Continuano i controlli interforze durante la movida nei fine settimana

Controlli anticovid: sommistrano bevande alcoliche a minorenni, scattano sanzioni

Forze dell'ordine all'opera per garantire il rispetto delle norme di sicurezza anti Covid ed evitar comportamenti illegali
Francesca De Simone

Proseguono i controlli anticovid delle forze dell'ordine durante i fine settimana, per evitare assembramenti e mantenere alta l'attenzione sul rispetto delle norme di prevenzione. Attenzione puntata, nello specifico, nelle zone antistanti i locali di ristorazione e nelle zone urbane in cui i cittadini sono soliti riversarsi per diporto. La Polizia di Stato, in perfetta sinergia con le altre Forze dell'Ordine – Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizie Locali, Polizia Provinciale e i militari dell'Esercito Italiano, – ha presidiato quindi i luoghi di maggiore frequentazione turistica, attraverso l'impiego di presidi interforze flessibili in grado di assicurare tempestività e velocità d'intervento. Il dettagliato piano d'intervento ha consentito di raggiungere questi risultati:
· Nr. 7263 persone controllate;
· nr. 4010 veicoli controllati;
· nr. 1087 esercizi pubblici controllati;
· n. 3 titolari di esercizi pubblici sanzionati per aver violato il divieto di somministrazione a soggetti minorenni;
· nr. 2 sanzioni per violazione ordinanza antiprostituzione;
· nr. 1 denuncia per inosservanza al foglio di via obbligatorio;
· nr. 1 denuncia per violazione Daspo cd. urbano;
· nr. 21 contravvenzioni al c.d.s.

In particolare, nel centro cittadino di Salerno, l'attività è stata concentrata sui giovani che frequentano i locali notturni. Al termine di tali verifiche, tre gestori di esercizi pubblici sono stati sanzionati per aver somministrato bevande alcoliche a minori in una fascià d'età tra i sedici ed i diciotto anni. Le Forze dell'Ordine, anche per la prossima settimana, continueranno ad assicurare la tutela e la salvaguardia della salute pubblica, confidando nello spirito civico e nel senso di responsabilità dell'intera collettività affinché prevalga l'interesse per la salvaguardia della salute pubblica in un contesto in cui è ancora non è stata superata l'emergenza pandemica.

Leggi anche