a Colantuono di recuperare alcuni dei calciatori rimasti a lungo ai box per infortunio: se per Mamadou Coulibaly i tempi sembrano ancora lunghi, Capezzi e Ruggeri potrebbero mettere nel mirino la Sampdoria, dopo che a Roma si è rivisto in panchina Bogdan e, dopo un mese di assenza, nel finale, bruciando le tappe e costringendo il mister a fare gli scongiuri, ha avuto la possibilità di tornare in campo anche Lassana Coulibaly, chiaramente ancora lontano dalla migliore condizione: «La pausa ci servirà, siamo arrivati con tre centrocampisti contati ed un altro recuperato dopo un mese e a cui ho dato qualche minuto per non forzare. In quel reparto siamo all'osso, speriamo che la sosta ci riconsegni qualche giocatore e che chi ha ripreso possa crescere, fermo restando che ci sono le nazionali e quindi non c'è possibilità di lavorare col gruppo al completo».

Galleria Fotografica

rank:

Sport

Sport

Salernitana, piano di cinque anni in serie A

Cinque anni per passare dalla salvezza ad un posto di centro classifica e magari all'Europa. Il progetto sportivo della Salernitana è importante e punta in alto. Non mancano le ambizioni al presidente Danilo Iervolino che vuole essere protagonista nel calcio italiano e non una semplice meteora. Pronto...

Sport

Nicola alla Salernitana per un altro anno

Davide Nicola guiderà ancora la Salernitana. Trovato l'accordo, con contratto annuale, tra l'allenatore e Danilo Iervolino, con l'approvazione di Walter Sabatini. Si prosegue lungo la strada intrapresa il 15 febbraio, il giorno dopo San Valentino. Sembra una storia d'amore quella tra Nicola e Salerno....

Sport

Riscatti, la salvezza regala alla Salernitana una buona base da cui ripartire

La permanenza in Serie A, fondamentale per costruire qualcosa di ambizioso in futuro, ha un costo notevole per le casse della Salernitana. La salvezza fa infatti scattare in automatico i riscatti di Bohinen, Mikael, Mazzocchi, Jaroszynski e Sepe, oltre ai rinnovi di Ribery e Obi. Per il centrocampista...

Sport

Prestiti e scadenze, il futuro di Verdi e Djuric è tutto da scrivere

La rosa della Salernitana, tra agosto e gennaio scorsi è stata allestita anche con diversi elementi giunti in prestito secco. Nel caso di Bonazzoli, nel passaggio a titolo temporaneo alla Salernitana erano stati già fissati riscatto in favore del club granata e controriscatto da parte della Sampdoria...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera Amalfitana