Tranne gli studenti, chiunque accede agli istituti deve avere il certificato verde

A scuola tutti con il green pass, anche genitori e baby-sitter

Già da domani in Campania bisognerà fare attenzione alle nuove norme anti-Covid
Alessandro Ferro

A scuola si entra solo con il greenpass. L'obiettivo è proteggere gli ambienti di studenti e docenti e dare maggiore sicurezza a tutti, anche alle famiglie. Per raggiungerlo il governo ha stabilito che è obbligatorio il green pass per "chiunque accede a tutte le strutture delle istituzioni scolastiche, educative e formative". Una misura che, in queste ore, sta facendo discutere ma che, con la pubblicazione di ieri del decreto del governo sulla Gazzetta Ufficiale, deve essere rispettata.

Per varcare la soglia di una scuola bisogna mostrare il certificatoverde. L'obbligo non riguarda gli studenti mentre interessa, oltre al personale scolastico come insegnanti, amministrativi e collaboratori, genitori ed accompagnatori degli alunni. Per intenderci, anche parenti o baby-sitter devono essere muniti di green pass altrimenti non potranno entrare negli istituti. Dopo numerose valutazioni e confronti tra le varie componenti coinvolte, il governo ha deciso di estendere l'obbligo del green pass anche ai genitori. È questo un aspetto importante da sottolineare perché la campanella sta per suonare.

Da calendario regionale, in Campania la scuola inizia mercoledì 15 settembre ma, in base all'autonomia, gli istituti possonoanticipare la partenza per un massimo di tre giorni. Quindi già da domani bisognerà fare attenzione alle nuove regole. Chi non le rispetta rischia una multa da 400 a mille euro. All'università, invece, il green pass è obbligatorio anche per gli studenti che vogliono seguire le lezioni o sostenere gli esami in presenza.

Leggi anche