Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 11 ore fa S. Agostino v. di Canterbury

Date rapide

Oggi: 27 maggio

Ieri: 26 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Lira TV - ...e sei protagonistaLira TV

...e sei protagonista

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Lira TV

Centro Medico Specialistico Orio - la persona al centro delle nostre cureCesarmeccanica - Concessionaria Ufficiale Maserati e Suzuki - Rivenditore e riparatore autorizzato FerrariLa stazione di servizio pensata su misura per te - Vieni a provare i nostri carburanti

Tu sei qui: SportMondiali di pugilato: dopo 8 anni l’Italia torna sul podio con il salernitano Mouhiidine

Sport

Abbes Mouhiidine conquista la medaglia d’argento in Serbia

Mondiali di pugilato: dopo 8 anni l’Italia torna sul podio con il salernitano Mouhiidine

L’atleta di Mercato San Severino si arrende solo in finale al campione olimpico cubano La Cruz Peraza

Scritto da (Francesca De Simone), venerdì 12 novembre 2021 12:42:02

Ultimo aggiornamento venerdì 12 novembre 2021 12:42:02

L'Italia è tornata tra i grandi del pugilato mondiale grazie all'argento vinto dal salernitano Abbes Mouhiidine nei 92 chili e al bronzo di Salvatore Cavallaro nei 75, i due azzurri delle Fiamme oro che, dopo otto anni, hanno riportato il tricolore sul podio iridato. Era infatti il 2013 quando gli ultimi 3 pugili italiani vinsero una medaglia ai mondiali: Roberto Cammarelle e Domenico Valentino che tornarono a casa con il bronzo al collo.

Sul ring della Stark Arena di Belgrado (Serbia) Abbes è stato protagonista di una gara di altissimo profilo e, per arrivare in finale, aveva superato nettamente tutti i suoi avversari: l'armeno Manasyan (5-0), poi il croato Filpi (5-0), l'ecuadoriano Castillo Torres (5-0), l'indiano Sanjeet (5-0) e in semifinale lo spagnolo Reyes (4-1).

In finale l'azzurro si è trovato di fronte uno dei pugili più forti ed esperti della categoria, il cubano La Cruz Peraza, più grande di nove anni rispetto ad Abbes che di anni ne ha 23, e, soprattutto vera e propria leggenda del pugilato con un doppio oro olimpico (l'ultimo a Tokyo) e quattro titoli mondiali in bacheca.

Il risultato finale di 4-1 per il cubano non rende giustizia al campione, cresciuto nel Moffa Team di Mercato San Severino. Il salernitano ha combattuto uno straordinario match e, secondo molti esperti di settore, avrebbe sicuramente meritato la vittoria, anche perché durante il primo round una testata, non sanzionata, gli aveva aperto una profonda ferita al sopracciglio, con copiosa perdita di sangue per tutto il resto del combattimento.

Nonostante qualche recriminazione Abbes è stato comunque soddisfatto della sua gara: "Fiero della mia prestazione e di aver onorato il tricolore sul ring di una finale Mondiale. È stata un'avventura fantastica, impreziosita da questa medaglia".

Galleria Fotografica

rank:

Sport

Sport

Raduno, Mancini valuta Ruggeri e Zortea

Non solo la gioia incontenibile per l'impresa centrata contribuendo alla salvezza della Salernitana, ma anche l'emozione di poter indossare la maglia della nazionale italiana. Per i calciatori granata Nadir Zortea e Matteo Ruggeri la stagione 2021/22 si è conclusa come meglio non poteva. Subito dopo...

Sport

Salernitana, piano di cinque anni in serie A

Cinque anni per passare dalla salvezza ad un posto di centro classifica e magari all'Europa. Il progetto sportivo della Salernitana è importante e punta in alto. Non mancano le ambizioni al presidente Danilo Iervolino che vuole essere protagonista nel calcio italiano e non una semplice meteora. Pronto...

Sport

Nicola alla Salernitana per un altro anno

Davide Nicola guiderà ancora la Salernitana. Trovato l'accordo, con contratto annuale, tra l'allenatore e Danilo Iervolino, con l'approvazione di Walter Sabatini. Si prosegue lungo la strada intrapresa il 15 febbraio, il giorno dopo San Valentino. Sembra una storia d'amore quella tra Nicola e Salerno....

Sport

Riscatti, la salvezza regala alla Salernitana una buona base da cui ripartire

La permanenza in Serie A, fondamentale per costruire qualcosa di ambizioso in futuro, ha un costo notevole per le casse della Salernitana. La salvezza fa infatti scattare in automatico i riscatti di Bohinen, Mikael, Mazzocchi, Jaroszynski e Sepe, oltre ai rinnovi di Ribery e Obi. Per il centrocampista...

Aeranti - Associazione delle radio e tv locali, satellitari, via internet, agenzie di informazione e concessionarie pubblicitarie televisivePositano Notizie - Voce dalla Costiera Amalfitana